La pillola anti-Aids è una realtà

di

Svolta nella cura dell'Aids. Dal prossimo anno verrà commercializzata una sola pillola che sostituità tutte le attuali. Semplificata, dunque, la complicata terapia antiretrovirale.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1427 0

Niente più frigoriferi portatili per conservare i medicinali, niente più sveglie notturne che ricordano di assumere il farmaco, niente più orologi ai polsi per non dimenticare l’ora esatta cui assumere la pillola.

La Commissione Europea a un anno dall’approvazione da parte della FDA americana e a pochi mesi dal parere favorevole del Chmp, il Comitato di valutazione dell’Emea per i farmaci a uso umano, ha espresso parere positivo per ATRIPLA, un’associazione dei tre farmaci che attualmente sono impiegati nella terapia contro HivAids (efavirenz 600 mg/ emtricitabine 200 mg/tenofovir disoproxil fumarate 300 mg). Una sola pillola, dunque, che sostituisce tutte le precedenti.

Il fatto che il trattamento dell’Aids arrivi ad una dose unica giornaliera costituisce una semplicazione del dosaggio, un fattore molto importante giacchè la terapia è a lungo termine e incide quindi sulla qualità della vita dei pazienti.

La sicurezza e l’efficacia della combinazione di Efavirenz, Emtricitabina e Tenofovir è stata valutata in uno studio clinico della durata di 48 settimane con 244 soggetti adulti infettati da HIV-1.

L’80% dei partecipanti allo studio ha raggiunto una marcata riduzione del virus dell’immunodeficienza umana ( HIV ) ed un sostanziale aumento del numero di cellule CD4 sane.

In Italia bisognerà attendere ancora qualche mese perché sia completato l’iter di rimborsabilità di ATRIPLA.

Leggi   I 10 film da vedere che trattano il tema dell'HIV e dell'AIDS
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...