Spoiler: all'OktoberFest c'è anche un tendone LGBTQ+! Ma anche tanto altro d'interesse queer.

ascolta:
0:00
-
0:00

Le immagini più famose di Monaco sono quelle dell’Oktoberfest, con i ragazzi vestiti con i lederhosen (le salopette di pelle) e tanti boccali di birra, ma in realtà Monaco è tanto di più, specialmente dal punto di vista queer!

In realtà c’è anche un “tendone” LGBTQ+ perfino all’OktoberFest, il “Bräurosl”, in cui, solitamente nella prima domenica dell’evento (nel 2024 il 21 Settembre) , migliaia di persone queer si incontrano per festeggiare. Ma oltre a questo Monaco offre davvero tanto, come scoprirete in questo articolo.

Non ci resta allora che andare alla scoperta della città per non perdere nemmeno uno dei luoghi più iconici e amati dalla comunità LGBTQ+ locale e gli eventi che vengono organizzati qui tutto l’anno.

Monaco, la città più friendly della Germania

Potrebbe sembrare strano dirlo, visto che di solito Berlino e Colonia hanno la fama di essere le città tedesche dallo spirito fortemente queer, ma è proprio corretto dire che Monaco è la città più friendly della Germania, e la dimostrazione sta nel suo passato.

Guida LGBTQ+ 2024 di Monaco: la vibrante vita queer nella città dell’Oktoberfest - Allianz Arena Regenbogen 2 © Munchen Tourismus Sigi Mueller - Gay.it
Allianz Arena Regenbogen 2 © München Tourismus Sigi Mueller

Monaco si trova in Bavieria, ed in passato era conosciuta come una delle zone più liberali degli stati tedeschi, al punto che fu la prima regione a decriminalizzare l’omosessualità, nel 1813.

L’aria di libertà era così forte che da Monaco sono passati e hanno vissuto alcune delle figure più importanti della storia tedesca. Ludovico II di Bavaria, monarca apertamente omosessuale, era famoso per le sue infatuazioni con uomini bellissimi: attori, cortigiani e moltissimi artisti.

Gli anni passano e Monaco comincia a diventare sempre più interessante per la comunità LGBTQ+, al punto che negli anni ’60 apre proprio qui l’Ochsengarten, il primo leather bar di tutta la Germania, un posto talmente tanto speciale e inclusivo che divenne il preferito di moltissime persone in vista, tra cui anche Freddie Mercury. Negli anni ’90 la comunità LGBTQ+ si è presa sempre più spazi pubblici organizzando i primi eventi queer della Germania come i Pride (chiamati Christopher Street Day CSD), e la famosissima “Domenica Gay” (Gay Sunday), ovvero l’appuntamento queer più famoso dell’Oktoberfest.

Guida LGBTQ+ 2024 di Monaco: la vibrante vita queer nella città dell’Oktoberfest - Freddie Mercury e Barbara Valentin CC 4.0 Hotel Deutsche Eiche - Gay.it
Freddie Mercury e Barbara Valentin CC 4.0 Hotel Deutsche Eiche

Glockenbachviertel: Il quartiere gay di Monaco

La vita LGBTQ+ di Monaco si svolge prevalentemente in un unico quartiere, Glockenbachviertel, riconosciuto come la zona gay della città.

Questo quartiere ha una storia incredibile alle sue spalle, con le sue radici negli anni ’50, quando le prime persone queer cominciarono a frequentare questa zona trasformandola in un importante luogo di incontri. Gli anni più selvaggi arrivarono nei mitici Ottanta, quando anche Freddie Mercury decise di trasferirsi a Monaco, proprio per via delle leggendarie feste che venivano organizzate in locali che ancora oggi resistono e che portarono alla trasformazione definitiva di questo quartiere.

Oggi Glockenbachviertel è ancora il quartiere gay di Monaco, e qui potrai trovare sempre tantissimi locali gay e luoghi queer dove poter andare in qualunque ora del giorno. Dalle colazioni alla mattina alle serate nei piccoli club fino a notte fonda, il quartiere è una tappa obbligata durante un viaggio a Monaco, specialmente se si visita la città nel mese di giugno, quando viene organizzato il München Pride.

