Un altro coming out nei The Simpsons

di

Mr Smithers, il tuttofare di Burns, si scoprirà gay nella 27a stagione

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4996 0

Dopo quasi tre decenni di gossip e dubbi sul suo orientamento sessuale, Waylon Smithers, uno dei personaggi della saga dei The Simpsons, tuttofare del proprietario della centrale nucleare di Springfield, farà coming out nella 27a stagione dello show.

Lo ha annunciato il produttore esecutivo dei Simpson, Al Jean, al sito americano tvline.com: “A Springfield la maggior parte delle persone sanno già che è gay, salvo ovviamente Burns”, riferendosi al suo titolare, il proprietario della centrale nucleare di Springfield nonché persona più anziana e ricca della città.

Durante le puntate sono emersi di tanto in tanto anche altri particolari su Smithers che fugano ogni dubbio sul suo orientamento sessuale. Volendo fare altri esempi e citando Wikipedia: è il più grande collezionista mondiale di Malibu Stacy (una bambola parodia della Barbie); il suo appartamento è arredato nel tipico stile della comunità gay americana; lo si vede pattinare vestito con una canottiera fucsia aderente nel quartiere gay di Springfield; lo si vede in vacanza in un villaggio turistico per soli uomini; alcuni personaggi dichiaratamente gay fanno capire di aver avuto una relazione con lui; quando Telespalla Bob viene eletto sindaco per i Repubblicani, notoriamente ostili all’omosessualità, Smithers, pur avendo partecipato alla sua campagna elettorale (più che altro, per assecondare gli interessi del signor Burns), dichiara di non condividerne la politica ultraconservatrice, in evidente contrasto, come egli stesso afferma, “con il mio stile di vita”; quando Burns, alla ricerca di compagnia femminile, si reca in un locale a luci rosse, Smithers si copre il volto e inorridisce di fronte a due donne che agitano le proprie forme davanti a lui. Inoltre, nell’episodio Il notturno di Bart, risulta tra delle persone fotografate a frequentare una casa di tolleranza. Si giustifica dicendo: “È stata la mamma; mi ha detto almeno di provare”.

Durante la parata dell’orgoglio gay di Springfield tra i vari carri allegorici ce n’è uno con la scritta Stayin’ in the closet (Rimasti nell’armadio, espressione gergale americana per indicare i gay non dichiarati): non si vede chi c’è dietro la porta, ma le voci sono quelle di Patty Bouvier e appunto di Waylon Smithers.

In un episodio compra degli estrogeni da Marge, e quando lei gli fa notare che sono ormoni femminili, Smithers, in evidente difficoltà, si giustifica dicendo che gli estrogeni sono per “una persona amica intrappolata nel corpo di un’altra persona amica”.

Nonostante tutto ciò, nell’episodio I segreti di un matrimonio felice, Smithers afferma di essere stato sposato e di aver divorziato. Bart allude alla sua presunta omosessualità, ma Smithers la nega, grazie ad una iniezione che deve farsi ogni 10 minuti (di cui Smithers dà subito una dimostrazione, seguita dall’urlo “Amo le poppe!!!”).

In realtà Mr. Smithers non è il primo personaggio apertamente gay della serie tv di grandissimo successo. La sorella di Marge, Patty già nel lontano 2004 fece coming out e Duffman si scoprì essere gay nel 2008.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...