IL PIACERE DEL PARTNER

di

Quando dare piacere è più importante di prenderlo.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2209 0

Salve,

dato che vorrei una risposta veramente sincera, sarò molto sincero.

Mi chiamo Fabry e, pur avendo 22 anni, sono alla prima esperienza da gay.

I problemi dell’ "accettarmi" sono stati il tema della mia vita fino ad ora, ma adesso il problema è tutt’altro.

Mi sono "innamorato" di un ragazzo di 17 anni. Questo amore non è completamente ricambiato (ancora, spero!), ma sta vivendo uno strano stadio.

Lui odia il suo BELLISSIMO corpo e odia farsi vedere in giro. Ciò ha portato a vederci solo pochissime volte.

Arrivo subito al punto. A letto, nelle tre volte che ci siamo visti, Lui ha raggiunto 8 volte l’orgasmo, io solo 2, ed entrambe "da me". Anche durante la penetrazione il mio corpo non "reagiva" (non ho provato tante sensazioni).

Non so se il problema è fisico o mentale. Lui mi ha detto che non "provo" molto forse perchè la pelle lì è molto spessa (può mai essere?).

Il fatto di non "sentire" molto non mi pesa affatto. Godo molto quando Lui prova piacere su di me, ma la mia domanda è proprio questa: "Sono normale o, comunque, è normale, in casi come il mio, godere e sentirsi appagati soltando facendo godere il partner".

Infatti, io mentre sono con Lui sto benissimo, soltanto quanche volta ripensando a quello che abbiamo fatto mi viene da pensare che potrei per Lui essere soltanto una valvola di sfogo dei suoi ormoni. Questo mi fa sentire male.

Il mio problema è sicuramente psicologico. In effetti non so con precisione perchè Vi sto scrivendo. Forse vorrei (cosa un po’ difficile. Lo so!) che mi spiegaste comportamenti suoi.

E’ normale che Lui sia a tal punto ""schifettoso"" da non apprezzare molto i miei baci? Mi sento a pezzi.

Scusatemi profondamente per il disturbo e vi ringrazio della vosta infinita pazienza!

Fabry

Caro Fabry,

innanzitutto grazie per esserti rivolto a noi. La tua richiesta é sapere se é normale sentirsi appagati "facendo godere il partner": ricavare piacere dalla gratificazione sessuale del proprio compagno é qualcosa di moto bello e in questo non c’è nulla di anormale!

Tuttavia tu scrivi che durante i rapporti sessuali non provi "tante sensazioni": forse questo é dovuto più ad un aspetto psicologico che ti blocca e non ti fa provare tutto quello che vorresti!

Le prime esperienze sono sempre particolari, belle ma difficili: dai tempo ad entrambi di conoscervi e di godere della vostra intimità in

maniera sempre più completa! Inoltre in ogni relazione di coppia per raggiungere una buona intesa occorre parlare e confidare le proprie emozioni: parla al tuo partner delle tue paure e chiedi a lui quali sono le sue; forse scoprirai che non sei il solo ad avere dei timori e delle insicurezze e ciò vi avvicinerà maggiormente!

Prova a riflettere su questo e se hai ancora bisogno di noi puoi scriverci ancora. A presto.

di Ist. di Sessuologia Clinica

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...