Atleti gay in cerca di divertimento

di

Roma invasa dagli sportivi omosessuali per l'assemblea europea dello sport gay e lesbico. Con un programma ricco di feste ed eventi mondani.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1663 0

Non ci saranno solo conferenze e dibattiti nei quattro giorni dell’assemblea europea dello sport lesbico e gay in programma a Roma dal 28 febbraio al 2 marzo. Anzi: una volta tanto atleti e accompagnatori non si ritroveranno per seguire un calendario fitto di impegni agonistici e avranno così energie a sufficienza per godersi i tanti appuntamenti dedicati alla socializzazione. Gli ospiti italiani, Arcigay Roma, Gruppo Pesce Roma e Agenzia per lo sport della Regione Lazio, hanno pensato a tutto per accogliere degnamene nella capitale i novanta delegati – e i loro accompagnatori – attesi per questa assemblea annuale della European gay and lesbian sport federation (Eglsf).

L’occasione per lo sport glbt italiano è ghiotta: questi eventi internazionali consentono di raggiungere una visibilità anche presso la stampa nazionale che aiuterebbe molto nel caso si decidesse di organizzare nel nostro paese una grande kermesse sportiva, come gli Eurogames che si svolgeranno a Barcellona a luglio di quest’anno o gli OutGames 2009 di Copenhagen o i Gay Games di Colonia 2010. E già qualche ipotesi viene avanzata: forse non tutto sarà pronto per accogliere gli Eurogames del 2011 ma qualche evento internazionale di rilievo potrebbe esserci: "Abbiamo già presentato al ministero competente richiesta per i fondi destinati agli eventi sportivi internazionali con un progetto relativo a un torneo gay/lesbico – annuncia Fabrizio Marrazzo, responsabile sport per Arcigay – Sapremo la prossima settimana se il progetto verrà finanziato".

Intanto l’attenzione è tutta su questa assemblea annuale dell’Eglsf: giovedì 28 febbraio a partire dalle 22.30, Arcigay aprirà ai delegati Preppy, il suo party settimanale che da qualche mese accoglie all’Heaven di via Porta Ardeatina il popolo gay romano con un mix musicale che spazia dal pop al revival, dal rock all’electro. Per la serata di giovedì, il Preppy si dedicherà al culto del corpo (e come poteva essere altrimenti con tutti quegli atleti in giro per la sala?) con go go boys e go go girls dai corpi luccicanti e gli interventi della "special queen" Zazà l’Etoile e della pin up drag La Lucrezia.

La giornata di venerdì è dedicata alla "Gender conference", un’occasione preziosa per discutere delle tematiche di genere nello sport, e in quello omosessuale soprattutto. Al centro di questa realtà, almeno in Italia, c’è sicuramente la presenza femminile che fatica ad emergere come segnalano tutte le associazioni sportive gay-lesbiche attive nel nostro paese, da qualche mese riunite nel coordinamento nazionale Gay Sport Italia. La conferenza si avvale della collaborazione di due "gender trainer" tedeschi che condurranno i cinque workshop per fornire indicazioni e spunti di riflessione ed è prevista una lezione sulla teoria di genere tenuta dall’eurodeputata socialista Donata Gottardi. L’evento clue sarà al pomeriggio sulla Terrazza del Vittoriano in Campidoglio con il cocktail di benvenuto ufficiale.

Si entra nel vivo dei lavori nella giornata di sabato con la assemblea che prevede una serie serrata di iniziative dalle nove del mattino alle otto di sera. Ma a sera ci si potrà trastullare con l’animazione del Gorgeous all’Alpheus, la discoteca a Ostiense famosa per aver ospitato per anni il party di Muccassassina. Nella doppia sala house si esibirà, insieme al "resident" Yuri, Gabriele Cutrano dall’Heaven – Pegaso di Londra, mentre J. Kay condurrà la musica nella sala pop e la mitica Paola Dee curerà la doppia sala per donne.

Domenica, dopo la fine dei lavori prevista per le ore 14.30, è stato organizzato un tour per la città di Roma per il quale è indispensabile prenotarsi in fase di registrazione. Dopo di che, arrivederci alla prossima occasione.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...