Nudi e con le ruote. Ecco i ciclisti del Fremont Festival

Nudi per protesta contro la dipendenza dal petrolio. È lo scopo del World Naked Bike Ride che, scontrandosi con il Summer Solstice di Seattle ha dato vita al festival più stravagante del mondo.

Viaggiare nudi in bicicletta per le strade di tutto il mondo. Si tratta del World Naked Bike Ride, manifestazione internazionale in cui i moltissimi partecipanti si mettono in moto su trasporti a propulsione rigorosamente umana per protestare pacificamente contro la dipendenza del mondo moderno dal petrolio. Skater e bikers senza limiti di età pronti a celebrare ogni anno l’individualità e la potenza del proprio corpo, mostrandolo in tutta la sua bellezza.

Il primo Naked Bike Ride celebrato in Spagna a Saragozza ha dato il via a una lunga serie di eventi in collaborazione con altri gruppi di attivisti. La coalizione più riuscita è forse quella con il comitato del Fremont Fair street festival di Seattle che ogni anno intorno alla metà di giugno organizza una grande parata per festeggiare, in nome dell’arte, l’arrivo dell’estate. Un week-end di follia che il 19 e il 20 giugno 2010 attirerà nella città dello stato di Washington più di 100.000 persone pronte ad esprimere la propria creatività in ogni forma possibile e immaginabile.

Il body painting è una delle trovate più riuscite per aggirare la legge che vieta di esibire le parti intime in pubblico. E così calzini "strategici", applicazioni in lattice liquido, tutine color carne e ingannevoli trompe l’oeil hanno evitato l’arresto dei partecipanti rendendo la sfilata una vera e propria manifestazione di creatività. A Seattle, città che si è auto-proclamata "centro dell’universo" si vive secondo il motto "Delibertus Quirkus", cioè sentendosi liberi di essere eccentrici.

Ti suggeriamo anche  Detenuto gay picchiato e violentato dal compagno di cella. Risarcito con 750.000 dollari

La non convenzionalità del luogo è legata ad una storia di contro-cultura che, anche se influenzata dal capitalismo degli ultimi decenni, gli permette di rimanere una città assolutamente fuori dalle righe e ne sono una chiara dimostrazione l’enorme statua di Vladimir Lenin eretta nel centro della città o il gigantesco razzo posizionato sul tetto di una costruzione nel quartiere di Fremont.

Chiunque fosse intenzionato a sperimentare il nudismo "da strada", totale o parziale che sia, e difendere al tempo stesso una buona causa, può seguire tutte le tappe del World Naked Bike Ride sul sito ufficiale dell’organizzazione www.woldnakedbikeride.org e personalizzare il proprio corpo in modo da renderlo unico nella più pazza e svestita corsa ciclistica del mondo.