Guida LGBTQ+ 2024 di Monaco: la vibrante vita queer nella città dell’Oktoberfest - Credit Tobias Markus - Gay.it
Credit Tobias Markus

I migliori locali LGBTQ+ a Glockenbachviertel

Tra i tanti locali dove andare a Monaco, ce ne sono alcuni molto consigliati che non dovresti perderti. Ecco gli indirizzi da salvare per vivere al massimo il tuo viaggio gay a Monaco.

  • Prosecco: Questo è un bar storico molto famoso per le sue notti che durante il weekend non terminano prima dell’alba. L’ambiente è super kitsch e ricorda un po’ gli anni ’90. La musica spazia tra le canzoni tradizionali tedesche alle hit di Lady Gaga e Dua Lipa, tra spettacoli drag, karaoke e bingo. Il locale si riempie specialmente quando gli altri bar cominciano a chiudere, e la serata va avanti finché c’è voglia di ballare.
  • Cafè Nil: il Cafè Nil è quasi un monumento a Monaco per la comunità LGBTQ+. Chiamato in questo modo per ricordare gli esotici decori egizi, il Nil è intanto un ristorante, e almeno una volta bisognerebbe venire a mangiare qui uno dei piatti tradizionali come il famoso cornflake schnitzel e il gulaschsuppe, ma bisogna assolutamente restare anche per il resto della serata. Lentamente il Cafè Nil si riempirà di persone che faranno festa e rimarranno a bere in strada, specialmente durante il weekend.
  • Ochsengarten: Ne abbiamo già parlato, ma questo bar merita davvero il massimo dell’attenzione e un drink qui è obbligatorio. Conosciuto semplicemente come “Ox”, questo è il primo bar solo per uomini e amanti della pelle aperto in Germania. Amatissimo da Freddie Mercury (il suo abbigliamento era molto ispirato all’ambiente leather), in questo bar si viene per conoscere persone nuove e per condividere la propria passione per la pelle e per l’abbigliamento fetish.
  • Kraftwerk: questo bar gay con ristorante si trova proprio nel centro del quartiere gay di Monaco ed è il posto perfetto dove andare per una cena. Qui si trovano piatti tedeschi e internazionali e durante il weekend troverai sempre tantissime persone e molta musica fino all’alba.
  • Hotel Deutsche Eiche: questo hotel è dal 1864 il punto di riferimento di artistə queer di Monaco e celebrities provenienti da tutto il mondo. E tutt’ora l’hotel è uno dei monumenti gay del quartiere e qui potrai non solo dormire ma anche passare il tuo tempo a conoscere persone nuove e prenderti cura di te. Infatti la sauna dell’Hotel Deutsche Eiche è una delle più famose, anche grazie ai tanti massaggiatori specializzati. Mentre il ristorante, con i tavolini in strada, è sicuramente uno di quelli che non si possono non provare. Basti pensare che hanno cenato figure famosissime come Donna Summer. Questo è il posto giusto per rivivere la goden age gay di Monaco.

Abbiamo sempre questa idea dei club europei come piccoli bar dove passare il tuo tempo al bancone, e per lo più è davvero così, ed è bellissimo, ma a Monaco potrai trovare anche dei club molto più grandi che ospitano alcune delle serate LGBTQ+ più famose. Il PopParty è l’appuntamento perfetto per gli amanti del pop e dell’RnB, mentre il Jenny TANZT è la discoteca gay di Monaco più grande e famosa. Di solito comincia molto tardi, dopo mezzanotte, e termina all’alba. Infine il NY.Club è la serata più famosa e frequentata del sabato sera con dj internazionali e la migliore della musica.

