SPORT GAY A MILANO

di

Weekend di tennis e volley gay a livello internazionale

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1068 0

E’ iniziato giovedì 6 settembre uno degli appuntamenti sportivi più importanti della comunità omosessuale in Italia. Con l’apertura, infatti, della terza edizione dell’Italian Gay Open di tennis a Milano, organizzata dal gruppo Atomo (Associazione Tennisti Omosessuali) si è aperto un fine-settimana intensissimo dal punto di vista sportivo, che vedrà per la prima volta in contemporanea, anche il torneo internazionale di pallavolo Gate 2001, organizzato dal Gate Volley per sabato 8 settembre.

Ma procediamo con ordine. Giulio, presidente dell’Atomo, ci riferisce un po’ di numeri – entusiasmanti – di questo torneo tennistico: cinque categorie per 140 partecipanti complessivi parteciperanno a tornei suddivisi in cinque categorie (Open, A, B, C e D) inseriti nel circuito internazionale GLTA. Questi numeri rendono l’Italian Gay Open il secondo torneo in Europa, come numero totale, ma considerando solo i partecipanti di sesso maschile, siamo davanti al più grande torneo d’Europa (lo Smashing Pink di Amsterdam ha 300 partecipanti, ma la maggior parte son donne). Inoltre partecipano giocatori provenienti da svariate nazioni: per la prima volta ci sarà anche la rappresentanza del Sud-America, persino di Trinidad e Tobago; ci saranno francesi e spagnoli, e anche, ci racconta Giulio, «alcuni amici svizzeri che hanno anche loro per la prima volta organizzato un’esperienza analoga. Come al solito, tedeschi e olandesi in maggioranza, e quest’anno un po’ meno americani, probabilmente per una concomitanza con un torneo americano dei più importanti».

Ma dove saranno sistemati tutti questi atleti?

Abbiamo dato ospitalità a circa cento persone, tutti in case private. Sono arrivati mercoledì, e già da allora hanno avuto i campi a disposizione per allenarsi. Anche quest’anno ci sarà uno dei personaggi più importanti del circuito che è Remi Van Gent (nella foto), che è un grande giocatore a livello internazionale, oltre che una persona di innata simpatia.

E gli enti locali?

Abbiamo avuto il patrocinio della provincia, mentre il comune ha dato i premi ma non il patrocinio.

Molti sono anche gli sponsor che sostengono l’iniziativa: la Oneline, ditta distributrice di abbigliamento e gadgets gay, ospita sul proprio sito alcune pagine con la cronaca del torneo, descrizione dei giocatori, risultati e tabelloni.

In contemporanea, sabato si svolgerà il torneo di pallavolo Gate 2001, voluto dal Gate Volley, associazione gay di pallavolisti: è la prima volta che succede una cosa del genere in Italia, confermando a Milano una tradizione di tornei che ormai si va consolidando. Il Gate 2001 è il primo torneo internazionale gay di pallavolo ad essere organizzato in Italia.

L’adesione all’iniziativa è stata superiore a qualsiasi aspettativa. Parteciperanno infatti al torneo oltre 180 atleti provenienti per metà dall’estero da città quali Londra, Francoforte, Praga, Norimberga, Vienna, e per la restante parte da disparate località d’Italia, come Roma, Livorno, Torino e, ovviamente, Milano e hinterland.

Circostanza ancor più sorprendente è stata la massiccia adesione degli sponsor, che ha facilitato notevolmente l’organizzazione dell’evento. La Provincia di Milano ha infatti concesso il patrocinio, ha messo a disposizione l’intero centro sportivo del Parco Nord nella giornata dello svolgimento del torneo, e ha fornito numerosi gadgets da regalare agli atleti. L’A.T.M. ha concesso a tariffe agevolate i biglietti per raggiungere le varie località ove avrà luogo il torneo ed ha fornito le piantine. Numerosissimi anche i contributi in denaro ricevuti da altri sponsor.

Non altrettanto entusiasta è stata l’accoglienza da parte del comune di Milano: l’assessore allo sport e giovani Aldo Brandirali (Ccd-Cdu), ha negato il patrocinio del Comune all’iniziativa affermando che «sarebbe un’orrenda discriminazione concedere a degli atleti dichiaratamente gay una struttura pubblica per un torneo esclusivamente gay». Secondo l’assessore, se gli atleti gay vogliono «riuscire a vincere la discriminazione che esiste nel mondo dello sport anche ai loro danni», insomma, non lo devono fare ricorrendo a «favoritismi»…

Il torneo di pallavolo si svolgerà interamente nella giornata di sabato 8 settembre, presso il Centro sportivo Parco Nord, via Gorki 100, Cinisello Balsamo: le gare inizieranno alle 8 e trenta del mattino e termineranno alle 20 e 30. In serata le finali con premiazioni e una grande festa di chiusura, che si preannuncia uno degli appuntamenti più caldi del settembre milanese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...