UN BEL CORPO INVITANTE…

Roberto da Arezzo, secondo a Mr. Gay Italia 2002. Personal trainer e body builder, sogna la tv e il suo idolo è Schwarzenegger. "La bellezza rende tutto più facile", dice. E infatti, guardatelo….

Clicca qui per la galleria di foto di Roberto Badii

La prima impressione che si ha guardando una foto di Roberto, è quella di un uomo irraggiungibile e scostante, uno di quelli che se lo incontri in discoteca e provi a parlarci si allontana senza nemmeno rispondere… Ma Roberto, fortunatamente non è così. Anzi, tutto il contrario: "amo divertirmi nelle serate in disco e parlare con più persone possibili – ci racconta – amo ballare e togliermi la maglietta quando sono in mezzo alla pista il sabato sera".

Roberto Badii ha partecipato poche settimane fa al concorso Mister Gay Italia 2002, dove si è classificato al secondo posto. "Mi sono divertito moltissimo – racconta – mi piace stare in mezzo ai concorrenti, mi piace il confronto, la sfida e mettere in gioco me stesso". E’ per questo che Roberto, che nella vita fa il personal trainer ad Arezzo, aveva partecipato anche al concorso Mister Friendly Versilia dello scorso anno. Un "habitué" dei concorsi di bellezza maschile, dunque? Lui ride e si giustifica: "ho iniziato per pura e semplice curiosità e per sfogare il mio istinto da esibizionista".

Ora Roberto fa il personal trainer e il consulente in nutrizione dello sport: ha cominciato a fare body building a 18 anni, perché troppo magro, ed è stato persino per tre anni in Inghilterra dove ha frequentato stage di nutrizione e allenamento insieme ai grandi campioni del body building inglese. "Comunque – confessa – il mio idolo in assoluto è il grande e inimitabile Arnold Schwarzenegger".

Quanto credi sia importante per un gay la cura del corpo?

Ti suggeriamo anche  Daddy is cool, ma occhio alla cura della pelle

Per mia esperienza mi sono accorto che avere un bel corpo invitante rende tutto più facile nei contatti con gli altri… insomma non hai bisogno di chiedere. Può essere anche un’arma a doppio taglio, però, nel senso che molti ti vedono come oggetto di piacere sessuale trascurando i lati più profondi della tua personalità. Ma anche questo fa parte del gioco.

Raccontaci il tuo rapporto con la tua omosessualità.

La mia omosessualità è la mia vita, ed io amo immensamente ogni giorno della mia vita! Ho scoperto di essere gay con la scoperta del sesso. Ho sempre desiderato i ragazzi e i loro corpi e le mie prime esperienze gay le ho avute a 17 anni. Nei primi anni vivevo una doppia vita: di giorno con la mia ragazza e di notte con i ragazzi. Poi mi innamorai del mio primo ragazzo, Glyn e con lui trovai la voglia di dichiararmi senza problemi cominciando dalla mia famiglia. Da quel momento non ho mai più nascosto la mia omosessualità e vivo tutto con estrema normalità e felicità. Con Glyn ho diviso tappe importanti: lo ringrazio per esserci stato e per essere presente tuttora nella mia vita e nel mio cuore.

Sembri uno che crede molto nell’amore e nella coppia. Sei fidanzato ora?

Credo fermamente nell’amore e credo nella coppia gay, in due tutto è più facile. L’amore è il sentimento che completa l’ uomo. Non dimentichiamoci che tutti siamo nati da un gesto d’amore. La mia ultima relazione è finita poco tempo fa. Con Francesco, l’ultimo ragazzo che ho avuto, ho riscoperto l’amore e ho ritrovato la felicità di essere innamorato. Grazie Francesco di avere aperto nuovamente il mio cuore all’amore. Lui è meraviglioso, fantastico, bellissimo, sensuale e i suoi occhi si aprono su un’acqua marina capaci di ipnotizzarmi il cuore in qualsiasi momento.

Che relazione hai con la tua città? Molti dicono che le città di provincia come Arezzo sono invivibili per i gay.

Ti suggeriamo anche  Daddy is cool, ma occhio alla cura della pelle

E’ vero che una città come Arezzo non offre molto come locali o punti di ritrovo gay e questo è un gran peccato. Ma io non sono assolutamente d’accordo che ci siano città invivibili per i gay! Quando una persona accetta la sua vita e se stesso cercando sempre un dolce equilibrio tra autostima e felicità sono sicuro che può vivere la sua omosessualità in qualsiasi parte del mondo.

Cosa vorresti che il secondo posto a Mister Gay Italia ti portasse?

Mi piacerebbe avere dei contatti con il mondo della tv, partecipare a trasmissioni con tematiche gay (Gay Tv, Good As You, ecc…), essere il ragazzo immagine per un’azienda di integratori, insomma tutto ciò che è divertente!

Clicca qui per la galleria di foto di Roberto Badii