Signorini spiega perché ha attaccato Giulia De Lellis, i fan dell’ex corteggiatrice si scatenano: “Fr*cio di merda”

I fan dell’ex corteggiatrice di Uomini e Donne hanno invaso il profilo di Signorini riempiendolo di insulti vergognosi. 

Lo scontro andato in onda nell’ultima puntata del Grande Fratello Vip fra Alfonso Signorini e Giulia De Lellis è stato commentato dallo stesso Signorini all’interno del salotto web #CasaSignorini.

Perché mi sono inalterato? Te lo spiego: perché tu Giulia De Lellis non puoi elencare tra le categorie disgraziate della società i gay e i drogati, perché se la De Lellis avesse detto ‘Io sono ipocondriaca e non voglio condividere la mia sigaretta e il mio bicchiere con nessuno’ io non avrei detto niente. Ma se tu mi citi i gay e i drogati vuol dire che fai delle distinzioni. Seconda cosa: se tu mi tiri in ballo le malattie e ti riferisci – perché lo hai detto tu – ai drogati e ai gay, ciascuno di noi che cosa pensa, se non all’AIDS? Pensiamo al raffreddore? Alla dissenteria? Alla mononucleosi? Direi proprio di no, perché quella per anni è – per retaggio culturale – è stata la malattia degli omosessuali”.

GUARDA IL VIDEO >>>

2 commenti su “Signorini spiega perché ha attaccato Giulia De Lellis, i fan dell’ex corteggiatrice si scatenano: “Fr*cio di merda”

  1. È uscito un bellissimo libro giallo di un ispettore tedesco che indaga solo su casi di persone che scompaiono volutamente facendo perdere le tracce di sè. Mi leggo quello perché è fonte di molta ispirazione. Anche per queste cose.

  2. Ma solo io manderei a ca***re sia Signorini di ‘sto c***o e quell’altra che non so nemmeno chi sia?
    Si tratta di due sottoprodotti della tv spazzatura, Signorini è una prostituta di Berlusconi, non ha alcun interesse a sensibilizzare realmente contro l’omofobia, il suo unico scopo è ottenere buoni risultati di share per il programma e lo fa nel modo più subdolo possibile, creando scontri e strumentalizzando argomenti importanti, così da provocare dibattiti pecorecci tra persone ignoranti e fanatiche.
    Basti vedere ciò che sta accadendo con Predolin, ormai elevato a santo salvatore del maschio eterosessuale a dire di molti giornalai e blogger.

Lascia un commento