Via i vestiti, ecco le spiagge nudiste più famose del mondo

Trip Advisor, il più famoso sito di consigli per viaggiatori, stila la classifica delle spiagge nudiste più conosciute. Al primo posto la cittadina francese in cui si fa proprio tutto senza veli.

Il sito per viaggiatori Trip Advisor ha lanciato la top ten delle spiagge nudiste più frequentate e più belle del mondo, l’ideale per chi desidera passare un’estate piccante o per chi sente il bisogno di liberarsi da ogni pudore e riprendere contatto con la natura. Cap d’Agde, in Francia, si piazza al primo posto guadagnandosi il titolo di "luogo più libertino d’Europa". In questo piccola cittadina situata a sud della Francia, infatti, vedere gli abitanti con gli indumenti sembra essere un evento più unico che raro. Dal supermercato alle passeggiate, lì, il dress code impone la pelle nuda. Medaglia d’argento per la teutonica isola di Sylt definita "l’isola più bella della Germania". Le sue spiagge immacolate sono frequentatissime da gruppi di naturisti. Al terzo posto la trasgressiva Santorini; a nord dell’isola ellenica, precisamente nella porzione di costa caratterizzata da grandi massi color del fuoco chiamata, appunto, Red Beach, molti avventori decidono di liberarsi dal superfluo e prendere un’abbronzatura integrale.

Con un clima medio annuale di 30° Orient Beach, una spiaggia situata nei Caraibi e più precisamente a St.Martin, tenere indosso i vestiti è praticamente impossibile, per questo la spiaggia dall’acqua cristallina si merita un bel quarto posto nella classifica di Trip Advisor. Anche le isole Baleari possono vantare un angolo di paradiso in cui, proprio come nell’eden, ogni indumento è d’impiccio: la spiaggia ES Trenc, in cui per spogliarsi completamente è consigliato proseguire oltre il primo tratto, oltre la zone "topless only". Sesto posto per l’isola di Rügen, in Germania, in cui bagnanti più o meno vestiti si rilassano in riva al mare. Largo ai doppi sensi per la posizione numero sette occupata da Banana Beach, nell’isola di Giacinto, che diede i natali ad Ugo Foscolo. Il luogo da sempre protagonista di racconti epici, sembra adesso più famoso per le frequentazioni naturiste. Niente pudori anche sulla spiaggia di Gran Saline a Saint-Barthélemy, sempre nei magici Caraibi, che si aggiudica l’ottavo posto della piccante classifica.

Ti suggeriamo anche  Parties, Pride, Film festival, ma soprattutto i leggendari Balli: Vienna coinvolge ed emoziona.

Non poteva che chiamarsi Paradise Beach la più celebre spiaggia nudista di Mykonos che tra aperitivi a ritmo di musica house ospita una gran quantità di bagnanti nudisti. Per l’isola greca il sole preso in costume adamitico è ormai una tradizione che va avanti da anni, in quanto è storicamente uno dei primi rifugi di questo tipo. Ultimo (ma non meno meritato) posto per Valalta, una spiaggia di Rovigno, in Croazia. Ubicato in uno scenario naturale mozzafiato il campo naturista della zona celebra questa estate il quarantesimo anno di frequentazione, a dimostrazione del fatto che l’esigenza di abbandonare le proprie inibizioni e lasciarsi coccolare dai raggi del sole, anche dove di solito non lo lasciamo battere, non è in alcun modo legata al crescente desiderio di mostrarsi o di trasgredire, ma ad un piacere meramente primordiale.