Norvegia gay-friendly: i luoghi e gli indirizzi per viverla al meglio (tutto l’anno)

Dalla magia naturale dei fiordi, passando tra i locali LGBT+ alla moda, ecco cosa fare e vedere per vivere la Bergen gay-friendly.

Per molti viaggiatori LGBT+ l’estate significa Mykonos o Formentera. Per altri, invece, può avere ben altro significato. Se non sapete ancora dove poter organizzare un viaggio gay-friendly unico, la Norvegia sarà sicuramente la meta perfetta per rendere indimenticabile e unica la vostra estate in Europa.

La Norvegia da scoprire: partiamo da Sognefjord

Qual è il modo più romantico, magico e avventuroso per cominciare a conoscere il lato gay-friendly della Norvegia? Senza dubbio è partire alla scoperta di Sognefjord e dei suoi fiordi. Arrivare in questa piccola cittadina significa vivere un’esperienza di viaggio sensazionale e che difficilmente dimenticherete. Come si capisce dal nome della città, qui l’attrazione numero uno sono appunto i fiordi, spettacoli fenomeni naturali celebri in tutto il mondo.

E poi, da vivere anche la Sognefjord gay-friendly!  Da sempre una scoperta continua, che parte dal sole di mezzanotte fino alle escursioni fatte a bordo di un gommone cavalcando le acque blu intenso che circondano la piccola cittadina che ha ispirato il capolavoro Disney “Frozen”.

Ma la natura non è la sola protagonista a Sognefjord: il bello è l’ospitalità, l’interazione che ognuno di voi potrà avere con la gente del posto, organizzando con loro lunghe passeggiate, pranzi unici e chiacchierate meravigliose, oppure soggiornare per qualche giorno al Kvikne’s Hotel, l’hotel gay-friendly di Sognefjord. Il luogo perfetto per unire svago, benessere e arte in soli pochi giorni. Qui ad ogni stagione dell’anno, potrete regalarvi dei momenti indimenticabile di quiete e pace e con una vista su scorci che tolgono il fiato.

La città gay-friendly per eccellenza: Bergen

Non fatevi ingannare dalla pioggia e dalla sua architettura gotica: Bergen è davvero una delle città gay-friendly da appuntare subito in agenda. Infatti, è una delle mete più colorate del nord Europa.

Una città piena di locali, alcuni anche molto stravaganti, ristoranti alla moda e persino un centro d’arte contemporanea, che vi farà innamorare della città sin dal primo sguardo. Non a caso, ogni anno a giugno, Bergen ospita uno dei Pride più attesi di tutta Europa, ricco di ospiti e balli tradizionali. Insomma, tutti ingredienti che fanno della seconda città più visitata in Norvegia la vostra prossima meta gay-friendly da vedere subito.

Pronti a farvi incantare da Bergen? Ecco cosa vedere

La città è ricca di negozi, molti turistici ma alcuni anche di grandissimo fascino. Li troverete proprio passeggiando tra le vie del quartiere più antico di Bergen, ora patrimonio UNESCO: Bryggen. Con le sue antiche case colorate, è diventato negli anni uno dei punti più fotografati e amati dalla comunità dei viaggiatori LGBT+ d’Europa e non solo. Qui potete ancora ammirare tutto il fascino della storia del porto marinaro attraverso ristoranti tipici, gallerie d’arte indipendenti e persino numerose botteghe artigianali. Tutti ingredienti per diventare la vostra prima tappa alla scoperta della Bergen gay-friendly.

Tra le tante meraviglie che la città offre, il mercato ittico è uno di quei posti immancabili se si vuole davvero vivere, anche per un solo istante, la Bergen da veri insider. Un posto che ha un fascino unico e delizioso, e che grazie ai piatti a base di salmone, carne di foca o di renna e balli folkloristici diventa una delle mete in cui potrete godervi l’atmosfera di questo meraviglioso posto, anche seduti in riva al mare.

Ancora lontano dalle classiche rotte turistiche è il museo Kode, uno dei più importanti in città, e tra i più spettacolari in campo design, musica e arte. Sorge accanto al Lille Lungegårdsvannet, un laghetto ottagonale naturale situato in centro città. Ma la lista di cose da appuntare in agenda non finisce qui: da non perdere una passeggiata al tramonto sulla cima del Monte Fløyen.

I migliori locali LGBT di Bergen dove fare serata

Iniziamo la nostra guida 2019 ai locali LGBT di Bergen da un piccolo paradiso, che specialmente durante il Pride si trasforma in qualcosa di davvero speciale: il Finken, uno dei primissimi gay bar della zona.

The Sailor è senza dubbio una delle disco più famose in città, e tra i locali gay-friendly più in voga a Bergen nei fine settimana. Vi stupirà con i suoi spettacolari drink, i giochi di luce e l’ottima musica da pista da ballo. Imperdibile!

La Bergen gay-friendly nasconde anche una (piacevole) sorpresa. Stiamo parlando del ParkNattbar. Una meraviglia di locale, dove potrete incastrare divertimento con piacevoli nuovi incontri, e che siamo sicuri trasformeranno la vostra serata in qualcosa di davvero emozionante. Uno dei posti più belli e da provare subito!

Articolo a cura di Giuseppe Giulio

Ti suggeriamo anche  New York, i consigli "friendly" da un local per il World Pride 2019