C’è posta per Te, l’amore LGBT abbatte l’omofobia e trionfa in prima serata – i video

Maria De Filippi ricongiunge una famiglia distrutta dall’omofobia, benedicendo l’unione civile tra due donne.

Denise e Deborah convoleranno a nozze. Denise vorrebbe che i genitori e il fratello, fortemente contrariati dalla relazione tra le due ragazze, presenziassero alla cerimonia

Questa la premessa della storia raccontata ieri sera a C’è posta per Te, campione d’ascolti con oltre 5 milioni di telespettatori e il 27.35% di share. Denise vive da un anno a Milano con l’amata Debora. La ragazza, nata a Siracusa, cerca l’approvazione di mamma Mimma, papà Maurizio e del fratello Gianni, pubblicamente infastiditi da quell’amore tra due donne, tanto da averla cacciata di casa. Colpa, si fa per dire, della ‘platealità’ della povera Debora, a detta dei genitori di Denise esageratamente ‘social’ ed esposta.

“Con il ragazzo precedente è stata 8 anni assieme ed un anno di convivenza. Mia figlia non mi ha dato mai sintomo di questa tendenza”, ha precisato mamma Mimma ad una Maria De Filippi che ha provato in tutti i modi a far ricongiungere questa famiglia, implosa a causa di un amore rigettato. Il (pre)giudizio altrui che fa rima con omofobia è così sbarcato nel prime time di Canale 5, in quasi 45 minuti che hanno sottolineato la mostruosità di un odio nei confronti del ‘diverso’ che travolge persino l’affetto famigliare, l’indivisibile legame tra una figlia e i genitori, sangue del loro sangue.

“Credo sia una questione di affettività, e non di vocale finale. E’ una questione di amore, e non di ‘o’ o di ‘a’ alla fine. Lei pensa: “Se metto sui social un bacio con donna è perché sto rispettando l’amore che provo”. Non pensa di farti del male. Pensa che se io sono felice, anche mamma è felice. Capsci che non siamo di fronte ad un problema di salute. Basta che la vita vada in un verso che ti rende felice. E non ti preoccupare perché il paese parla a prescindere. E’ tua figlia quella lì, non è cambiata, è sempre lei. Denise pretende solamente di non essere sola quel giorno in comune”, ha sentenziato la De Filippi rivolgendosi a mamma Mimma, pregandola di aprire la busta. Perché amare non significa ‘plagiare’. “Siete sempre la mia famiglia, ma anche Debora presto diventerà la mia famiglia. E se mi amate dovrete accettarlo”, ha sottolineato Denise in lacrime, prima che i genitori e il fratello accettassero di aprire la famigerata bustona del programma, abbracciando la figlia e presentandosi alla ‘temuta’ Denise.

Le due donne, visto e considerato che la loro storia è stata registrata mesi fa, si sono nel frattempo sposate, con tutta la famiglia di Debora presente all’unione civile. Perché l’amore, si sa, trionfa sempre.