Lap-Dance maschile, questo si che è fitness!

Nascono i corsi dedicati alla Pole Dance maschile, una disciplina diffusissima in America e destinata a crescere anche in Europa. È un ottima alternativa alla palestra e rafforza corpo e personalità.

Che la Lap-Dance o Pole-Dance fosse l’ultima frontiera del fitness ce l’aveva ampiamente dimostrato Carmen Electra nelle sue lezioni in Dvd con tanto di palo da montare in casa. Che fosse uno "sport" molto praticato dagli uomini, invece, è una scoperta abbastanza recente. La Pole-Dance maschile infatti, è una valida alternativa alla classica, per molti noiosa, palestra. Gli esercizi con il palo, eseguiti a ritmo di musica, richiedono infatti una forza fisica non indifferente e lo sforzo è paragonabile a quello del sollevamento pesi. Dover sostenere con le braccia l’equivalente del proprio peso corporeo, riesce ad aumentare la massa muscolare, incrementare la forza, l’equilibrio, la coordinazione e la flessibilità ma anche a tonificare il fisico grazie alle isometrie (contrazioni statiche del muscolo). La Lap-Dance non rinforza soltanto il corpo ma anche lo spirito, rende molto più sicuri di sè facendo emergere potenzialità del nostro corpo spesso nascoste. Per partecipare a una lezione è necessario indossare un paio di pantaloncini aderenti e delle comuni scarpe ginniche. Non sono richieste abilità particolari, basta armarsi della voglia di tornare in forma divertendosi, lasciar andare ogni inibizione e farsi trasportare dalla musica. Una sessione di lap dance è sempre seguita da alcuni esercizi di riscaldamento per evitare che i principianti possano andare incontro a stiramenti e strappi. Un unico divieto: non applicare creme per il corpo prima della lezione o il rischio è quello di scivolare e cadere dal palo.

La Lap-Dance maschile, inoltre, è riuscita a sfatare una convinzione molto diffusa, cioè che questo tipo di disciplina sia uno sport "da femminucce". In America, sorprendentemente, questi corsi sono frequentati in gran parte da sportivi che praticano il rock climbing, un’attività molto virile. Per di più la Pole-Dance, nasce come arte circense orientale riservata esclusivamente ad acrobati di sesso maschile: spettacolari acrobazie venivano eseguite su pali rotanti alti dai 3 ai 9 metri che permettevano ai performer di cimentarsi in coreografie di grande effetto scenico, al punto che l’internazionale Cirque Du Soleil ha recentemente deciso di introdurre "l’arte dei pali" come principale attrazione nei suoi spettacoli. Proprio per le origini cinesi e nipponiche, si svolgerà a Tokio l’International Pole Dance Fitness Championship. Una vera e propria competizione che vedrà i maggiori esponenti maschili e femminili di Lap-Dance scontrarsi in tre categorie: Pole Dance, Pole Art and Pole Fit. Gli atleti saranno giudicati in base alle abilità tecniche e creative con un solo limite, quello della volgarità. «I partecipanti non potranno nè ammiccare verso gli spettatori nè mostrare nudità e contenuti espliciti inappropriati per una disciplina di danza atletica sportiva» ha spiegato Ania Przeplasko, cordinatrice dell’ International Pole Dance Fitness Association.

La scorsa edizione, svoltasi a Manila, ha permesso alla Pole-Dance di liberarsi da un altro stereotipo, quello che l’associa alla prostituzione. L’evento ha portato questo grande cambiamento grazie al modo in cui i media hanno saputo trattare l’argomento. L’obbiettivo dell’edizione di questt’anno, invece, è quello di aiutare la popolazione giapponese a liberarsi dalla timidezza che la contraddistingue. Molte ragazzi hanno affermato che le lezioni di Pole-Dance li hanno aiutati a superare l’eccessivo pudore tipico della loro cultura. Per questo e per tutti i motivi menzionati, la moda della Pole dance ha avuto dal 2003 ad oggi un incremento del 4000% in tutto il mondo, in primis negli Stati Uniti. Sembra però che anche l’Europa si stia movendo nella giusta direzione e che presto anche l’Italia avrà la giusta intraprendenza per inaugurare corsi maschili di Lap Dance. Su Youtube si è già creato un gruppo di appassionati Pole-Dancers dal nome Poledancerfan. Conta quasi 500 iscritti molti dei quali di sesso maschile. Primo tra tutti il fondatore Joel, un uomo di mezza età sposato e con due figli che ha fatto installare nel garage un solido palo. I suoi video, all’apparenza un pò grotteschi, hanno raggiunto, tra commenti più o meno positivi, 25.295 visualizzazioni e Joel (in foto) sembra del tutto intenzionato a portare avanti questo suo grande hobby con orgoglio, rispondendo senza vergogna alle domande che gli vengono rivolte dai suoi numerosi Fans.