Produttore Rai: “I pedofili? La maggior parte sono gay”

Così ha twittato Danilo Leonardi, produttore di Rai 3. Vianello: “Inaccettabile”

“I pedofili fanno tutti schifo. La stragrande maggioranza sono gay. Come lei”. Così il produttore Rai Danilo Leonardi ha risposto su Twitter ad un altro utente che aveva contestato un suo messaggio precedente. Tutto è nato proprio da un cinguettìo di Leonardi che, linkando un articolo di Libero fortemente critico sul “Pride dei Bambini” organizzato nell’ambito delle iniziative legate al Palermo Pride, aveva commentato: “A proposito di schifo” aggiungendo il titolo dell’articolo (“Nella Palermo di Orlando il Gay Pride dei bambini”) e il link.

Alcuni altri utenti della piattaforma di microblogging ha immediatamente contestato Leonardi, produttore tra l’altro di programmi per bambini come Trebisonda, in onda su Rai Tre. L’utente @mazzettam gli ha risposto “ciao @laudan62 tu lavori in RAI davvero? Non temi ti cacciano per queste esibizioni omofobe? Di che “cultura” ti occupi? storia del reich?”, mentre @t_tonii ha aggiunto: “@mazzettam e come mai il cattolico @laudan62 non ci dice nulla del cattolico don-mercedes-inzolini? i pedfili di cielle sono pedofili buoni?”.

Ed è qui che Leonardi, non pago dello “schifo” precedentemente espresso, ha risposto “@t_tonii @mazzettam i pedofili fanno tutti schifo. La stragrande maggioranza sono gay. Come lei.” Ne è nato uno scambio di tweet tra utenti vari nel quale è intervenuto anche il Palermo Pride che con alcuni messaggi indirizzati al direttore di rete Andrea Vianello chiede le scuse e le dimissioni del produttore: “@laudan62 @andreavianel Leonardi, noi, gli operatori di #PalermoPride bimbi, i bambini e le famiglie aspettiamo le sue scuse” e ancora “@laudan62 @andreavianel E anche le 40.000 persone della parata, compreso il sindaco @LeolucaOrlando1 e il presidente @rosariocrocetta” e infine “@laudan62 @andreavianel E le dimissioni sarebbero un atto doveroso: chi riceve soldi pubblici ha degli obblighi etici e morali”.

Ti suggeriamo anche  Pavia, dal Popolo della Famiglia convegno omofobo il giorno prima del Pride

E un tweet di risposta dal direttore Andrea Vianello è arrivato: “Quello che @laudan62 scrive qui sono sue opinioni che nulla hanno a che fare con la Rai. Per me inqualificabili, le disapprovo profondamente”. Solidarietà a Leonardi, invece, è giunta dall’account dei circoli “Voglio la mamma” fondati dal deputato del PD Mario Adinolfi, che ha twittato: “Massima solidarietà e vicinanza al nostro amico @laudan62. Le opinioni libere danno sempre più fastidio…”. Adinolfi ha aggiunto, dal suo account personale: “Solidarietà a Danilo, oggetto di insulti vergognosi e di un’aggressione insensata per aver espresso un’opinione”. L’opinione in questione, lo ricordiamo, è che la maggior parte dei pedofili sarebbero gay.