Grenada accetterà le crociere gay…per non perdere turisti

di

La voce che l'assemblea della piccola isola caraibica volesse vietare l'arrivo delle crociere gay aveva provocato polemiche e migliaia di disdette. Il governo costretto a tornare sui suoi...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1045 0

Quando tramite le pagine del quotidiano canadese Toronto Star si diffuse la voce che l’isola di Grenada avrebbe vietato  l’attracco di navi da crocera gay, centinaia di turisti canadesi cominciarono a disdire le prenotazioni delle loro vacanze caraibiche e in molti mandarno lettere al governo del paese dello sciroppo d’acero per chiedere che venissero sospesi gli aiuti economici inviati proprio al porto di St. Georges, dove arrivano le navi da crociera.

Un danno economico non indifferente si prospettava per la piccola isoletta, al punto che il governo locale è stato costretto a fare marcia indietro e il ministro per il Turismo ha dichiarato: "Continueremo a dare il benvenuto a tutti i visitatori e lavoreremo insieme alla nostra popolazione per assicurare che le loro vacanze siano le migliori possibili. Grenada rispetta i diritti di tutte le persone di ogni luogo e di ogni stile di vita". Peccato che sotto il sole di Grenada le relazioni omosessuali siano proibite.

Leggi   Utente di un gioco online vittima di omofobia: responsabili dell'attacco bannati a vita
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...