Milly Carlucci difende Ivan Zazzaroni: ‘Non è omofobo, Ciacci e Todaro ingiudicabili’

Dopo giorni di polemiche, Milly Carlucci scende in pista per difendere il suo giudice Ivan Zazzaroni, accusato di omofobia.

Alla fine è dovuta intervenire lei, la padrona di casa.

Milly Carlucci, intervistata da Ilaria Ravarino de IlMessaggero, ha provato a chiudere una volta per tutte la polemica esplosa nel corso del suo Ballando con le Stelle, riguardante la coppia same-sex Giovanni Ciacci/Raimondo Todaro. Il giudice Zazzaroni si è addirittura rifiutato di votarli, sabato sera, dopo lo zero assegnato all’esordio, scatenando un vespaio di polemiche. Tommaso Cerno, senatore Pd, ha chiesto l’intervento della vigilanza Rai per sfacciata omofobia, così come MonMonica Cirinnàino ad oggi silente, la Carlucci ha finalmente preso parola, dando di fatto ragione al suo giudice.

Zazzaroni non è omofobo, sul fuoco ci metto le mani e anche la testa. E dirgli una cosa del genere equivale davvero a insultarlo. Per Zazzaroni la performance di Ciacci e Todaro non era equiparabile alle altre. E dunque era invotabile. Ci siamo resi conto che Ciacci e Todaro avevano bisogno di tempo per realizzare la same sex dance. Nessuno di noi aveva idea di cosa sarebbero riusciti a fare, prima dell’inizio del programma. Abbiamo capito che avevano bisogno di andare per gradi e certamente non volevamo ridicolizzarli costringendoli a ballare quando ancora non erano pronti. Per proteggere la loro discesa in pisa, gli abbiamo permesso di esibirsi come duo, punto di partenza per arrivare alla coppia‘.

Ti suggeriamo anche  Francisco Porcella: "Chi viene a surfare con me?"

E che dìfferenza c’è tra duo e coppia?

Sono proprio due categorie di ballo diverso, che nella federazione concorrono in spazi distinti. Il duo sono le Gemelle Kessler: due che ballano uno accanto all’altro e fanno gli stessi movimenti a specchio. La coppia invece balla abbracciata, l’uomo va avanti e la donna indietro. Nella variante ‘same sex dance’, entrambi i ballerini usano alternativamente l’una e l’altra guida. Tecnicamente Zazzaroni ha ragione‘.

Peccato che Zazzaroni, sia al debutto che sabato scorso, abbia sottolineato un altro presunto problema, ovvero ‘l’estetica del ballo’ che a suo dire sarebbe rappresentata da un uomo e una donna. Zazzaroni ha contestato la scelta della coppia, la sua nascita, e non la qualità della danza. Milly ha letteralmente spostato l’attenzione su un altro tema, che è condivisibile dal punto di vista tecnico, fingendo che il giudice Ivan non abbia contestato anche altro. Ovvero l’uomo che balla con un uomo, a suo dire esteticamente inguardabile. Ed è su questo punto, va rimarcato, che si sono scatenati i social.

2 commenti su “Milly Carlucci difende Ivan Zazzaroni: ‘Non è omofobo, Ciacci e Todaro ingiudicabili’

  1. Come sempre, quando si tratta di omofobia si cerca di sviare il discorso in base alla convenienza. Predolin fu squalificato per una bestemmia, e SOLO per una bestemmia, ma con tanta nonchalance l’attenzione mediatica venne spostata quasi del tutto sull’omofobia, su come lui in realtà non fosse omofobo e via dicendo. Stavolta invece, per qualche ragione, l’omofobia non c’entra niente…nonostante sia palesemente il fulcro della vicenda.

    I media stanno diffondendo un messaggio chiaro: la discriminazione contro i gay è accettabile e non costituisce omofobia. I gay sono vittimisti assillanti che sanno solo lamentarsi e lanciare in giro la parola “omofobia” a sproposito, a scapito della “libertà di parola” dei poveri credenti. Bisogna essere liberi di disprezzare le coppie dello stesso sesso, ma guai a chiamarlo disprezzo.

Lascia un commento