DUE PADRI PER UN BEBÈ

di

Un lettore chiede delucidazioni sulle tecniche che consentirebbero a una coppia gay di concepire un embrione con il patrimonio genetico dei due. Ma l'esperto ridimensiona: "La cosa è...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1335 0

Caro Leo, ho sentito parlare di un articolo uscito su Focus tempo fa, che spiegherebbe che sarebbe teoricamente possibile concepire un embrione umano con il patrimonio genetico di due maschi. Il procedimento consisterebbe nell’ estrarre il nucleo (con il patrimonio genetico della donna) dall’ovocita e sostituirlo con il nucleo di uno spermatozoo di uno dei due maschi e poi fare fecondare il nuovo ovocita con lo spermatozoo dell’ altro… Il nascituro in questo caso potrà essere solo di sesso maschile.
Mi piacerebbe sapere qualcosa di piu al riguardo, perchè questa cosa è diventata una specie di sogno da quando ho provato vero amore verso un ragazzo. Attualmente sono single, ma in futuro mi vedo insieme a qualcuno (almeno lo spero) e il mio sogno piu grande sarebbe di avere un bambino, mio e del mio partner. Lo so, è solo teorica la cosa, come la clonazione del resto ma quest’ultima sicuramente da qualche parte del mondo qualcuno è riuscito a fare. Riguardo a questa nuova teoria di concepire un bambino da due uomini hai mai sentito parlare se qualcuno ha intenzione di metterlo in pratica? Lo so, alcuni cominceranno a farci venire due scatole mettendo avanti la religione, ma secondo me la scienza e la religione sono due cose opposte che non possono incontrarsi.
Io credo in Dio, ma non nella falsità e nell’ipocrisia della Chiesa che vorrebbe farci rimanere dei creduloni ignoranti per poterci comandare e far vivere con i paraocchi. Ma ancora nel 2003 possiamo credere ad Adamo ed Eva? Ma se poi così fosse x moltiplicarsi i loro figli con chi si sono accoppiati? con i fratelli e le sorelle o con la madre? Un incesto? Mah! Per non parlare poi di Sodoma e Gomorra, ma come si puo credere a simili invenzioni create dalla mente fantasiosa di uomini dell’epoca? La cosa che mi fa star male è che alcuni ragazzi Cristiani che si scoprono gay o bisex soffrano per queste cose. Gente.. Svegliatevi!
Beh sono andato fuori tema non voglio discutere di religione perchè la cosa sarebbe lunga e poi non voglio di certo offendere nessuno, io credo in Dio e lo credo di una bontà inimmaginabile, che non bada di certo al fatto se amo un uomo o una donna. Ma la cosa che mi entusiasma è la scienza e l’intelligenza dell’uomo!
Grazie x l’attenzione e spero di ricevere una tua risposta.
cordiali saluti
Ramon

Caro Ramon,
a me non risulta che siano in corso studi di questo genere e mi sembrerebbe strano che qualcuno ci pensasse seriamente! A me pare che tu semplifichi un po’ troppo la nascita di un figlio che non è mai solo un fatto biologico!
Ma anche restando sul piano della biologia il meccanismo che tu ipotizzi non esclude affatto le donne (per fortuna, aggiungo io). Dove infatti trovereste, tu ed il tuo futuro compagno, una donna che gentilmente vi fornisca un ovulo? e dove una donna che si prenda il disturbo di tenere per 9 mesi questo ovulo nella sua pancia e poi partorisca un figlio all’unico scopo di rendervi padri?
Inoltre mi pare che tu abbia le idee confuse rispetto al DNA che non è contenuto solo nel nucleo ma anche nel citoplasma che circonda il nucleo e precisamente in certi organelli che si chiamano mitocondri. Negli esseri umani il DNA mitocondriale è ereditato esclusivamente dalla madre! (per capirci se tu sei maschio è perché tua madre ti ha dato il cromosoma X e tuo padre quello Y ma il tuo DNA mitocondriale proviene esclusivamente da tua madre).
Quindi come vedi le cose sono più complicate di quello che sembrano! Non entro nelle considerazioni che fai sulla religione ma vorrei invitarti ad essere più cauto nel tuo entusiasmo per la scienza. La scienza senza la coscienza (religiosa o laica che sia) rischia di creare delle mostruosità. Non dimenticare, per esempio, che molti scienziati hanno ritenuto che l’omosessualità fosse una malattia e ne hanno cercato non solo le cause ma anche le cure…
Ciao!
Francesco Allegrini

di Francesco Allegrini

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...