Aids: il vaccino favorisce il contagio

La nota casa farmaceutica Merk ha commissionato la sperimentazione di un vaccino anti-hiv per poi fare una scoperta terrificante: il farmaco favorisce l’ingresso del virus. I volontari sono gay.

La sperimentazione del vaccino contro l’Aids che stava avendo corso in Sudafrica è stato bloccato questa settimana dopo che una sperimentazione sorella nel Nord America ha dimostrato di non essere efficace. Non solo, ma i risultati sul vaccino in questione hanno dimostrato che la cura potrebbe adirittura aumentare il rischio di infezione.

I ricercatori infettivi del Sudafrica hanno contattato le centinaia di volontari che hanno preso parte alla sperimentazione negli scorsi mesi avvertendoli che il vaccino potebbe facilitare l’ingresso del virus nell’organismo. 19 di loro, in realtà, hanno già contratto l’Hiv.

È possibile che il vaccino iniettato abbia causato modifiche al sistema immunitario rendendolo più vulnerabile all’ingresso del virus dell’Aids.

«Questo è il mio incubo peggiore» ha affermato il capo degli ispettori per lo studio del vaccino Glenda Gray al Washington Times. «Non ho dormito per giorni. Sono pronta a ritirarmi da tutte le sperimentazioni per il resto della mia vita».

Secondo il Times i ricercatori di Capetown hanno iniziato a contattare gli 800 partecipanti già da martedì. La maggior parte di loro sono stati contattati tramite sms.

Negli Stati Uniti il vaccino della Merk, questo il nome della casa farmaceutica che ha commissionato la sperimentazione, ha avuto luogo in quindici città diverse incluse Boston, Los Angeles e New York. Nel resto del mondo stavano andando avanti altri studi analoghi: in Perù, Haiti e in Australia.

Ti suggeriamo anche  HIV: Chiara Atzori, l'infettivologa dell'ospedale Sacco di Milano sostenitrice delle terapie riparative

Secondo il portavoce della Merck, la maggioranza dei volontari americani sono uomini gay.