Toscana Pride, Regione annuncia su FB: daremo il patrocinio

Il presidente della Toscana annuncia du Facebook di aver concesso il patrocinio al Gay Pride regionale che si terrà a Viareggio. L’assessore alla Cultura: “evento utile per affermazione del rispetto”

"Abbiamo convintamente fatto la scelta di concedere il patrocinio al Gay Pride che si terrà a Viareggio, considerandolo un evento utile per l’affermazione del rispetto e dei valori delle differenze". Così l’assessore regionale alla Cultura e al turismo della Regione Toscana, Cristina Scaletti, ha detto in Consiglio regionale rispondendo a un’interrogazione dei consiglieri del gruppo Misto che avevano chiesto i motivi per cui la Regione aveva deciso di concedere il patrocinio alla manifestazione in programma il 7 luglio.

L’assessore Scaletti ha motivato la scelta con i principi sanciti dallo Statuto regionale, laddove "prevede di tutelare tutti i cittadini, indipendentemente dai loro orientamenti politici, religiosi o sessuali", e richiamando la legge regionale 63/2004 contro ogni discriminazione circa gli orientamenti sessuali delle persone, la Carta internazionale dei diritti dell’uomo e la stessa Costituzione italiana.

Era stato lo stesso presidente poco prima ad annunciare la sua decisione su Facebook. Enrico Rossi ha scritto come suo status: "La Toscana ha dato il patrocinio al Gay Pride e si occupa di crescita, giovani e famiglie. Non vedo contraddizioni."

Ti suggeriamo anche  Arezzo, consigliere celebra unioni gay: "Insulti sul web, ma non mi fermano"
Pride

Rimini, bellissima passerella arcobaleno da spiaggia per celebrare l’Onda Pride

Dal Bagno Ventisette di Rimini arriva un gesto di assoluta vicinanza alla comunità LGBT italiana, a pochi giorni dal Pride Month e da quell'Onda Italiana purtroppo frenata dal Covid-19.

di Federico Boni