“SONO PRETE, SONO GAY”

di

"A 43 anni sento che il tempo di amare passa: sto male". La disperata richiesta d'aiuto di un sacerdote combattuto tra desideri e vocazione. Don Franco: "Solo un...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1191 0

Ringrazio Dio perché ho scoperto questa pagina web. Per chiedere aiuto. Come non sono italiano, chiedo scusa per il mio modo di scrivere.
Il mio padre spirituale è morto, da cinque anni. Io sono sacerdote, e ero dell’idea che la omosessualità era una libere scelta. Dico questo, dopo di tanti anni che no volevo accettare la mia omosessualità. Davanti alla mia sofferenza e alla paura mai sono stato capace di esprimere con libertà.
Dopo che mi sono ordinato prete mi sono messo l’idea di fare tante cose e di non pensare. Ma adesso sento una gran solitudine. Sto prendendo medicina per dormire o per l’ansia. Vorrei un amico con chi parlare, un amico in cui possa sentirmi coccolato, So che ho una grande capacita di dare, di amare di essere dolce e tenero, sento un fuoco nel mio cuore e adesso mi rendo conto che non è una libera scelta e un cosa più grande di me.
Ho pensato che la cosa che sto vivendo può essere una crisi della età. Ho compito 43 anni, sento che tutto passa, che il mio tempo di manifestare l’amore passera al più presto e ho lasciato la migliore parte di me. Vi chiedo aiuto e consiglio. Adesso sto vivendo in Italia, e il mio padre spirituale è morto cinque anni fa. Non so che fare perché ero della idea che con la mie forza de volontà poteva sottomettere le mie passione e invece sto prendendo delle medicine per essere tranquillo diventando schiavo.
Vorrei trovare un amico, non per fare sesso. Per trasmettere il mio amore e sentirmi amato, ma me viene lo scrupolo e il pensiero di essere indegno della mia vocazione sacerdotale. Me viene la paura di dare scandalo, e soprattutto di essere preso in giro.
Grazie, Dio vi benedica

Caro confratello,
in questi giorni mi arrivano molte lettere di preti gay italiani e stranieri.
1) Finalmente sei riuscito a dirti che sei omosessuale. Hai capito che è inutile cacciarti nei mille impegni per fuggire da te stesso. Puoi constatare come la fuga da te, la negazione dei tuoi bisogni profondi non ha fatto altro che crearti frustrazioni ed ansia. Ciascuno di noi deve essere il primo amico di se stesso. Finchè lotti contro la tua omosessualità non trovi pace in nessun angolo della terra perché sei nemico di te stesso. La prima pace va fatta con il nostro cuore e il nostro corpo. Allora ti sentirai rinascere: capace di amore e desideroso di essere amato. Ovviamente questo cammino è possibile se tu sai buttarti alle spalle tutte quelle leggi e leggine che continuano a ribadire che il sacerdozio, l’esperienza omosessuale e l’amore per una persona sono inconciliabili. Si tratta di riuscire a “superare” la dipendenza da una legge che si presenta come ”volontà di Dio” mentre è l’espressione di un potere oppressivo e una vergognosa menzogna.
2) Per approfondire con te il cammino che stai compiendo potrebbe essere utile, come fanno altri, fissare un momento in cui incontrarci personalmente. Potrai essere ospite della mia comunità, in tutta riservatezza, qualora tu voglia salire fino a Pinerolo. Puoi contattarmi scrivendo a franco.barbero@viottoli.it
3) Intanto riterrei opportuno che tu ti confrontassi anche con alcuni sacerdoti gay molto sereni. Hanno compiuto o stanno compiendo un percorso molto liberante e sono riusciti a vivere in pace conciliando sacerdozio e amore. Nel momento dell’incontro potrò segnalarti nomi e indirizzi.
4) Conto di sentirti e di incontrarti presto. L’amore e la tenerezza sono un “farmaco” ineguagliabile. Quanto allo scandalo, esso è prodotto da chi pretende di tiranneggiare sulle coscienze e tenta di “spegnere il sole”, cioè soffocare l’amore nella vita di tante persone.
Ma tu, caro confratello, volgiti verso il sole e cammina sotto il sorriso di Dio lasciando che il tuo cuore canti canzoni d’amore. Solo un prete felice può predicare il Vangelo.
Ti abbraccio forte forte
don Franco Barbero (franco.barbero@viottoli.it – www.viottoli.it)

Leggi   Dal Libro di Rut nella Bibbia ebraica, la storia lesbo delle Scritture

di Franco Barbero

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...