video blog gallery forum hot matrimonio G&T WEBSERIE guida incontri CHAT!
TEMI: Discriminazioni Transgender Violenza Televisione Viaggi Omofobia Religione Scuola Cinema Unioni - Matrimoni gay

Adinolfi: "I trans? moderni icocervi, che tristezza"


  Adinolfi:

L'esponente del PD romano torna alla carica stavolta contro le persone trans. Riferendosi alla frase di Piero Marrazzo che le aveva definite "donne all'ennesima potenza" Adinolfi dice la sua.

"I trans non sono donne all'ennesima potenza,sono moderni ircocervi, uomini con finte tette di silicone che fanno solo tristezza...w le mogli". La sconcertante dichiarazione è stata postata sui social network non da un esponente del centrodestra, ma dal piddino Mario Adinolfi, non nuovo a simili sparate omofobe. La frase fa riferimento all'intervista rilasciata su Repubblica dall'ex governatore del Lazio Piero Marrazzo che alla giornalista Concita De Gregorio aveva detto: "I transessuali sono delle donne all'ennesima potenza. Mi sono avvicinato per questo a loro".



Su Facebook, il pensiero di Adinolfi è ancora più completo: "E comunque, precisiamolo: i trans non sono donne all’ennesima potenza, sono moderni ircocervi, uomini con finte tette di silicone che fanno solo tristezza... preda di un mondo fatto di degrado e squallore, compravendita del corpo, spesso di alcool e droga…viva le mogli, le madri che si fanno il culo quadro, le donne con le palle perché non sono 'riposanti' ma compagne dialettiche di un’esistenza, quelle che ci accudiscono per davvero e non a botte di mille euro a prestazione".



"Aggiungeremo materia, nuovamente, per la commissione di garanzia", fa sapere l'esponente del PD romano Cristiana Alicata che da tempo porta avanti una personale campagna per l'espulsione di Adinolfi dal partito di Bersani. "Sì, Adinolfi provoca. Lo fa apposta - spiega Alicata - E questa immaturità, in un politico, è ancora più grave. Le parole sono importanti. Le parole uccidono. Umiliano. Sono, da sempre, l'anticamera delle ideologie totalitarie. E vanno combattute e demolite una per una. Lo dobbiamo agli adolescenti della nostra comunità. Quelli che si tolgono la vita per le offese. Per le umiliazioni. Io non mollo finché non se ne va."

ISCRIVITI PER CONOSCERE NOTIZIE, EVENTI E NUOVI AMICI DAL MONDO GAY ITALIANO. LASCIA LA TUA EMAIL.

Gli ultimi interventi su questo argomento da Facebook: