GAY VILLAGE: NUOVE VACANZE ROMANE

di

Inaugurata la kermesse estiva della Capitale, quest'anno adagiata sulle sponde del laghetto dell'Eur. Tra le novità la 'Madonna week' e il drag-restaurant. E si balla nelle vasche…

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2061 0

ROMA – Non sarà stato facile per gli organizzatori del Gay Village 2006 trovarsi a ricevere l’ok da parte del Comune solo dieci giorni prima dell’inaugurazione… Tra elezioni amministrative e consueti rinvii, l’Odissea che ogni anno la kermesse omosex romana deve affrontare per portare a termine i suoi progetti questa volta è stata ancora più dura.

Ma possiamo dire che ne è valsa la pena: la location trovata per la quinta edizione è davvero bellissima. Adagiato sul parco delle cascate dell’Eur (comodamente raggiungibile anche in metro, linea B fermata Eur Palasport) il Gay Village offre panorami romantici sullo skyline del quartiere ricco di monumenti in stile imperiale tra scorci del parco e vedute sul laghetto. Ma, naturalmente, i frequentatori non vanno lì solo per godersi il panorama: con i suoi 300.000 ingressi circa ad edizione, il Gay Village è un evento europeo di largo respiro che dura quasi tre mesi (inaugurato il 24 giugno, giorno del Gay Pride di Roma, chiuderà i battenti il 9 settembre in corrispondenza della Notte Bianca nella Capitale). E naturalmente le attrattive non mancano.
Il programma musicale

Cosa si trova nel Gay Village 2006? Innanzitutto la musica: quest’anno si balla nelle vasche che normalmente contengono l’acqua della cascate. Quindi non si parla di “pista house” ma di “vasca house” e anche – naturalmente – di “vasca commerciale”. In queste due arene del divertimento si alternano Dj di diverse provenienze, come…
continua in seconda pagina^d
In queste due arene del divertimento si alternano Dj di diverse provenienze, come l’americano Robert Owens (15 luglio), il canadese Paranoid Jack (8 luglio), gli inglesi Dj Paulette (22 luglio) e Tim Sheridan (12 agosto), oltre naturalmente ai nomi noti delle serate gay romane di Omogenic Paola Dee e Valeria Dj o altri resident come Lusky Dj, Riccardo Benedetti e Francesco Assenza.
Cinema, teatro e TVPrima di dare inizio alle danze, diverse iniziative culturali occupano la programmazione serale. A farla da padrone il cinema, grazie alla collaborazione di Studio Universal che ogni giovedì alle alle 21.30 presenta film della rassegna a tematica glbt “Night and Gay”. Si parte il 6 luglio con un documentario sui “drag balls” ovvero i balli dei travestiti neri di Harem, ritratti in “Paris is Burning”.

La domenica, invece, vengono trasmessi gli episodi delle due serie TV “cult” in onda su Canal Jimmy (canale 140 di Sky) nella prossima stagione, ovvero “Queer as Folks” edizione USA e l’attesissima “Entourage” di HBO, satira pungente della vita hollywoodiana.
In collaborazione con il Piccolo Eliseo, i venerdì sono dedicati al teatro con anteprime degli spettacoli in cartellone nella prossima stagione e un ciclo di incontri sulla drammaturgia contemporanea condotti dal direttore artistico dell’Eliseo Antonio Calbi con la presenza di alcuni attori, tra i quali Barbora Bobulova, e delle presentazioni di libri a tematica omosessuale in uscita.
Dai gelati al drag-restaurantL’area del Gay Village, immersa nel verde e ricca di vialetti in cui passeggiare, è animata anche da stand di varia natura (si va dal negozio di abbigliamento per motociclisti alla agenzia che propone mutui su misura) e naturalmente non mancano alcuni bar e persino una gelateria. La novità dell’estate 2006 è però il drag-restaurant, un bel posticino

sulla terrazza affacciata sul laghetto dell’Eur dove si viene serviti da drag queen o giovanotti seminudi. Per correttezza d’informazione dobbiamo ammettere però che il menù offre solo pochi piatti freddi e qualche fritto, i prezzi non sono particolarmente bassi e il servizio… beh, drag e go-go boys sono divertenti, mica camerieri professionisti!
Nel corso della stagione il Gay Village 2006 si arricchirà di eventi speciali come la “Madonna Week” prevista dal 3 al 6 agosto in occasione del concerto romano della grande popstar, unica data italiana del suo tour, con spettacoli, live e dj setting a lei dedicati. Il Village si aprirà anche a Paesi stranieri, grazie a scambi culturali e performance organizzati in collaborazione con alcune ambasciate. Infine sono previste serate tematiche come l'”Holland Party” dell’8 luglio in occasione del 75° anniversario della tratta Roma-Amsterdam della compagnia aerea KLM.

Il Gay Village, realizzato dall’associazione Dì Gay Project Onlus di Imma Battaglia con il sostegno del Comune di Roma e con il supporto tecnico di Best Events One di Federico Assenza, è aperto dal giovedì alla domenica, dalle 21.30 alle 3.45; il biglietto di ingresso, con consumazione inclusa, è di 6 euro il giovedì e la domenica, di 12 euro il venerdì e il sabato. Per informazioni e approfondimenti sul programma www.gayvillage.it.
Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Gay Style.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...