Salonicco gay-friendly: ecco perché è un viaggio da fare (subito) per una vacanza pazzesca

Siete alla ricerca di una meta gay-friendly diversa dal solito? Ecco perché prenotare ora una vacanza a Salonicco, tra sport e natura.

Abbiamo visto l’arte e la cultura che fanno di Salonicco un museo a cielo aperto. Abbiamo visto le sue culture, i suoi monumenti e il suoi panorami spettacolari. Siamo passati per le sue vie, per i bar e i ristoranti, fino alla Salonicco gay-friendly, scoprendo una città aperta, dove il divertimento è assicurato!

Salonicco offre molteplici possibilità. Oltre alla storia, chi ama viaggiare, scoprire posti nuovi e fare sport avrà pane per i suoi denti! Basta spostarsi poco fuori la città per avventurarsi in antichi monasteri, impervi sentieri di montagna, o rilassarsi per i piccoli borghi o in riva al mare. A voi la scelta!

Salonicco e dintorni: i luoghi da non perdere

  • Comune di Volvi: la meta perfetta per tutti. Mare, montagna e lago, ogni visitatore qui sarà soddisfatto. Ch ama il mare avrà l’imbarazzo della scelta tra 8 spiagge con bandiera blu nel golfo di Strymonikos, e per questo è una meta estiva molto frequentata. Per chi preferisce le temperature più rigide, non può perdersi il lago Volvi e tutti i suoi sentieri che conducono a castelli degli antichi imperi, tombe, bagni termali e monumenti naturalistici che ripagheranno tutta la fatica dell’escursione.
  • Ossa: a 40 km da Salonicco e 650 metri sul livello del mare, Ossa nel comune di Langadas, è un piccolo centro un tempo famoso per i suoi calzolai, una tradizione che però si è persa nei secoli. Una piccola città immersa nel verde, con vigneti biologici, e ricco di storia; si tratta infatti di uno degli insediamenti più antichi, caratteristici e pittoreschi.
  • Spiaggia di Calcidica: a sud-est di Salonicco, è la meta preferita sia per i turisti che per chi vive a Salonicco. Acque cristalline, spiagge con calette, pinete, e decine di villaggi turistici: a Calcidica troverete una meta estiva senza eguali nelle tre penisole Kassandra, Sinthonia e Athos. E se preferisci una vacanza in completo relax, Calcidica riserva delle spiagge disabitate, dove vivere appieno la natura.
  • Città di Kavala: un panorama incredibile grazie all’anfiteatro sulla costa macedone e sul mar Eegeo. Siti archeologici, musei, monumenti di epoche passate: Kavala è un tesoro di arte e cultura, con centinaia di siti Unesco, una varietà incredibile di flora e di fauna e 105 km di coste frastagliate.
Ti suggeriamo anche  Zurigo da vivere: musica e teatro per tutta l'estate

  • Monte Athos: un luogo dedicato alle persone più religiose. Un faro spirituale per la fede cristiana ortodossa, un punto accessibile solo dal mare, e riservato solo agli uomini. Le donne non possono accedere, ma possono fare la mini crociera proposta intorno al monte. Difatti, il monte è una zona monastica. Per chi non è interessato alla religione ma all’avventura, il monte Athos è alto 2033 metri ed è una zona che attira centinaia di scalatori, che possono raggiungere la cima arrampicandosi.
  • Monastero Panagia: un altro luogo religioso per eccellenza, celebre per la sua bellezza. Molti i pellegrini che ogni anno raggiungono questo luogo sacro, in vista della festa della Madonna, il 15 agosto.
  • Alsos: definito il boschetto di Aristotele, il posto giusto per “sperimentare” tutte le scoperte del filosofo, grazie alle attrezzature interattive messe a disposizione. Passeggiando per il giardino, potrete rifocillarvi al bar ammirando il mare e l’imponente statua del filosofo e scienziato greco.
  • Olimpo: è la montagna più alta della Grecia, e la casa degli dei. Sentieri, percorsi e rifugi accompagnano chi vuole raggiungere la vetta Mytikas, a 2.918 metri di altezza. La passeggiata lungo tutta la montagna mostrerà panorami incantevoli, flora e fauna, per un’esperienza unica.
  • Fort Roupel: un’area di 6.100 metri quadrati, ad oggi l’unico forte della Seconda Guerra Mondiale rimasto intatto. Oltre ad essere un’attrazione turistica molto frequentata, è anche un memoriale per tutti i soldati greci caduti in battaglia.
  • Grotta di Petralona: scoperta nel 1959, è una delle reliquie più importanti non solo della Grecia, ma del mondo intero. Infatti, la grotta era utilizzata come rifugio da persone e animali carnivori. I resti ritrovati sarebbero da collocare nel periodo di transizione che separa l’Homo Erectus dall’Homo Sapiens.
Ti suggeriamo anche  La Zurigo gay-friendly ti aspetta: i principali eventi 2019 da non perdere

