LA VERSILIA IN VETRINA

di

Dal 28 settembre al 1° ottobre 2006 Viareggio e Torre del Lago ospitano, per la prima volta in Italia, il Symposium dell'IGLTA. Un'occasione unica per il turismo gay...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1173 0

Cos’è l’IGLTA?

Da oltre 30 anni l’IGLTA – International Gay and Lesbian Travel Association – mette in rete oltre 1.000 enti turistici nazionali e regionali, tour operator, agenti di viaggio, catene di alberghi, linee aeree e media interessati ad una delle più nuove ed interessanti nicchie del mercato turistico internazionale, quella rappresentata dalla minoranza LGBT (lesbica, gay, bisessuale e transgender). Scopo dell’associazione senza fini di lucro è quella di far conoscere alle organizzazioni di settore quali siano le destinazioni gay e gay friendly da consigliare a 70 milioni di persone. A tanto ammontano i turisti gay e lesbiche che ogni anno viaggiano verso le destinazioni di sicuro interesse gaio. Si parla di Sitges, Mikonos, Ibiza, Barcellona, Ft.Lauderdale, San Francisco, tanto per citarne alcune.
La Versilia
Il Consorzio Friendly Versilia mira ad aggiungere a questo lungo elenco di località, appunto, la Versilia, da anni meta del turismo GLBT nazionale ma anche d’oltre frontiera. Per far questo ha affidato ad Outtravel, , il principale tour operator gay e lesbico italiano, l’organizzazione di un Simposio per permettere agli operatori turistici di tutto il mondo di testare le opportunità gay e non gay della striscia costiera toscana.Stati Uniti, Francia, Belgio, Spagna, Gran Bretagna, Canada, Germania e Messico, sono solo alcuni dei paesi che tramite i loro delegati parteciperanno all’evento.
Continua in seconda pagina^d
Stati Uniti, Francia, Belgio, Spagna, Gran Bretagna, Canada, Germania e Messico, sono solo alcuni dei paesi che tramite i loro delegati parteciperanno all’evento. La Versilia dal canto suo metterà in vetrina le sue potenzialità tramite le Aziende di promozione turistica, le associazioni alberghiere, i tuor operator locali. Ad aprire i lavori sarà il Sindaco di Viareggio Marco Marcucci e il vicepresidente della Provincia di Lucca ed Assessore al Turismo Patrizia Petrucci.
Il turismo gay in Italia

«La nostra associazione internazionale – dichiara John Tanzella, l’italo-americano Direttore Esecutivo dell’IGLTA – ha scelto di tenere per la prima volta un suo evento in Italia, sostanzialmente per premiare, dimostrare il nostro supporto ed incoraggiare ulteriormente lo sviluppo che la comunità gay italiana ha avuto in questi anni. L’Italia è una destinazione assolutamente unica al mondo, Viareggio in particolare ha acquisito una importanza crescente sulla scena turistica gay e lesbica internazionale e con questo Symposium abbiamo inteso dare a Friendly Versilia una visibilità internazionale».
In effetti l’Italia è da sempre meta turistica privilegiata per gay e lesbiche, nonostante il nostro paese non abbia mai investito in promozione turistica specifica verso questo target, con l’eccezione della Versilia. Nel 2005, proprio l’Italia è stata scelta come destinazione dell’anno da Outtraveler, una delle più note riviste di viaggi gay al mondo. In termini di incoming verso l’Italia, si può stimare che almeno 2 milioni di gay e lesbiche stranieri visitino ogni anno il nostro paese.
La situazione all’estero è diversa. Si stima che i soli turisti LGBT statunitensi generino un fatturato di 65 milioni di dollari all’anno, circa il 10% dell’industria turistica americana. Questo segmento di mercato, già così importante, si ritiene possa ulteriormente crescere come risultato della diminuzione della pressione sociale negativa nei confronti dell’omosessualità.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...