Valerio Pino su Amici: “Ho sbagliato, ma loro mi odiavano”

Un atto d’accusa contro Garrison e Steve, oltre che contro uno degli autori e la redazione del talent show. Lettere di fan non consegnate, offese e umiliazioni e poi l’errore del sesso nei camerini.

Un accorato e apparentemente sincero mea culpa quello che Valerio Pino affida alle pagine di Top a proposito della sua cacciata da Amici dopo che lui stesso aveva rivelato di aver fatto sesso nei camerini del talent show.

Ma anche un duro j’accuse verso buona parte dello staff di Amici, autori compresi.

"Se non mi vedrete mai più ad Amici è soltanto colpa mia – dice Valerio a Top, più di una volta durante l’intervista Maria De Filippi ha sempre creduto molto in me, sin da quando mi chiamò nel lontano 2003, ma io l’ho tradita". Ma è l’atmosfera che si respirava nei corridoi di Amici che diventa plumbea nei ricordi di Pino. "Maria mi ha sempre difeso dalle offese e dalle umiliazioni che subivo tutti i giorni in sala prove da Steve e Garrison – racconta -. A loro due non piaceva proprio il mio modo di ballare, così alla fine avevo tutti contro. Sì, mi odiavano tutti e addirittura c’era un autore che neanche mi salutava".

Anche la redazione, a quanto pare, non aveva in simpatia Valerio. "Ricordo che la redazione buttava le lettere delle fan dicendomi che tanto non sapevo leggere, così decisi di andar via – ricorda -. Poi mi richiamarono, dopo un anno, ma le cose non erano cambiate. Così lasciai nuovamente la trasmissione. Sono tornato dopo quattro anni. Ma in quell’occasione sono stato io a comportarmi malissimo dietro le quinte e, appunto, in camerino. Spero che Maria possa perdonarmi".

Ti suggeriamo anche  Gf Vip, Marco Predolin a Lorenzo Flaherty: "Sei troppo uomo, non ti fai schifo?"

Un ritorno a Mediaset, senza il perdono di Maria De Filippi, appare quasi impossibile. Ma è dalla Rai che Valerio Pino spera di avere una seconda chance in Italia, dopo l’esperienza spagnola. Non ci resta che aspettare sia il ritorno di Valerio che le reazioni di Amici alle sue dichiarazioni che, probabilmente non tarderanno ad arrivare.