Siete amanti dello sport? Ecco qualche idea per vivere una vacanza sportiva

Lo sport a Salonicco è di casa. Senza lasciare la città, ci sono dei centri all’aperto dedicati al movimento dove i tessalonicesi e i turisti solitamente praticano sessioni di yoga, pilates e percorsi da fare in bicicletta o jogging, nuoto, Kettlebell e TRX. Principalmente, questi posti si trovano a Nea Paralia, ma anche a Fragma Thermis, Krini Marina e Kalamaria. In questo modo, si potrà fare movimento scoprendo nuovi posti della città, unendo un’ambiente tranquillo e panoramico al benessere fisico.

Cultura, innovazione e sport assieme: è possibile!

Hai mai sognato di scalare montagne, fare snowboard e acrobazie aeree senza lasciare il centro città? Non è fantascienza, al WE Multiplex tutto questo è già realtà. Il centro “WE” è stato realizzato per coloro che vogliono praticare sport adrenalinici ma non possono allontanarsi troppo. Al WE è presente un simulatore di sport sulla neve per chi ama lo sci o lo snowboard, una parete da arrampicata, una pista di pattinaggio e un’area riservata per gli esperti dell’arte aerea.

Il WE Multiplex mette a disposizione anche un’area di 600 mq per concerti, mostre d’arte, spettacoli teatrali o eventi artistici.

Le stazioni sciistiche

La Grecia, e Salonicco in particolare, offre molte possibilità agli amanti degli sport invernali, con moltissime piste da scii.

Ti suggeriamo anche  New York, i consigli "friendly" da un local per il World Pride 2019

  • Una delle più famose è quella di 3-5 Pigadia, la quale si trova sul lato ovest del Monte Vermio, tra i 1.430 e i 2.005 metri di altitudine. E’ qui che le squadre nazionali vengono per allenarsi, offrendo piste di tutti i gradi di difficoltà. E se non amate sciare? Ci sono anche percorsi per fare trekking, mountain bike, parapendio e deltaplano.
  • Tra i più antichi c’è il centro sciistico di Sali, a 1.530 metri di altezza, fondato nel 1934. Qui si sono svolte diverse gare nazionali, con 17 piste per un totale di 14 km, ci sono zone riservate allo snowboard e a chi pratica fuoripista.
  • Il centro di Elatochori sul lato est del monte Pieria ha un’altezza di 1.450 metri. Una vista spettacolare sul monte Olimpo e sul fiume Aliakmonas contribuiscono alla bellezza di questo posto. Oltre alle 10 piste riservate a sci e snowboard, c’è la possibilità per i più piccoli (e non solo) di utilizzare lo slittino. Uno chalet su due piani completa il centro.
  • Lailias offre invece le piste realizzate lungo la catena montuosa Vrontous, a 1.600 metri. La pista più grande misura 1 km di lunghezza e 60 metri di larghezza, e una parte è riservata agli sciatori principianti. Tutta la pista è illuminata anche di notte, offrendo la possibilità di una discesa notturna. La vicina foresta è molto frequentata dagli escursionisti per i suoi sentieri che permettono di ammirare animali nel loro habitat naturale.

In collaborazione con l’Organizzazione di Turismo di Salonicco.
Per informazioni visita il sito.