Emmy 2018, trionfi LGBT per RuPaul e ACS: Versace – Ryan Murphy sul palco contro l’omofobia

di

RuPaul e Ryan Murphy illuminano d'arcobaleno la nottata degli Emmy, Oscar della Tv.

CONDIVIDI
126 Condivisioni Facebook 126 Twitter Google WhatsApp
1208 0

Una 70esima edizione alquanto ‘rainbow’.

Gli Emmy, Oscar della televisione, hanno visto sugli scudi La fantastica signora Maisel (5 riconoscimenti) tra le serie comedy e Game of Thrones tra le serie drama, ma a trionfare tra le miniserie è stato American Crime Story: Versace di Ryan Murphy. Tre i riconoscimenti portati a casa dal progetto FX, ovvero miglior miniserie, miglior attore (Darren Criss) e miglior regia (Ryan Murphy), con quest’ultimo che si è reso protagonista di un potente discorso dal palco.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

L’assassinio di Gianni Versace riguarda l’omofobia, interiorizzata ed esteriorizzata”. “Una persona LGBTQ su quattro in questo Paese sarà vittima di un crimine di odio. Dedichiamo questo premio a loro … E soprattutto alle vittime di Andrew Cunanan Jeff [Trail] e David [Madson] e Gianni, e a tutte quelle persone che se ne sono andate troppo presto.

ACS: Versace aveva vinto nei giorni scorsi anche altri due Emmy, su 15 candidature in totale, per il casting e per i costumi. Serata indimenticabile anche per RuPaul, entrato nella Storia degli Emmy. Per la prima volta, infatti, uno show LGBT come RuPaul’s Drag Race ha vinto il riconoscimento come ‘miglior reality’. Non era mai successo. RuPaul, che ha conquistato il suo 3° Emmy come miglior presentatore, è salito sul palco insieme a tutte le sue drag, giustamente in festa per un’exploit a dir poco storico.

Emmy 2018 – Vincitori

MIGLIOR DRAMA
Game of Thrones

MIGLIOR COMEDY
The Marvelous Mrs. Maisel

MIGLIOR TV MOVIE
Black Mirror, “USS Callister”

MIGLIOR MINISERIE
The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story

MIGLIOR ATTORE IN UN DRAMA
Matthew Rhys, The Americans

MIGLIOR ATTRICE IN UN DRAMA
Claire Foy, The Crown

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UN DRAMA
Thandie Newton, Westworld

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UN DRAMA
Peter Dinklage, Game of Thrones

GUEST DONNA IN UN DRAMA
Samira Wiley, The Handmaid’s Tale

GUEST UOMO IN UN DRAMA
Ron Cephas Jones, This Is Us

MIGLIOR ATTRICE IN UNA COMEDY
Rachel Brosnahan, The Marvelous Mrs. Maisel

MIGLIOR ATTORE IN UNA COMEDY
Bill Hader, Barry

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UNA COMEDY
Alex Borestein, The Marvelous Mrs. Maisel

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UNA COMEDY
Henry Winkler, Barry

GUEST DONNA IN UNA COMEDY
Tiffany Haddish, Saturday Night Live

GUEST UOMO IN UNA COMEDY
Katt Williams, Atlanta

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA IN UNA MINISERIE O TV MOVIE
Regina King, Seven Seconds

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA IN UNA MINISERIE O TV MOVIE
Darren Criss, The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UNA MINISERIE O TV MOVIE
Merrit Wever, Godless

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UNA MINISERIE O TV MOVIE
Jeff Daniels, Godless

MIGLIOR CONDUTTORE DI REALITY SHOW
RuPaul Charles, RuPaul’s Drag Race

MIGLIOR REALITY
RuPaul’s Drag Race

MIGLIOR PROGRAMMA DI SKETCH
Saturday Night Live

MIGLIOR TALK DI INTRATTENIMENTO
Last Week Tonight With John Oliver

Leggi   Morgan McMichaels, drag di RuPaul si rompe una mano dopo aver preso a pugni un omofobo
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...