SEMBRAVO PARIS HILTON

Direttamente dalla Sala Stampa del Festival di Sanremo ecco il punto di vista alternativo e irriverente di Gennaro Cosmo Parlato.

Sala stampa – H. 1:30

Distrutto.
Mi sono alzato questa mattina con delle borse sotto gli occhi stile Paolo Meneguzzi prima della plastica.
Il menage sanremese è per tipi tosti, mica per mammolette. Un attimo prima hai la faccia che sembra il crollo di una diga; due minuti dopo devi essere splendida per affrontare paparazzi e telecamere. Sono contento di non essere lo specchio della stanza da bagno di Nada o Antonella Ruggiero: sai gli spaventi? Magie da truccatori, che a Sanremo la fanno da padroni (quest’anno più degli scorsi, vista la media anagrafica).

Io ho il mio fido Agostino, che oltre a essere bravissimo, ha anche un sorprendente e innaturale – per la categoria – aspetto virile. Ieri ha rischiato di essere scambiato per il sostituto di Robbie nei redivivi Take That, con tanto di urletti isterici di ragazzine al suo passaggio.

Take That

I fab five (adesso solo in four) degli anni Novanta me li sono guardati da vicino durante la conferenza stampa pomeridiana. Sono ancora dei gran boni, anche se un po fané. Gary Barlow al posto del culo ha una funivia. Che sia il motivo per cui, al posto di accennare qualche passo di aerobica come i suoi compagni, ha preferito far finta di suonare il pianoforte?

Ti suggeriamo anche  "Chiamami col tuo nome": i due nuovi spot per la tv dell'attesissimo film di Luca Guadagnino

Gadget caniniMentre aspettavo di essere convocato per un’intervista dalla troupe de L’Italia sul 2 ho fatto finta di chiacchierare amabilmente nel foyer dell’Ariston con Tiziana Baudo (figlia di…) mentre in realtà mi scambiavo sguardi rapaci con Nate James, che questa sera duetterà con lo svizzero Meneguzzi. Sembravamo due avventori notturni in pineta a Torre del Lago. Quando mi hanno chiamato sulla passerella per il collegamento con lo studio ho rapito un chihuahua da borsetta a uno del seguito di Paolo. La povera creatura ha avuto uno sturbo, ma per un attimo sono sembrato la Paris Hilton dei Quartieri Spagnoli. Ho passato venti minuti con il terrore che mi pisciasse addosso per la paura: vuoi mettere che scandalo una session di golden shower in diretta nazionale?

La Rossa

Mi ripeto, ma una delle cose più memorabili di questo Festival è la Pantera di Goro. Ieri si è presentata alla conferenza stampa con Faletti (suo autore) con un paio di occhiali che sembravano tirati su da un autogrill. Mi ha colpito come, malgrado le venissero indicate le postazioni dei giornalisti che le rivolgevano le domande, lei guardasse palesemente da un’altra parte. Peraltro quando risponde a una domanda sembra che su di lei sia disceso lo spirito santo tanto è ispirata.

Ti suggeriamo anche  Trono gay, minacce anonime a Maria De Filippi: "Ora tremo"

I giovaniDei giovani non mi piace quasi nessuno. Caso a parte è Fabrizio Moro, che mi si dice faccia il facchino in un albergo romano. Ho chiesto al mio agente di scoprire qual è, perché la prossima volta che sono nella capitale mi mimetizzo da valigia per farmi portare in camera.

La Nannini

Dalla sala stampa è transitata anche la Nannini, che è uno dei superospiti di domani sera. L’occasione verrà sfruttata al meglio dal manager David Zard per presentare il progetto di opera musicale su Pia de’ Tolomei. Con lei una quindicina di rapper e break dancer chicani dal nome curioso, Vagabond. Cosa c’avessero a che fare con una che è celebrata nella Divina Commedia non è dato sapere, ma si sa: la ragazza è stramba.

Staremo a vedere.

Gennaro Cosmo Parlato