“Si inizi la sperimentazione del test rapido per l’Hiv”

Lo chiedono i Verdi lombardi al presidente della regione Formigoni. Il test rapido è già in sperimentazione e in vendita nelle farmacie spagnole ed ha un’affidabilità del 99,7 per cento.

Da alcuni giorni, nella Spagna di Zapatero, sono partiti progetti di sperimentazione della vendita, nelle farmacie, del test per l’Hiv. Nei Paesi Baschi, il test rapido è in vendita a solo 4 o 5 euro, mentre in Catalogna è addirittura distribuito gratuitamente. Una volta eseguito il test, nel pieno della privacy di casa propria e in qualsiasi momento lo si voglia fare, ci vogliono 15 minuti per avere il risultato e pare che l’affidabilità sia pari al 99,7% dei casi.

Sull’onda di questa iniziativa, il gruppo consiliare dei Verdi della Regione Lombardia ha chiesto al presidente Formigoni di seguire l’esempio. "I casi di Aids in Lombardia sono il 30% del totale nazionale. Il dato deve far riflettere le istituzioni, di più, deve farle intervenire prima possibile – si legge in una nota dei Verdi -. L’assessore Bresciani ha stanziato lo scorso dicembre 140 mila euro per un progetto di ricerca che prevede la somministrazione di un questionario ai soggetti cui verrà diagnosticata l’infezione nel 2009, per capire l’evoluzione dei comportamenti che portano al contagio".

"Ma l’Aids oggi non sceglie categorie, ed è trasversale. Per questo uno screening limitato ai casi diagnosticati di sicuro non basta – commenta il consigliere dei Verdi Marcello Saponaro -. Per sconfiggere l’Aids bisogna sconfiggere, come ripetono tutti gli infettivologi, prima di tutto la paura del test. Perché il 50% delle persone scopre di essere infetto solo nel momento della conclamazione e nel frattempo inconsapevolmente diffonde il virus”.

"Per questo – conclude Saponaro – chiediamo a Formigoni di avviare al più presto la sperimentazione in Lombardia, sottoponendo da subito i progetti pilota alla direzione Sanità, perché la sanità lombarda non può continuare a ignorare un’emergenza come quella dell’Aids".

LEGGI ANCHE

Storie

Donald Trump all’America: ‘basta HIV/AIDS entro dieci anni’ (ma ha...

Dopo aver dichiarato guerra alla ricerca, Donald Trump promette la fine dell'epidemia HIV/AIDS entro il 2030. Insorgono le associazioni LGBT.

di Federico Boni | 6 Febbraio 2019

Storie

Regno Unito, ‘zero trasmissioni di HIV entro il 2030’

Peccato che la Brexit potrebbe compromettere il piano. La maggior parte delle forniture di PrEP sono importate privatamente dall'UE.

di Federico Boni | 30 Gennaio 2019

Storie

Dentista caccia sieropositivo, l’associazione nazionale lo difende: le parole del...

Botta e risposta tra il Gay Center e l'ANDI Associazione Nazionale Dentisti Italiani, che è così intervenuta sul caso della...

di Federico Boni | 14 Gennaio 2019