Intervista esclusiva a Mascia Ferri del Grande Fratello: “I gay mi hanno resa immortale!”

di

Vorrebbe partecipare all'Isola dei Famosi, ma intanto l'indimenticata Mascia Ferri parla del perché ha chiuso con la tv! E di quel calendario lesbo...

CONDIVIDI
119 Condivisioni Facebook 119 Twitter Google WhatsApp
136286 0

Ha fatto innamorare milioni di italiani con le sue “amiche” speciali, ma anche per le sue (caldissime) battute senza peli sulla lingua e per quel modo di fare da ragazza della porta accanto. “Uccelli venite” è ancora oggi un cult per i più affezionati del reality di Canale 5, eppure, sono circa undici anni che di Mascia Ferri, meglio conosciuta come l’ex pantera bionda del Grande Fratello, si sono perse le tracce. Dopo un calendario lesbo con Alessia Fabiani e una trasmissione in giro per la Spagna più trasgressiva, sono arrivato sino a Ravenna per scoprire che razza di fine avesse fatto: sentite cosa ha da dire su quel mondo che, oramai, a Mascia non interessa davvero più, anche se..

Innanzitutto: che fine ha fatto?

Nessuna brutta fine, grazie a Dio. La scelta di sparire dalla tv è stata la mia. Oggi faccio la mamma e l’imprenditrice; Assieme a mio marito ho tre locali: America Graffiti, il Cine Pizza e lo Chalet nei giardini pubblici di Ravenna.

mascia-ferri-e-suo-marito-cristiano-oggi-698850

Le manca la tv?

Mi manca sicuramente quella leggerezza che la tv, ai tempi, dava. Quello sì, ma allo stesso tempo non mi manca affatto quel tipo di precariato. Sono una donna troppo energica ed indipendente per stare ad aspettare di essere chiamata. Non sputo sul piatto dove ho mangiato per anni, non escludo nuove opportunità, ma dirti che mi manca quel tipo di vita, non me la sento, poi io non ero uno soubrette. Non avevo gavetta alle spalle e non potevo neanche permettermi grosse improvvisate.

Ha più ricevuto proposte televisive?

In passato mi venne offerta l’Isola dei Famosi, ma non potetti accettare perché ero incinta della mia prima bimba (Nina, ndr).

 

Oggi accetterebbe?

La verità? Sì. Accetterei perché quel tipo di reality, proprio perché ti mette alla prova in tutto e per tutto. Io, ad esempio, non so nuotare. O meglio: ai tempi sapevo nuotare poi, una volta, mi hanno buttata, per scherzo, da una barca e da quel momento ho il terrore del mare aperto e quale migliore occasione per riprendere confidenza se non l’Isola?

Che ne è rimasto della Mascia del GF?

Niente (ride, ndr). Scherzi a parte, il carattere, il temperamento, resta lo stesso, solo che da quando sono diventata mamma e moglie, ho messo la testa sulle spalle. Prima vivevo alla giornata, mi divertivo come una matta, oggi, invece, sono più responsabile e molto più oculata. Mi creda.

Piuttosto, quella nella casa più spiata d’Italia, che esperienza è stata?

Un’esperienza divertente come poche. Mi ha dato solo un sacco di cose, anche le piattole, ad esempio.

Piattole?

Eh sì! Noi in quella casa avevamo una piscina orrenda e, più o meno tutti, ce le prendemmo. Avevamo zero lussi, rispetto a quelle delle edizioni successive, giusto la sauna, dove io combinai svariati disastri (ride, ndr).

Col senno di poi la rifarebbe?

Sì, assolutamente.

E’ rimasta in contatto con gli altri inquilini della sua edizione?

Ogni tanto sento Filippo Nardi e Alessandro Lukacs, gli altri li ho persi di vista.

Ha più visto le altre edizioni del reality?

Sì, ma senza impegno.

 

Cosa gliene pare di questa nuova edizione vip?

Leggi   Franca Leosini: "Io, I gay, la Misseri e le mie Storie Maledette"

Penso che abbiano fatto bene a voltare pagina. L’altro format, a mio dire, aveva stancato, non trova? Siamo l’unico Paese al mondo ad essere arrivato alla quindicesima edizione. Noi italiani portiamo sempre tutto allo sfinimento. Ad ogni modo, guardando i concorrenti di quest’anno, senza i loro trucchi, non so come abbiano potuto accettare. Io non ce la farei mai. Ho 43 anni, tutti mi dicono che mi vedono bene, ma io non riesco ad accettare la mia trasformazione.

Gli ultimi gieffini parlano sempre di cachet miseriosi: sia prima che dopo la partecipazione al reality. Intorno alla sua partecipazione quanti soldi giravano?

Nella casa erano davvero pochi, però poi, una volta usciti, si guadagnavano belle cifre, senza fare nulla..

Posso chiederle quanti soldi incassava per una partecipazione in una discoteca?

Anche cinquemila euro per un’ospitata di dieci minuti.

 

La popolarità le ha mai creato problemi?

Problemi seri no, ma non posso negare che dovetti assumere una guardia del corpo a tempo pieno. Ho iniziato a soffrire di claustrofobia, cosa di cui non avevo mai sofferto. Venivo assalita ovunque mi trovassi. Le dico solo che da Roma in giù, non potevo mai fermarmi in nessun autogrill per fare la pipì.

Come si vive il ritorno alla normalità?

Nel mio singolo caso bene, perché è stata una cosa voluta da me.

 

Costantino Vitagliano ha parlato di attacchi di panico, post sovraesposizione televisiva. Lei ne ha mai sofferto?

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...