Toscana: gay sul treno della memoria ad Auschwitz

Arcigay e Azione Gay e Lesbica Firenze esprimono soddisfazione per l’attenzione riservata verso le persecuzioni subite dagli omosessuali nei campi di concentramento nazisti.

FIRENZE – Arcigay e Azione Gay e Lesbica Firenze esprimono la propria soddisfazione per l’attenzione riservata dalle istituzioni e dalla stampa verso le persecuzioni subite dai “triangoli rosa”, gli omosessuali nei campi di concentramento nazisti, in occasione della “Giornata della Memoria 2005”.

“La memoria di uno degli olocausti dimenticati – scrivono Andrea Panerini di Arcigay Toscana e Francesco Renda di Azione Gay e Lesbica Firenze – di persone spesso perseguitate legalmente e socialmente anche dopo l’uscita dal lager, rende un onore civile a chi lo ha promosso. Uno speciale ringraziamento alla Regione Toscana e al presidente Claudio Martini per avere creduto a questa operazione culturale e per averci invitato a prendere parte al “Treno della Memoria” che, dal 25 al 30 gennaio, ha portato anche 1200 studenti toscani ad Auschwitz”.

Omofobia

Russia, l’indecente spot che attacca le famiglie arcobaleno – video

Uno spot vergognoso, ovviamente consentito a dispetto di tutti i Pride, i film e le serie con personaggi LGBT al loro interno, da anni vietati in Russia perché colpevoli di "propaganda gay". Sulla propaganda sfacciatamente omotransfobica, invece, nulla da obiettare.

di Federico Boni