DEFINIZIONE MUSCOLARE

di

Bruciare grassi e scolpire il corpo in poche settimane

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1432 0

Dopo mesi e mesi di allenamento è arrivato finalmente il momento di far emergere i muscoli nitidi e compatti sotto la pelle, liberandoli dallo strato di grasso che li offusca?

Benissimo. Quanto tempo avete? Se volete fare le cose con calma, su CanaleFitness troverete le istruzioni per raggiungere l’obiettivo “definizione muscolare” in 16 settimane, ma… se per ragioni varie, competizioni o altro, avete bisogno di definirvi in meno tempo bisognerà ricorrere a degli stratagemmi per consumare il grasso più velocemente: ve ne suggeriamo due.

Andare a correre a digiuno

I nostri muscoli, sottoposti ad uno sforzo, attingono energia immediatamente dal glicogeno muscolare ed epatico: una sorta di riserva di calorie che, in condizioni di riposo, dura mediamente 12 ore. Ora, normalmente se ceniamo alle 20:00, ci corichiamo, e ci svegliamo alle 8:00, passano proprio 12 ore.

Se compiamo uno sforzo atletico appena alzati, senza fare colazione, il nostro organismo, a corto di zuccheri, è costretto ad attingere energie direttamente dal grasso presente nel corpo.

A lungo andare poi, abituando i muscoli a lavorare in mancanza di glicogeno, il meccanismo di utilizzazione dei lipidi nel nostro corpo migliorerà. Con questa strategia bruceremo più grassi anche a riposo.

Sorge però un problema: quando il glicogeno è scarso, oltre al grasso vengono utilizzate anche le nostre preziose proteine muscolari come energia. Gli aminoacidi più colpiti sono i ramificati (leucina, isoleucina, valina). Per preservarci quindi dalla perdita di preziosa massa magra, conviene prendere un integratore, a base di queste sostanze prima della corsa: il contenuto della pastiglia verrà utilizzato al posto delle vere proteine muscolari.

Dopo la corsa, è importante fare subito un’abbondante colazione per reintegrare il glicogeno muscolare e non ritrovarci, 2 o 3 ore più

tardi, in preda ad una pericolosa crisi di fame.

Il “pieno” di glicogeno muscolare, che il corpo affamato si affretterà a fare, terrà lontane le crisi di fame per tutta la giornata e potremo utilizzarlo nel pomeriggio per la seduta di pesi

La doppia seduta con pranzo solo proteico

Un’altra strategia per “convincere” il nostro organismo ad utilizzare gli acidi grassi è la doppia seduta con pranzo solo proteico. Quando le nostre sedute di allenamento tra pesi e attività aerobica arrivano a durare 1 ora, sarebbe meglio spezzarle in due brevi sedute giornaliere, una al mattino e una al pomeriggio. Se a pranzo evitiamo la pasta e tutti carboidrati, le fibre muscolari alla seconda seduta saranno ancora una volta a secco di zuccheri e i livelli di insulina nel sangue saranno molto alti.

Ci troveremo quindi in una condizione che facilita la fuoriuscita degli acidi grassi e l’utilizzazione degli stessi da parte dei muscoli, che è proprio il nostro scopo!

Se però ritenete che il vostro sia un caso di allenamento un po’ più particolare e avete dei dubbi da chiarire, contattate direttamente gli esperti di body building, alimentazione e integrazione su CanaleFitness.com

di CanaleFitness

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...