NON RIESCO A DIRMELO

“Sono omosessuale da sempre, mi innamoro solo di donne, ma non lo accetto”. Una lettrice con “una vita in tilt” scrive disperata: “Ma per definirsi gay, bisogna provare anche con l’altro sesso?”.

Una triste vita la mia. 15 anni di depressione, tentativi di suicidio, personalità borderline, omosessuale da una vita. Il problema è questo. Sono da sempre innamorata di donne e solo donne. Ma non riesco a dirmelo. Riesco a sentirlo, ma non a dirlo a me stessa. Per cui le mie storie d’amore o sono violente o non sono vissute nella realtà. Non ho mai avuto storie con uomini, nè sono stata mai innamorata di un uomo. Mi viene detto da piu’ parti che per definirsi omosessuali è necessario aver avuto storie anche con uomini. Solo così si è in grado di poter scegliere quale direzione prendere nella propria vita. Ora sono in analisi. Va meglio.

Dimenticavo: provengo da un’educazione fortemente cattolica. Ho sempre cercato nella confessione il perdono al mio Peccato.

Un ringraziamento a chi saprà dare una risposta alla mia domanda…

una vita in tilt

Cara “una vita in tilt”,

mi domandi se per definirsi omosessuali c’è bisogno di aver avuto storie anche con uomini: la mia risposta è no, anche perchè altrimenti sarebbe vero anche il contrario, cioè che un eterosessuale per definirsi tale dovrebbe andare con uno del suo stesso sesso. Come puoi capire intuitivamente non è assolutamente necessario.

Quello che invece secondo me è necessario è che cominci a farti un’educazione all’eterosessismo, all’omofobia e all’omofobia interiorizzata, perchè in questo momento sono l’unica cosa che vedo come urgente e necessaria per te.

Se mi scrivi privatamente e mi dici di dove sei sarò felice di invitarti ad una delle mie lezioni sull’omofobia e l’omofobia interiorizzata che tengo in giro per l’Italia.

Stai serena sulla tua identità sessuale.

Un caro saluto

Antonella Montano

di Antonella Montano

Ti suggeriamo anche  Gay che odiano le donne: quanto è diffusa la misoginia tra gli omosessuali?