VACANZE ROMANE AL VILLAGE

Dal primo agosto nella Capitale: un’estate all’insegna di benessere e diritti, cultura e spettacolo. Con uno spazio dedicato ai bambini, per affermare la genitorialità gay.

ROMA -. Sarà il primo Villaggio rivolto alla comunità gay, ma non solo. Lo slogan è infatti: Finalmente un posto esclusivo dove non si esclude nessuno.

L’iniziativa è stata presentata in Campidoglio.La conferenza stampa ha avuto come relatori l’ Assessore allo Sport Gianni Rivera, il Presidente della Commissione Sport Enzo Foschi, l’ideatore del Progetto Gay Village e amministratore di Best Events One Federico Assenza, e Imma Battaglia presidente della Onlus Dì Gay Project che ha patrocinato il progetto.

La Terrazza Caffarelli al Campidoglio si è riempita di volti più o meno noti alla comunità Gay: grande soddisfazione e partecipazione all’iniziativa. che prenderà il via Il primo Agosto. Ma già dal 29 Luglio l’Area dell’ex Mattatoio trasloca per dare spazio al Gay Village, che conterrà anche il Villaggio del Benessere, un’iniziativa all’avanguardia , nel panorama nazionale e internazionale, a Testaccio nel cuore di Roma , circolo virtuoso tra le attività proprie del luogo più legate all’intrattenimento, e quelle della salute e del benessere.

L’obiettivo del Gay Village globale è comunicare e permettere l’integrazione sociale attraverso la conoscenza e l’affermazione della cultura gay e lesbica.

L’iniziativa , come spiega Imma Battaglia, si propone di creare un appuntamento fisso da inserire nell’ambito degli eventi estivi romani al fine di permettere un’ aggregazione tra le diverse identità gay in spazi aperti, “Fuori dal Ghetto”; di intensificare attraverso la cultura , una corretta informazione sulle tematiche gay, rivolta a gente comune; di far aumentare un turismo di grossa levatura culturale ed economica quale quello della popolazione gay e lesbica, e di sostenere i progetti di Dì Gay Project..

Ti suggeriamo anche  Philip Boots, Mister Rubber Italia 2015, ci apre le porte della realtà rubber in Italia

Gli stand, i ristoranti, i bar saranno gestiti da personale gay e parte del ricavato della manifestazione servirà a finanziare il progetto di Di Gay Project sulla genitorialità omosessuale , per l’organizzazione a Roma, nel luglio 2003, della prima conferenza mondiale dei genitori di gay, lesbiche e transgender.

E arriviamo al punto forte di tutta la conferenza stampa: proprio per affermare il diritto alla maternità e alla paternità gay, all’interno del Villaggio ci sarà uno spazio interamente dedicato ai bambini, il children corner: Un villaggio nel villaggio, gestito da personale qualificato in cui anche gli ospiti più piccini verranno assistiti, custoditi e stimolati con attività luudico-ricreative a loro misura.

Il Villaggio del Benessere, che gode anche il Patrocinio del Comune di Roma-Politiche Sportive- Dipartimento Cultura Sport e Toponomastica, si presenta come una vera e propria palestra estiva, la cui organizzazione tecnica è affidata ai Dabliù.

Oltre 100 mq di Body Building e Cardio Fitness, 50 Bikes di Spinning, Rowing, maestri del massaggio orientale- shatsu, tibetano, energetico, corsi di yoga. Corpo anima e …bellezza: è prevista infatti anche l’apertura di un grande centro estetico

Il cartellone del Gay Village che aprirà i battenti il 1° Agosto offrirà intrattenimento e cultura , tra musica , discoteca , teatro, video e fumetti.

Primi a salire sul palco saranno gli Alcazar, Seguirà lo spettacolo in esclusiva di Platinette il 19 Agosto, l’esibizione di Ivan Cattaneo il 26 e quella di Viola Valentino il 9 settembre . Il 5 e l’8 agosto sarà volta del rock di David Circus e dell’elettrorock degli Elettrodust.. Dal 22, ogni giovedi e venerdi, protagonista sarà il teatro. Dal 2 agosto si volerà tra cinema e documentari.

Ti suggeriamo anche  Philip Boots, Mister Rubber Italia 2015, ci apre le porte della realtà rubber in Italia

Info:www.gayvillage.it.

Fino al 15 settembre , dalle 17 alle 2, ingresso settimanale 15 euro.

di Monica Giovannoni