Su Gay.tv, torna “Queer As Folk”

di

Da domenica 18 maggio 2003 alle ore 22.00 GAY.tv presenta la versione integrale del celebre serial inglese "Queer as Folk".

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
919 0

A distanza di un anno dalla prima messa in onda, GAY.tv presenta la versione integrale del celebre serial inglese “Queer as Folk”, domenica 18 maggio 2003 alle ore 22.00.
Seguito da una media di oltre 3.500.000 di telespettatori a puntata e con quattro nomination ai Bafta Award, la serie televisiva “Queer as Folk”, andata in onda sulla televisione britannica Channel 4 suscitando molto scalpore tra i media, ha riscontrato vasta eco in tutta Europa, tanto da spingere l’America a produrne un’omonima trasposizione.
La storia è incentrata sulle vite di tre giovani omosessuali di Manchester, due trentenni in carriera e uno studente, le cui vite si intrecciano tra amicizia, amore e sesso. Rapporti famigliari, avventure amorose, di sesso, di droga saranno argomento dei diversi episodi di questa serie ambientata nella bella città inglese.
Stuart Jones (Aidan Gillen), uno dei protagonisti principali, è un ragazzo di 29 anni di bel aspetto, molto ricco, arrogante ed egocentrico. Accanto a lui un inseparabile amico d’infanzia Vince Tyler (Craig Kelly), segretamente innamorato di Stuart e che per poca autostima vive conflittualmente il rapporto con gli altri uomini.
Le loro vite si incrociano ogni notte in Canal Street, la zona di Manchester che accoglie i locali gay della città e che da tempo rappresenta uno dei punti di riferimento della “scena” omosessuale inglese. E proprio da questo luogo si sviluppano le storie più diverse e complicate.
A sconvolgere la quotidianità di Stuart e Vince arriva un ragazzo di 15 anni, Nathan (Charlie Hunnam), un giovane studente, selvaggio e determinato che sino dalle prime scene della serie si capisce avere una particolare attrazione nei confronti di Stuart.
“Queer as Folk” è scritto da Russell T Davies, diretto da Charles McDougall e Sarah Harding e prodotto da Nicola Shindler.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...