MILANO SPINGE LA MARATHON E ISOLDE LE AZZURRE!

Fine settimana all’insegna delle donne che si fanno onore, in attesa di ulteriori fughe verso la vittoria.

E’ una manifestazione inventata solo due mesi fa ma destinata a perdurare nel tempo. Grande giornata a Milano che ferma le auto per abbassare un tantino i livelli di smog, lanciando una maratona spettacolare a cui hanno partecipato anche le donne. Passeggiata trionfale per Lucilla Andreucci che, validamente scortata da un gruppetto di uomini, ha dominato la corsa e ha fermato il cronometro in un più che valido 2h29’43, ventinovesima assoluta, stabilendo il primato personale e staccando di 4’59" l’ungherese Judith Nagy. "Ho vissuto per anni in questa città" ha detto Lucilla, atleta della Forestale "e ci tenevo molto a fare bene". Bilancio più che dignitoso per Milano dato il calore con cui è stata vissuta dai cittadini questa giornata dedicata anche allo sport.

Ma passiamo allo sci, dove un altro successo femminile merita applausi di soddisfazione e incoraggiamento: Isolde Kostner è finalmente tornata sul

gradino più alto del podio con il tempo di 1’33"76 nella discesa libera disputata a Lake Louise, in Canada. Per l’atleta venticinquenne è la decima vittoria in carriera, ottenuta battendo la francese Carole Montillet (1’34"24) e la svizzera Corinne Reybellet (terza con 1’34"40), una gara che può farle ritrovare il morale e aiutarla a ritrovare la condizione ottimale per rientrare a pieno titolo tra le più forti della Coppa del Mondo. Forza Isolde!!

Ti suggeriamo anche  Harry's, anche un uomo transgender nel nuovo spot per prodotti da barba - video

di jaguar

Cinema gay

Paris is Burning, compie 30 anni il fantastico documentario sulla ball culture LGBT di New York

Lo strepitoso documentario di Jennie Livingston ha ispirato Ryan Murphy nella realizzazione di Pose.

di Federico Boni