Partecipa a “Ciao Darwin”: parroco lo caccia

Dopo la sua partecipazione a “Ciao Darwin” nelle schieramento dei gay il prete lo ha espulso dal coro della Chiesa del quale faceva parte da 7 anni. La storia di Alberto Ruggin.

Nonstante la faccia da bravo ragazzo, questo cittadino di Este, in provincia di Padova, nasconde un terribile segreto: è omosessuale. Anzi, il suo orientamento sessuale segreto non lo è più. Almeno da quando ha registrato la puntata di "Ciao Darwin" nella quale si sono scontrati etero contro gay e che andrà in onda martedì sera su canale 5.

Ma a quanto pare il parroco di Este non ha apprezzato il coming out. Quando lo è venuto a sapere ha intimato a Alberto Ruggin di non cantare più nel coro della chiesa che Alberto era solito frequentare. Nessuna reazione pubblica, a quanto pare, è venuta dai compagni di Forza italia, partito nel quale Alberto milita. Domenica, infatti, era al gazebo a raccogliere le firme per le dimissioni di Prodi.

Quello che è accaduto non lo sposterà di una virgola dalle sue convizioni, dice il ragazzo, e cioè dedicare la sua post adolescenza a queste due realtà: la parocchia e il partito, appunto. Alberto è un ex capochierichetto e catechista. Faceva parte del coro da sette anni. Ma questo non è stato sufficiente per don Paolino che ha deciso lo stesso di allontanarlo dalle attività della parrocchia.

Ti suggeriamo anche  Sailor Moon, la Rai manda in onda senza tagli il bacio con Sailor Uranus