Guida LGBTQ+ 2024 di Monaco: la vibrante vita queer nella città dell’Oktoberfest - Muenchen Innenstadt von oben © Munchen Tourismus Sigi Mueller - Gay.it
Muenchen Innenstadt von oben, © München Tourismus, Sigi Mueller

Gli eventi LGBTQ+ di Monaco da non perdere

Monaco è una città viva tutto l’anno con eventi molto importanti che riguardano la comunità LGBTQ+ e che sono anche i periodi perfetti per organizzare un viaggio qui.

Moltissimi di questi eventi attirano tantissime persone da tutta Europa, e per questo sono l’occasione giusta per visitare Monaco di Baviera, anche se si viaggia in solitaria. Ecco gli eventi queer più importanti di Monaco.

Monaco Pride (Christopher Street Day)

Uno dei momenti più importanti per la comunità LGBTQ+ di Monaco è il CDS, ovvero il Pride di Monaco. Di solito si svolge verso fine giugno e attira ogni anno più di 200.000 persone. Il Pride è un momento molto sentito, e la parata – che investe il centro della città – è solo il momento all’apice della manifestazione che in realtà comincia sempre un paio di settimane prima della parata. Eventi, concerti, serate speciali e appuntamenti di ogni tipo vengono organizzati nei locali e nei teatri di Monaco, che si tinge in ogni suo angolo dei colori arcobaleno.

Gay Sunday all’Oktoberfest

A primo impatto non si direbbe che l’Oktoberfest possa essere un bellissimo evento LGBTQ+, e invece è proprio il contrario, di fatto uno degli appuntamenti più sentiti è il Gay Sunday, ovvero il brunch della prima domenica dell’Oktoberfest. Questo appuntamento è nato nel 2000 con l’intenzione di rendere più esclusiva la festa, ma con il tempo è diventata una tradizione, e durante la prima domenica l’intero tendone è frequentato praticamente solo da persone LGBTQ+. Ma non è il solo appuntamento dedicato alla comunità, perché avendo avuto molto successo il Gay-Sunday, sono nati altri appuntamenti per accogliere un numero maggiore di persone, segnateli tutti.

  • Prima domenica dell’Oktoberfest: Gay-Sunday nella tenda Bräurosl organizzato dal Leather Club di Monaco (Munich Lions Club MLC).
  • Primo lunedì dell’Oktoberfest: il RoslMontag nella tenda Bräurosl, un evento “non ufficiale” creato da diversi anni per ospitare tutte le persone LGBTQ+ che sono a Monaco a seguito del Gay-Sunday.
  • Seconda domenica dell’Oktoberfest: Un nuovo appuntamento LGBTQ+ creato da aziende e associazioni per celebrare i valori di inclusione dei brand che partecipano.
  • Secondo lunedì dell’Oktoberfest: una serata organizzata dal gay club Prosecco, che negli ultimi anni è stata particolarmente frequentata e vissuta.
Guida LGBTQ+ 2024 di Monaco: la vibrante vita queer nella città dell’Oktoberfest - Oktoberfest Tradition Charivari © Munchen Tourismus Werner Boehm - Gay.it
Oktoberfest Tradition Charivari, © München Tourismus, Werner Boehm

Pink Christmas

La Germania è famosissima per i suoi mercatini di Natale e a Monaco ogni anno ne viene organizzato uno davvero speciale e interamente dedicato alla comunità LGBTQ+: il Pink Christmas. Questo mercatino è piccolo e molto accogliente, e qui si potranno trovare i classici stand di cibo e regali, ma anche moltissime spettacoli e musica realizzati da performer queer di Monaco. Di solito il mercatino viene organizzato nella piazza Stephanplatz, ed è un modo alternativo e divertente di celebrare un Natale sempre più inclusivo.

Guida LGBTQ+ 2024 di Monaco: la vibrante vita queer nella città dell’Oktoberfest - Lebkuchenherz Christkindlmarkt Munchen © Munchen Tourismus Lukas Barth - Gay.it
Lebkuchenherz Christkindlmarkt München, © München Tourismus, Lukas Barth

Cover image: Credit Mark Kamin

Come raggiungere Monaco di Baviera

Pronti per partire? Ecco i collegamenti per Monaco di Baviera con Lufthansa

© Riproduzione riservata.