IL NATURISMO SENZA VELI

di

Guai a chi dice che il naturista è solo uno che ama stare nudo! Dove lo mattiamo l'amore per la natura? E non confondeteli poi con gli esibizionisti...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
19489 0

PARIGI – In estate, la smania di liberarsi dai vestiti spinge molti (e, soprattutto molti gay) a praticare il naturismo. Ma che cosa è esattamente il naturismo e chi lo pratica? La risposta viene dalla Federazione Francese di Naturismo, secondo la quale “essere naturisti è vivere la natura, vivere il proprio corpo, vivere in famiglia, fare esperienza della propria libertà. Essere naturisti è il mezzo più semplice d’essere umani”. In altre parole, il desiderio di essere naturisti è fondato soprattutto su un interesse ecologista, quello di vivere il più in contatto possibile con la natura.

La Federazione Francese di Naturismo spiega ancora: “il naturismo è un modo di vivere in armonia con la natura caratterizzato dalla pratica della nudità in comune, che ha per scopo quello di favorire il rispetto di se stessi, il rispetto degli altri e quello per l’ambiente”.

Il naturismo non è nudismo

Che si sia naturisti o nudisti, il risultato è lo stesso: la nudità condivisa in famiglia o in società all’interno di spazi specifici. Però, i naturisti negano fermamente di essere solo dei nudisti, vale a dire delle persone che semplicemente prendono piacere dal fatto di stare nudi. A differenza del nudismo, i naturisti considerano la nudità come un modo di vivere in armonia con la natura. Essere nudi non è fine a se stesso, ma è solo un mezzo per incarnare e favorire il rispetto di se stessi, degli altri e dell’ambiente. Ed è per questo che lo si pratica in famiglia e a tutte le età.

Non è esibizionismo

Il timore legittimo di alcuni è che il naturismo sia una forma mascherata di esibizionismo. Certo, occorre sottolineare che il quadro nel quale vive il naturista è un quadro autorizzato, e che la regola in quello spazio è proprio il fatto di stare nudi. Essere nudi tra altre persone nude, evidentemente, non ha per niente lo stesso significato che il desiderio di mostrarsi nudi in un luogo dove è vietato.

Secondo alcune definizioni, l’esibizionismo è una esigenza sessuale che si fonda sulla trasgressione d’un divieto. Inoltre, l’esibizionista ottiene un piacere sessuale esibendo principalmente gli organi genitali, spesso masturbandosi, davanti un terzo preso alla sprovvista.

Non è voyeurismo!

Il voyeurismo è un’altra forma di aspirazione sessuale. Il voyeurista ottiene piacere sessuale dallo spettacolo della nudità altrui o dall’osservazione di persone che fanno l’amore.

Non solo: il voyeur ama guardare senza essere visto, e non riceve nessun piacere dalla sua stessa nudità. In altre parole, è molto poco probabile trovare dei voyeur tra i veri naturisti. Anche se anche i naturisti hanno occhi, e si vedono nudi gli uni con gli altri… Ma con uno sguardo che non è voyeurista.

Sono tanti i naturisti, uomini o donne, che guardano gli altri, indipendentemente dalla dimensione sessuale, o, anche se essa è presente, lo è allo stesso modo che davanti a una persona vestita.

La nudità in famiglia vista come naturale

Per i naturisti, la questione del pudore e dell’intimità non pone problemi. In effetti, secondo questa concezione, il corpo nudo non è considerato prioritariamente come un corpo intimo ma come un corpo “naturale”, per il quale la nudità è il modo più autentico di essere se stesso. In altre parole, la questione dell’intimità e della separazione del corpo intimo svestito e del corpo sociale vestito non si pone. Sembra giustamente “naturale” che i bambini siano nudi e che condividano con i loro genitori questa forma di comunione con la natura.

Secondo la concezione naturista, la nudità favorisce lo sviluppo del bambino, gli permette di conoscere meglio il suo corpo e di accettarne più facilmente le trasformazioni. Ma a questo proposito, i bambini dei naturisti diventati adulti sono senza dubbio quelli che si trovano nella posizione più giusta per esprimere un giudizio. E infatti, gli psicologi che hanno studiato la questione affermano che in effetti i bambini di famiglie naturiste hanno in media una migliore accettazione dei loro corpi e un miglior livello di autostima.

di Gay.com France

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...