A letto con gli stilisti, in tutto il mondo

Dalla moda al settore alberghiero il passo sembra essere sempre più breve. Il nuovo capriccio degli stilisti è firmare hotel di lusso e stravaganti. Come il lupo nel letto della nuova Maison Missoni.

Alcuni ci mettono il nome, altri lo stile. È la nuova moda delle grandi Maison, che dalle passerelle passano alle receptions costruendo hotel di lusso "firmati" e fuori dalle righe. Domani sera aprirà, infatti, a Milano l’albergo dello stilista Moschino. Ironica e assolutamente chic, la Maison Moschino sarà composta da 65 camere accomunate da 16 stili differenti ispirati al mondo delle favole. Sarà possibile dormire nella stanza Cappuccetto Rosso e trovarsi nel letto con il lupo cattivo, oppure riposare nella camera di Alice e fare colazione su un tavolino a forma di grossa tazza.

I più golosi avranno la possibilità di sognare i bignè che calano dal soffitto o le torte imitate nella forma dai cuscini, mentre i romantici s’immergeranno nel forte contrasto bianco-rosso della stanza Petali, avvolti in un copriletto floreale. Il bellissimo complesso ottocentesco verrà inaugurato con un party esclusivo che vedrà ospiti come l’attrice Asia Argento nelle vesti di dj e la ballerina inglese Pixie Lott. I palati degli invitati saranno, invece, allietati dalle pietanze dello chef Cedroni, gestore di Clandestino, il ristorante della Maison.

Già da tempo gli stilisti si sono lanciati nel settore alberghiero. alcuni prestano il proprio nome all’attività, altri preferiscono occuparsi della gestione senza far comparire il loro marchio. È il caso del Carducci 76 a Cattolica e di Palazzo Viviani a Montegridolfo appartenenti alla famiglia Ferretti. Altri grandi della moda Pioniera del trend è stata, invece, Krizia con il K Club nei Caraibi (in foto), "angolo di paradiso" tra i preferiti della principessa Diana. Donatella Versace non poteva essere da meno e, sulle orme della collega, ha inaugurato Palazzo Versace, hotel extra-lusso sulla Gold Coast australiana.

Ti suggeriamo anche  Marsupio: la controversa tendenza del momento (e non solo!)

L’inconfondibile Medusa sarà, inoltre, presente in alcune stanze del Burj el Arab, famoso albergo a forma di vela di Dubai reinterpretate dalla bionda sorella di Gianni. Rosita Missoni si è occupata dello styling degli hotel aperti a Los Angeles dalla casa di moda, Philip Treacy ha personalizzato le stanze del G Hotel di Galway (Irlanda) e a Parigi Christian Lacroix ha dato il suo tocco alle camere dell’Hotel du Petit Moulin. Attesissimi anche gli Armani Hotel, una catena firmata dallo stilista piacentino che inaugurerà il primo edificio il 18 marzo sempre a Dubai, l’emirato arabo che, ormai, conta il maggior numero di letti firmati nel mondo.