LA CLASSIFICA DEI FILM GAY

di

Volete regalarvi la pellicola più amata a tematica omosessuale? Da un sondaggio in chat, vince Ozpetek con Le Fate Ignoranti (e altri due film tra i primi dieci)....

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
27245 0

La chat è ormai uno dei mezzi più usati per conoscere nuove persone, per parlare, per condividere idee. Magari ci si trova anche l’amore. E’, comunque, uno strumento di largo uso. E può essere anche uno strumento per fare un po’ di sondaggi. Abbiamo provato a farne uno sull’indice di gradimento dei film a tematica gay, utilizzando soprattutto la chat di gay.it – sia nella pubblica che in privato di varie regioni italiane – e qualche altra chat.

In un primo momento abbiamo chiesto titoli di film gay creando, così, un elenco. Poi siamo passati alla votazione. I film “in gara” erano 47. La top ten dei film gay secondo gli utenti della chat è la seguente (la classifica completa, in fondo a questa pagina):

1 Le fate ignoranti (Italia 2000)

2 Priscilla, la regina del deserto (The adventures of Priscilla, queen of the desert, Australia 1994)

3 La finestra di fronte (Italia 2002)

4 Philadelphia (USA 1993)

5 Victor Victoria (USA 1982)

6 Maurice (Gran Bretagna 1987)

7 Amici, complici, amanti (Torch song trilogy, USA 1988) – Il bagno turco (Italia-SpagnaTurchia 1997) – In&out (USA 1998)

8 Belli e dannati (My Own Private Idaho, USA 1991)

9 Il banchetto di nozze (The wedding banquet, Taiwan-USA 1993) – Querelle de Brest (FranciaGermania 1982)

10 La moglie del soldato (The crying game, Gran Bretagna 1992)

Come si può notare Ozpetek fa la parte del leone, conquistando il primo posto con “Le fate ignoranti“, il terzo con “La finestra di fronte” e il settimo con “Il bagno turco“, a pari merito con “Amici, complici, amanti” e con “In&out“.

All’ultimo posto della classifica troviamo tre titoli a pari merito: “Billy Elliot” (Francia-Gran Bretagna 2000), “Il portiere di notte” (Italia 1974) e “The hours” (USA 2002).

Visto l’alto gradimento dei film, di certo un dvd o una videocassetta potrebbe costituire un ottimo regalo natalizio, magari con l’idea di fare anche una gara a scoprire i bloopers di tali film. I bloopers sono errori commessi nei film e sfuggiti al regista/produzione tanto che appaiono nelle pellicole distribuite. Ad esempio si tratta di blooper quando nelle inquadrature si vedono dei tecnici di scena, o un oggetto che cambia posizione ‘da solo’ da una inquadratura all’altra, anacronismi, movimenti illogici…

E nei film della top ten ci sono dei bloopers. Ne “Le fate ignoranti“, per esempio, ce ne sono alcuni simpatici. Quando la prima volta Margherita Buy si reca a casa dei gay per consegnare il quadro, vediamo che mentre cammina per strada si riflette un microfono nel vetro di un’automobile. Oppure nella scena in cui il bel Gabriel Garko è a letto sofferente e inizia a piangere si nota che la lacrima scende dalla parte alta dell’occhio e non come dovrebbe naturalmente essere dalla parte bassa, dato che ha la testa reclinata sul cuscino. E infine nella scena in cui Margherita Buy entra in aeroporto vediamo chiaramente che trascina una valigia con le rotelle. Poi c’è uno stacco di scena e la si vede apparire dalle scale mobili… senza più il suo bagaglio!

Il secondo classificato “Priscilla“, ha un blooper classico: negli occhiali da sole di Terence Stamp quando fa colazione nel deserto, infatti, si può vedere riflessa la troupe.

Anche ne “La finestra di fronte” c’è un “errore” incredibile (c’era nella versione cinematografica… speriamo sia stato corretto in quella DVD/VHS). Siamo nella scena di passione tra Lorenzo e Giovanna. Lei ha deciso di fare l’amore con lui. Ad un certo punto Lorenzo (Raoul Bova) abbraccia Giovanna (Giovanna Mezzogiorno) da dietro. Poi stringendola e girandola verso di sé, travolto dalla passione le dice: “Perché?… Stai con me Chiara… stai con me…” ecc., ecc.. Nella foga della scena Raoul Bova ha chiamato la sua partner cinematografica con il nome di sua moglie (Chiara Giordano)… e non con il nome del personaggio, che è Giovanna come lei stessa si presenta!

In “Belli e dannati“, invece, c’è la simpatica scena in cui Keanu Reeves ci parla della copertina della rivista “Male call”, quindi si rivolge a River Phoenix, in copertina di “G-String”. Fin qui, bene. Ma sullo scaffale attorno a loro, le altre riviste cambiano collocazione durante la conversazione…

Questi sono solo alcuni bloopers che sono stati notati da attenti spettatori. Forse ce ne saranno altri (uno per tutti, nel film “Sai che c’è di nuovo” – The next best thing, USA 2000 – che nella nostra classifica si è collocato al 26 posto troviamo all’inizio del film, l’attore è in macchina e sta ascoltando “Bongo Bong”, canzone di Manu Chao del ’99. Peccato che la scena si svolga 7 anni prima! Sbagliare una canzone in un film di Madonna sembra proprio una barzelletta…).

“Alla ricerca di bloopers” potrebbe essere quindi, un gioco divertente e nuovo per trascorrere insieme le prossima festività natalizie. Diversi di questi film sono disponibili, con offerte interessanti, sul sito www.cleptomania.it

1 Le fate ignoranti
2 Priscilla, la regina del deserto
3 La finestra di fronte
4 Philadelphia
5 Victor Victoria
6 Maurice
7 Amici, complici, amanti – Il bagno turcoIn&out
8 Belli e dannati
9 Il banchetto di nozze – Querelle de Brest
10 La moglie del soldato
11 Il prete
12 La legge del desiderio – My beautiful laundrette
13 Segunda piel
14 Il talento di Mr Ripley
15 Another Country – La scelta
16 Il matrimonio del mio migliore amico
17 A proposito di Willy
18 Qualcosa è cambiato – Sebastiane
19 Il più bel giorno della mia vita – Uomini, uomini, uomini
20 East is east
21 A Wong Foo, Grazie di tutto! Julie Newmar – Beautiful thingHappy together
22 Ai cessi in taxi
23 L’oggetto del mio desiderio
24 Amor de hombre – La gelata precoce
25 Poco più di un anno fa – diario di un pornodivo
26 Amore a prima vista
26 Sai che c’è di nuovo
27 Prima che sia notteTabù-Gohatto
28 Krampack
29 Presque rien
30 Cruising – Il club dei cuori infranti – Prick up your ears
31 Lontano dal Paradiso
32 Billy Elliot – Il portiere di notte – The hours

di Roberto Russo

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...