Alla Sapienza si parla di identità trans, lesbica e gay

Convegno glbtiq il 12 e il 13 maggio ospitato nella facoltà di Psicologia de L’Università La Sapienza, con lo scopo di informare e contrastare idee spesso confuse su omosessualità e transessualismo

Roma – Si terrà domani e dopodomani, nella facoltà di Psicologia, presso l’Università La Sapienza di Roma, il convegno "Io sono, io scorro: identità trans, lesbica e gay in Italia", organizzato da giovani psicologi e psicologhe, neo-laureati/e e studenti/esse.

Un’iniziativa che si inserisce nel quadro di tematiche di enorme rilevanza culturale, scientifica e sociale di cui si sente la mancanza in ambito accademico e in generale nel dibattito culturale del paese. Grazie anche alla partecipazione di importanti nomi della cultura e della psicologia italiana, il convegno ha lo scopo principale di informare e promuovere la conoscenza per contrastare idee confuse e spesso sovrapposte su omosessualità e transessualismo. L’esigenza di affrontare queste tematiche diventa sempre più pressante in questo momento storico, che vede laicità e principi democratici dello Stato messi a dura prova dalle ingerenze oscurantiste della Chiesa Cattolica, e di alcune parti del mondo politico, con le loro manifestazioni di piazza (vedi Family Day) e le loro esternazioni sempre più stigmatizzanti a mezzo stampa e TV. Mentre nelle strade, nelle scuole, nelle case, dilaga subdolamente la violenza omofobica e transfobica.

Le due giornate hanno entrambe una parte introduttiva in cui si cercherà di delineare il profilo culturale, storico e sociale di omosessualità e transessualismo, così come il rapporto complesso che hanno avuto e continuano ad avere con psicoanalisi e psichiatria. Sarà data particolare importanza alle teorie più recenti e a nuovi indirizzi di studio (lesbian, gay, queer, gender studies) che in Italia ancora non trovano l’adeguato spazio. Si proseguirà, durante le due giornate, affrontando questioni attuali ed emergenti come l’omofobia, la genitorialità lesbica e gay, il transessualismo in età evolutiva e la transfobia.

Ti suggeriamo anche  Roma, associazioni LGBT compatte dopo l'ennesima aggressione ad una coppia gay: 'subito una legge contro l'omofobia'

Tantissime le personalità di spicco presenti, dal mondo del giornalismo e quello della psicologia. come Concita De Gregorio, Vittorio Lingiardi, Francesco Billotta, Roberto Baiocco, Luca Chianura, Nicola Coco, Domenico Di Ceglie, Margherita Graglia, Francesco Gnerre, Porpora Marcasciano, Maddalena Mosconi, Monica Pasquino, Anna Rita Ravenna, Aldo Felici e Chiara Lalli, senza dimenticare attese tavole rotonde con le associazioni glbtiq più importanti del panorama nazionale, come Libellula, MIT, Di’Gay Project, Arcigay, Arcilesbica, MarioMieli, CGIL e Agedo.

Il 12 e il 13 maggio, nella facoltà di Psicologia, presso l’Università La Sapienza di Roma, "Io sono, io scorro: identità trans, lesbica e gay in Italia". Questo il programma ufficiale:

12 Maggio: Omosessualità nella storia, nella cultura e attraverso le teorie

Chair: Concita DE GREGORIO

9.00-9.45: Saluti della preside Maria D’ALESSIO, del vicepresidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio Paolo CRUCIANI.

9.45-10.15: “Rapporto fra omosessualità e psichiatria” (Margherita GRAGLIA)

10.15-10.45: “Omofobia, minority stress e terapie riparative” (Vittorio LINGIARDI)

10.45-11.15: “Una questione di diritti. Panorama europeo e situazione legislativa italiana” (Francesco BILOTTA)

11.15-11.30: Coffee Break

11.30-13.00: Proiezione lungometraggio: Improvvisamente l’inverno scorso

13.00-13.30: Dibattito

13.30-14.30: Pranzo

14.30-15.00: “Omosessualità: una storia culturale” (Francesco GNERRE)

15.00-15.30: “Genere e Discorso” (Monica PASQUINO)

15.30-16.30: Spazio Call for papers

16.30-16.45: Coffee Break

16.45-17.15: “Genitorialità lesbica e gay” (Chiara LALLI)

17.15-17.30: “Una ricerca sulla genitorialità” (Roberto BAIOCCO)

Ti suggeriamo anche  Riapre il Parlamento, rimosso a Roma murales con bacio Salvini-Di Maio

17.30-18.30: Dibattito

13 Maggio: Identità fuori norma: transessualismo e transfobia

Chair: Anna Rita RAVENNA

9.30-10: “Transessualismi" (Porpora MARCASCIANO)

10.00-11.30: Tavola rotonda: “L’esperienza romana e il SAIFIP” (Luca CHIANURA); l’aspetto giuridico (Nicola COCO) e medico (Aldo FELICI, Ferdinando VALENTINI)

11.30-11.45: Coffee Break

11.45-13.00 Lectio Magistralis: Gender Identity Disorder, Gender Incongruence and Diversity: "What’s in a name" (Domenico DI CEGLIE)

13.00-13.30: Dibattito

13.30-14.15: Pranzo

14.15-14.35: "L’importanza del confronto con le diverse realtà internazionali: evoluzioni del Servizio per il Sostegno all’Identità di Genere" (Maddalena MOSCONI)

14.35-15.45: Spazio Call for papers

15.45-16.45: Tavola rotonda con le associazioni: Libellula, MIT, Di’Gay Project, Arcigay, Arcilesbica, MarioMieli, CGIL, Agedo.

16.45-17.00: Coffee Break

17.00-18.00: Tavola rotonda coordinata da Giovanni ANVERSA: L’esperienza sul proprio corpo.

18-19: Dibattito e Chiusura

di Federico Boni