Toscana: i Verdi e le unioni civili

Importante incontro organizzato dai Verdi per sollecitare l’inclusione di norme sui diritti delle famiglie di fatto nel nuovo statuto regionale.

Facebook Twitter Messenger Whatsapp

‘La Toscana terra di liberta’. Le Unioni civili e di fatto nello Statuto Regionale. Questo è il titolo dell’incontro che si è svolto oggi a Firenze, organizzato dai Verdi.

Al convegno, hanno preso parte Fabio Roggiolani e Alessi Papini (Verdi), Marisa Nicchi (Ds) e Mara Baronti (Pari Opportunità).

L’incontro era teso a sollecitare l’introduzione nel nuovo statuto della regione Toscana, attualmente allo studio, di provvedimenti che assicurino pari diritti alle coppie non sposate, etero e omosessuali. Sollecitazione, questa, che i Verdi avevano già portato avanti in altre occasioni.

La revisione dello statuto regionale, in concomitanza con l’assegnazione di nuove autonomie alle regioni italiane, costituisce un momento storico importante per l’affermazione di diritti civili di base imprescindibili, come quello che tutela le unioni tra persone dello stesso sesso.

Ti suggeriamo anche 

Unioni Civili, assegno di mantenimento per la parte economicamente più debole: la sentenza

Omofobia

Gelato arcobaleno accusato di fare “propaganda gay” in Russia

L'ultima folle ossessione russa nei confronti della comunità LGBT riguarda un gelato chiamato "Rainbow".

di Federico Boni