CANARIE: MARE, AMICI E NIGHTLIFE

di

Un viaggio a Playa de l'Ingles? Facile e divertente: volo diretto da Bergamo, mille soluzione per l'accoglienza, una spiaggia da sogno e locali a non finire. Il costo?...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4163 0

«Vengo alle Canarie almeno tre o quattro volte l’anno. Appena posso, parto per una settimana: mare, amici, divertimento. Costa poco e stacco dal lavoro. Che vuoi di più?». Sono in tanti a fare come Lorenzo, 36 anni, di Torino, che ha scoperto Gran Canaria tre anni fa e da allora si concede spesso un viaggetto rilassante nell’isola spagnola meta gay per eccellenza. E da qualche tempo per Lorenzo, e per tutti quelli che vivono al nord, arrivare a Maspalomas è più facile grazie al primo collegamento aereo diretto che la compagnia canaria Binter ha istituito dall’aeroporto di Bergamo – Orio al Serio; in circa quattro ore e con un prezzo decisamente abbordabile (soprattutto se si prenota per tempo) si passa dalla grigia nebbia padana al caldo sole di latitudini sahariane.

Le Canarie, infatti, sono un arcipelago di sette isole nell’Oceano Atlantico di fronte al Marocco che fa parte della Spagna. Dall’aeroporto, situato nella parte centrale-orientale dell’isola, in mezz’ora d’auto o di autobus si raggiunge Playa de l’Ingles, situata nel comune di San Bartolomè de Tirajana che occupa la punta meridionale. È questa la zona in cui si concentra il maggior numero di locali gay e la spiaggia più frequentata dalle migliaia di turisti omosessuali che giungono da ogni parte dell’Europa e del mondo.

Playa de l’Ingles è il capoluogo del divertimento gay in ogni periodo dell’anno…

continua in seconda pagina^d

Playa de l’Ingles è il capoluogo del divertimento gay in ogni periodo dell’anno: qui la temperatura oscilla sempre tra i 20 e i 30 gradi, anche nei mesi invernali. È sempre estate, quindi, ma non fa mai troppo caldo, il posto ideale per godersi una vacanza che unisca al piacere del mare il divertimento della vita notturna.

Mille soluzioni per dormire

Oltretutto questa cittadina, sviluppatasi negli ultimi anni proprio grazie al turismo, ha tutto quello che serve per accogliere i visitatori di qualsiasi esigenza e portafoglio. Per l’alloggio, infatti, si possono scegliere vari tipi di soluzioni: gli alberghi sono tantissimi, di varie categorie e con molti servizi. Si va dagli hotel lussuosi, come il nuovissimo Lopesan Costa Meloneras, che vanta una enorme piscina lunga 110 metri affacciata sull’Oceano, un parco di 76mila metri quadri, più di mille stanze e un centro benessere con le migliori tecnologie, a quelli più abbordabili, come il Dunas Vital Suites, vicinissimo al centro commerciale Yumbo, sede del maggior numero di locali notturni gay e dotato anch’esso di un bellissimo centro benessere e una bella piscina centrale. Ma c’è anche la possibilità di affittare dei bungalow o delle stanze a prezzi decisamente modici.

Sei km di spiaggia

Chi arriva alle Canarie vuole ovviamente godersi il sole e il mare; a Playa de l’Ingles si trova la riserva naturale delle dune di Maspalomas, un complesso di bellezza incomparabile, con paesaggi mozzafiato. Le dune, una massa incredibile di sabbia dorata che forma profili singolari, occupano una superficie di 4 chilometri quadrati davanti a una spiaggia lunga oltre 6 chilometri. Per arrivare alla spiaggia gay, si può fare una bella passeggiata su queste colline sabbiose partendo dal Centro di documentazione sulla riserva naturale delle dune di Maspalomas che si trova presso l’hotel Riu in fondo alla Avenida de Tirajana. Da qui, procedendo lungo il sentiero per una quindicina di minuti, si raggiunge il chiosco numero 7 che si trova sulla spiaggia: lo vedrete anche da lontano grazie alla vistosa bandiera rainbow che sventola orgogliosa…

In questa zona è consentito il nudismo, e molti dei frequentatori lo praticano ma non manca chi preferisce il costume da bagno. Il sole è molto forte in ogni periodo dell’anno, quindi vi consigliamo di munirvi di crema protettiva e magari un cappellino. Se vi annoiate sulla spiaggia – difficile, vista l’alta frequentazione e la facilità con cui si può fare amicizia – potete fare una passeggiata tra le dune, dove capita anche che ci sia dell’azione.

E di notte, ce n’è per tutti i gusti

Per quanto riguarda la vita notturna, come dicevamo la maggior parte dei locali gay si concentra nel centro commerciale Yumbo, una immensa struttura su più piani che contiene ristoranti, negozi, bar, discoteche e altro ancora. Il piano terreno è quasi esclusivo appannaggio della variopinta comunità omosessuale e ospita locali per ogni tipo di frequentatore. Il punto di partenza per molti è il Nestor Pub, affollato quasi a ogni ora, molto di tendenza e frequentato dai giovanissimi. Da qui si può partire alla scoperta delle mille sorprese del Yumbo: ci sono molti altri locali simili al Nestor, cioè “semplici” bar dove bere qualcosa seduti sui tavolini che si affacciano sulla piazza centrale buttando magari uno sguardo alla gente che passa, oppure ci sono locali più “specializzati” per un certo tipo di clientela. Se amate gli show di Drag Queen potete scegliere tra molti posti, tra cui il Caffè La Belle, uno dei più famosi locali di drag al mondo, o il Ricky’s Cabaret che ospita ogni sera show scatenati e divertenti.

La maggior parte dei turisti di Playa de l’Ingles vengono dalla Germania e molti di loro si sono fermati qui per aprire dei locali. Per questo motivo il “gusto tedesco” è largamente diffuso con i suoi locali leather, bear e cruising bar. Gli amanti degli orsi hanno il loro punto di ritrovo nel piccolo ma accogliente Barenhole (La tana dell’orso), completamente tappezzato da orsacchiotti di pelouche. Molto frequentato anche il Construction, che dispone anche di una zona dark, e, pochi metri più avanti, il Cellar, che prevede come dresscode l’underwear, il naked o il jockstrap. Al piano superiore c’è il Cruise, il cui nome spiega tutto. In molti locali c’è un po’ di spazio per ballare ma se cercate una discoteca vera e propria, la migliore e più frequentata è senza dubbio l’Heaven, al piano più alto dello Yumbo: ha spesso ospiti illustri e ogni sera animazione e serate a tema. Per andare avanti dopo l’alba c’è anche il Nikki Beach, in Avenida de Tenerife a cinque minuti dallo Yumbo.

E se vi capita di desiderare di immergervi nei vapori (e il centro benessere del vostro albergo non vi lascia soddisfatti) c’è la Sauna Nilo, nel centro commerciale Cita, un altro centro che ospita numerosi locali gay, tra cui un simpaticissimo baretto nascosto in un angolo del primo piano che è il punto di ritrovo all’ora del rientro dalla spiaggia.

Ma lo spazio è ridotto e per nominare tutti i locali gay di Playa de l’Ingles ci vorrebbe un intero libro: se volete approfondire potete consultare il sito dello Yumbo o rivolgervi ad Out Travel che da anni serve il turismo italiano verso Gran Canaria.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...