‘Visibility Award’ alle lesbiche d’oltreoceano

di

Premi assegnati alle attrici lesbiche o che hanno recitato ruoli lesbici nel 2007 e si sono distinte per bravura o per pessime intepretazioni. Stravince 'The L Word', ma...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3030 0

Classifiche e riconoscimenti. Di ogni genere e in tutti i settori. E naturalmente non possono mancare quelle legate alla tv, alle serie e alle donne. Se poi questi ambiti si uniscono ecco che arrivano gli award 2007 per la visibilità conferiti da AfterEllen, che pesca in un bacino particolarmente nutrito di lesbiche di successo come il mondo dello spettacolo nordamericano. Diamo un’occhiata ai riconoscimenti che il famoso portale statunitense conferisce alle attrici che anche noi conosciamo grazie al successo di alcune serie tv importate da oltreoceano.

Indovinate un po’ chi vince il premio per la migliore serie con lesbiche e donne bisex scritta per la tv? Esatto, la quarta stagione di ‘The L Word’ e non ci voleva certo Nostradamus per prevederlo. Dopo la morte di dana e la battaglia per l’affidamento della bambina tra Bette e Tina, il cast ha subito dei cambiamenti che hanno segnato una svolta decisamente felice nella storia della saga. L’arrivo di Phyllis, Jodi, Tasha e Paige ha certamente dato nuova linfa. 

Ad agiudicarsi il premio come migliore personaggio protagonista lesbico o bisex in una serie tv sono, in ex-aequo Alice (Leisha Hailey) di ‘The L Word’ e Jen (Michelle Paradise) di ‘Exes & Ohs’ che in Italia non è ancora arrivata. Le nomination per questo premio erano davvero tante, ma alla fine Leisha e Michelle l’hanno spuntata grazie alla loro capacità di far sentire i loro personaggi molto vicini alle vite reali delle spettatrici (e non guasta, chiaramente, che siano davvero lesbiche anche fuori dagli schermi).

Va ancora a un’attrice del cast di ‘The L Word’ il premio come migliore personaggio lesbico non protagonista. Parliamo della new entry Tasha (Rose Rollins) che è riuscita ad entrare nel cuore delle fan molto prima del previsto.

Tasha e Alice vincono anche il premio come migliore coppia lesbica in tv.

Ma non è certo di una storia perfetta che stiamo parlando. E infatti è sempre alla famosa serie che va il premio per il peggior personaggio lesbico o bisessuale. Nello specifico, a ricevere

questo poco invidiabile riconoscimento è stata Janina Gavankar, la Papi di ‘The L Word’.

Il premio per il miglior episodio lesbico di una serie tv non specificatamente LGBT va a ‘Muffin Man’ di ‘The Sarah Silverman Show’ che negli States va in onda su Comedy Central. Il riconoscimento per la puntata peggiore, invece, va all’episodio intitolato ‘Lonelyville’ della serie ‘Law and Order: Criminal Intent’ in programmazione in Italia su FoxCrime. Nella storia, gli investigatori si imbattono in un’avvocatessa lesbica, licenziata dal precedente

lavoro per avere molestato l segretaria e che adesso è sospettata di omicidio e di manipolare sessualmente ed emotivamente un’altra donna costringendola a svolgere lavori sporchi per suo conto. Insomma, una raffigurazione che non solo non rende onore alla comunità lesbica e che per altro non è bilancata da nessun altro personaggio lesbico nella serie che incarni, invece, una visione positiva.

Jennifer Aniston e Curteny Cox (le Rachel e Monica di ‘Friends’) si reincontrano in un episodio della stagione finale di ‘Dirt’in cui la Aniston recita il ruolo della direttrice di un tabloid lesbico. Le due donne si scambiano anche un bacio durante la puntata, ma la bella ex moglie di Brad Pitt non ha affatto convinto al punto da valerle il premio di peggior personaggio lesbico ospite.

Il premio per la coppia di più alto profilo è andato a Portia de Rossi e Ellen DeGeneres, indubbiamente le più visibili e le più di successo in terra nordamericana che non perdono occasione per apparire insieme e per rendere pubblici anche aspetti della loro vita personale pur senza sensazionalismi.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...