CATTIVI RAGAZZI

Una ricerca americana rivela che i gay hanno pessimi comportamenti: abusano di droghe e alcol e fanno sesso non protetto con gli sconosciuti. Perché? Questo non lo dicono…

NEW YORK – Alcune recenti scoperte di uno studio condotto in America lasciano stupefatti: l’abuso di alcol e droga è diffusissimo, così come il sesso non protetto. Lo studio “Explore” è il primo grosso progetto negli USA che intende esaminare in maniera approfondita il comportamento diffuso tra gli uomini gay, per capire cosa porti alla infezione da HIV come punto finale della condotta dei partecipanti.

Dal gennaio del 1999 al febbraio del 2001, 4.716 uomini sieronegativi sono stati iscritti nello studio che ha toccato sei città statunitensi. Tra questi uomini, il numero medio di partner era sei, ma il 42 percento degli uomini ammessi allo studio ammettevano di aver avuto dieci o più incontri sessuali in quel periodo. Nella maggior parte dei casi, non si conosceva lo stato sierologico dell’altra persona.

Il 48 % degli uomini hanno avuto un rapporto anale ricettivo (sono stati scopati) senza preservativo, il 45 % hanno praticato pompini ricevendo l’eiaculato in bocca, e il 55 % ha penetrato il partner senza condom. Un quinto degli uomini sottoposti all’esame hanno riferito di aver adottato, in un certo momento, tutti e tre i comportamenti descritti sopra.

Il 26 % ha bevuto alcol per almeno tre giorni ogni settimana, e l’11 % erano da considerare “bevitori abituali” (cioè bevevano più di quattro drink al giorno, o più di sei drink ogni volta che bevevano).

La marijuana è la droga che più facilmente viene usata (46 percento), seguita dal popper (37 percento). L’Ecstasy e la cocaina vengono dopo (24 e 19 percento) con le anfetamine (soprattutto lo speed) per ultime (12 percento).

I ricercatori hanno collegato i dati relativi all’uso di alcol e droga con il sesso non protetto. Nel report si legge: “Gli interventi rivolti agli uomini che fanno sesso con altri uomini devono trattare anche in maniera diretta l’uso di alcol e droghe. Preoccupa particolarmente l’alta percentuale di partecipanti che riferisce di usare droghe e fare sesso non protetto con partner di cui non conoscono lo status sierologico, cioè il comportamento sessuale più a rischio che ci sia”.

Di conseguenza, il report “sottolinea il bisogno di strategie efficaci riguardanti il comportamento pensate per prevenire l’infezione tra” uomini gay.

Forse, però, potrebbero essere fatte ricerche approfondite sul perché i gay abusino così di droga, perché si ubriachino con tanta facilità e perché, conseguentemente, scopano senza preservativo.

di Laurence Gibson – Positive Nation

LEGGI ANCHE

Storie

Donald Trump all’America: ‘basta HIV/AIDS entro dieci anni’ (ma ha...

Dopo aver dichiarato guerra alla ricerca, Donald Trump promette la fine dell'epidemia HIV/AIDS entro il 2030. Insorgono le associazioni LGBT.

di Federico Boni | 6 Febbraio 2019

Storie

Regno Unito, ‘zero trasmissioni di HIV entro il 2030’

Peccato che la Brexit potrebbe compromettere il piano. La maggior parte delle forniture di PrEP sono importate privatamente dall'UE.

di Federico Boni | 30 Gennaio 2019

Storie

Dentista caccia sieropositivo, l’associazione nazionale lo difende: le parole del...

Botta e risposta tra il Gay Center e l'ANDI Associazione Nazionale Dentisti Italiani, che è così intervenuta sul caso della...

di Federico Boni | 14 Gennaio 2019