VERSILIA SUPERGAYA

Vacanze 2 – Si rinnova la scena gay di Torre del Lago. Cambia look il Mama mia, c’è un nuovo bed and breakfast. Così comincia la festa, nella costa toscana al top delle gay-holidays.

Clicca qui per la galleria di foto del locale
Clicca qui per la galleria di foto dei frequentatori

TORRE DEL LAGO – Estate a tutto gay, la Versilia apre le danze. E la gay-scene di Torre del Lago, su quella marina risorta a nuova vita da quando è diventata ‘friendly’, si rinnova grazie anche alla ristrutturazione dei locali decisa dal Comune di Viareggio. E se durante il giorno la lunga spiaggia gay della Lecciona, nel meraviglioso Parco naturale, continua ad accogliere i fanatici dell’abbronzatura tra le sue dune, la pineta e il mare, è di notte che alle spalle della spiaggia si fa festa.

Il disco-bar Mama mia, completamente rinnovato e appena inaugurato, si presenta con un’architettura che osa molto, firmata dall’architetto viareggino Giacomo Cordoni, che si è richiamato nei materiali al look “baracca selvaggia” che fino allo scorso anno caratterizzava tutti i locali della Marina di Torre del Lago, e l’ha trasformato in una sciccheria: una struttura a due piani in legno, rame e policarbonato, il pavimento in ardesia cinese, due bar esterni e uno interno, oltre alla terrazza panoramica alla quale, ma solo nel week end, si accede solo su prenotazione. Il Mama mia, tempio del divertimento gay in Versilia, ospiterà per la serata del Mardi Gras a Ferragosto nientemeno che Platinette e Amanda Lear, due icone gay che più gay non si può.

Sempre sulla Marina, a pochi passi dal Mama mia, anche il Boca Chica continua ad essere gay friendly e si è specializzato da quest’anno in un pubblico più misto, soprattutto durante i Saturday night dance. Si balla senza soluzione di continuità, lungo tutta la marina, in pista e sulla strada, davanti al bar e sulle terrazze a mare. E dall’altra parte della Marina, c’è sempre il Frau Marlene, storica discoteca gay prediletta dai trans. Per una cena sul mare, non c’è che l”imbarazzo della scelta: numerosi i ristoranti di pesce, le pizzerie, e da quest’anno perfino un ristorante cinese.

Ti suggeriamo anche  La vacanza gay-friendly lungo lo Stivale: mare o montagna?

La serata dell’inaugurazione, con lo show delle Hostess di Volo, ha visto al Mama mia numerose personalità: il presidente onorario Arcigay nonché parlamentare Ds Franco Grillini ha issato la bandiera arcobaleno. C’erano anche il presidente di Legambiente e parlamentare della Margherita Ermete Realacci, e Carlo Carli dei Democratici di sinistra. Accanto a loro, Marialina Marcucci, presidente del Cda dell’Unità, e Stefano Maestrelli presidente del Parco.

Per chi vuol prenotare una lunga vacanza versiliese, c’è un nuovo bed and breakfast gay, il “Libano”, messo su da un ex carrozziere di Navacchio che ha deciso di chiudere la sua carrozzeria e si è buttato anima e corpo nel turismo gay. Ora fa bed and breakfast in Versilia, a Torre del Lago, in via Tabarro (tel. 335.5955290). Torre del Lago, particolare di non poco conto, è incastonata tra il verde del lago di Massaciuccoli e il verde azzurro della pineta del Parco Nazionale di Migliarino – S. Rossore.

Il nome completo del paese di mare è però Torre del Lago “Puccini” , perché ha dato i natali al Maestro, e conserva la sua casa trasformata ora in museo. A poca distanza da Torre del Lago ci sono Pisa, con la sua Piazza dei Miracoli conosciuta in tutto il mondo, e Lucca, racchiusa dalle mura Medievali che la rendono un gioiello di rara bellezza. Da non perdere Pietrasanta con le sue sculture en plein air, Forte dei Marmi meta vip con i suoi negozi ultralusso, la passeggiata di Viareggio con l’architettura liberty a incorniciarla.

Ti suggeriamo anche  Arezzo, consigliere celebra unioni gay: "Insulti sul web, ma non mi fermano"

Clicca qui per la galleria di foto del locale
Clicca qui per la galleria di foto dei frequentatori

di Demetrio Fury