Il lato gay dell’Oktoberfest vi stupirà

Il più grande festival al mondo con 6 milioni di visitatori, compie 200 anni. Nel programma una domenica gay e uno stand da 10 mila posti tutto lgbt . Ma Monaco offre anche molto altro.

E’ uno dei festival più famosi al mondo e, a quanto pare anche il più frequentato d’Europa, con 6 milioni di visitatori ogni anno. Stiamo parlando dell’Oktoberfest, la festa della birra che si tiene ogni anno a Monaco di Baviera e che attira visitatori da tutto il Vecchio Continente.

Nonostante il suo nome, l’oceanica festa si svolge nell’arco di due settimane a metà tra settembre e ottobre e quest’anno, infatti, l’inizio è previsto per il 18 ottobre quando il sindaco di Monaco, vestito con il tradizionale costume bavarese, stapperà la prima botte di birra colpendo il rubinetto con un martello di legno al grido di "O’Zapft is!" (è stappata!).

Da quel momento sarà un susseguirsi di Mass, i tradizionali bocali da un litro di birra ciascuno, di salsicce alla griglia, costumi bavaresi e musica.

Gli stand più grandi, i cosiddetti Bierzelte che sono circa 14 e possono ospitare fino a 10.000 persone, richiedono anche due mesi per essere allestiti nell’area di 42 ettari nella quale si svolge il festival da ormai 200 anni.

E in un evento di così vaste proporzioni non poteva mancare uno spazio riservato ai gay amanti della birra.

La parte dei leoni la fanno, com’è prevedibile, i bear, ma nella prima domenica del festival dedicata proprio alla comunità lgbt c’è spazio per tutti

La Domenica Gay nello stand Bräurosl è tradizionalmente il più grande evento gay di Monaco, dopo il Pride. E per chi vuole prendere una boccata d’aria e staccare per un po’ dal tour de force della birra, ci sono moltissimi altri eventi programmati per le due settimane che seguono l’apertura della festa. Ma i più importanti restano, naturalmente, quelli interni al festival come il RoslMonta, previsto per il 20 settembre a partire dalle 15 alla tenda Bräurosl, e il Prosecco-Wiesn che inizia alle 13.00 del 27 settembre nello stand Frischer Vroni.

Tutta Monaco è molto gay-friendly, quindi non vi riuscirà difficile trovare l’hotel o il bed&breakfast giusto dove soggiornare nei giorni dell’Oktoberfest. Sono più di tredici, infatti gli alberghi e i b&b citati dalle migliori guide gay come riferimenti per i turisti lgbt a partire dal b&b Zugspitz, fino al Carat Hotel Munich, passando per il Deutsche Eiche, il Belle Blue e l’Advokat Munchen, solo per citarne alcuni. La notte si trascorre in uno dei nove tra club e discoteche dedicati alla clientela gay: al Carmens, al Gay-T-Dance, al Doublecross, al Ny Club, al PopParty o all’U27 per chi ama ballare, mentre il Camp, l’Eagle Munich o l’Ochsengarten sono i posti giusti per chi cerca un club per soli uomini. Innumerevoli, poi, sono i bar, i ristoranti, i pub e i posti dove consumare un veloce snack prima di rituffarsi nel fiume di birra dell’Oktoberfest. Non mancano poi le saune, i sexy shop e le librrie tematiche. Monaco è facilmente raggiungibile con voli low cost da tutta Italia. Gli aeroporti da cui partono voli diretti per Monaco sono: Milano, Roma, Firenze, venezia, Verona, Genova, Torino, Bologna, Ancona, Pisa, Trieste, Bari, Napoli, Catania e Palermo.

Ti suggeriamo anche  Germania, aggressione omofoba ai danni di tre ragazzi - uno è in pericolo di vita