Addio Letizia Battaglia, quando al Palermo Pride disse “Combatto per gay e migranti”

Nei suoi scatti, Battaglia ha raccontato come pochi altri la vita al cospetto della ferocia. Addio Letizia, per sempre con noi.

ascolta:
0:00
-
0:00
morte letizia battaglia
morte letizia battaglia
3 min. di lettura

È morta il 13 Aprile 2022 a 87 anni Letizia Battaglia.

Grande avanguardista, istintivamente intersezionale (ante litteram), al Pride di Palermo del 2018 interviene e al microfono di Rosaura Bonfardino di Palermo Today (qui il video) dice:

“C’è ancora da combattere per i diritti di alcuni. Alcuni gay sono da proteggere e da amare. Io sono qui (al Pride ndr) felice di essere con loro, mi sento una di loro, forse sono gay. Non solo per i gay sono qui, ma per gli immigrati, per le donne, per i bambini, per i vecchi, per tutti… C’è un arretramento e noi siamo qua, con allegria, per combattere. Le generazioni si evolvono, io non so di quale generazione sono, però… non so… sono sempre stata evoluta”

È di Letizia Battaglia lo scatto acquisito nel processo Andreotti, che ritrae il nove volte Presidente del Consiglio italiano insieme agli esattori mafiosi Salvo.

letizia battaglia bambino che spara fotografia
Letizia Battaglia

Nel 1969 a ‘L’Ora’ è l’unica donna fotoreporter in un ambiente di uomini. Nel 1970 si trasferisce a Milano dove impara a muoversi negli ambienti professionali, per poi tornare nel 1974 in Sicilia.

Con Franco Zecchin crea a Palermo “L’informazione fotografica”, agenzia di fotoreporter che si troverà in prima linea nell’imminente guerra di mafia che devasterà gli anni 80 e 90, piombo, sangue, anime e vite. Un viaggio all’inferno che Battaglia documenta in prima persona e mettendo insieme un network di reporter che riesce a catalizzare intorno all’idea della testimonianza fotografica. Una testimonianza che risulterà decisiva nella presa di coscienza nazionale rispetto al fenomeno mafioso.

Il 6 Gennaio 1980, Letizia è la prima reporter a scattare il corpo assassinato del Presidente della Regione Sicilia Piersanti Mattarella, fratello del futuro Presidente della Repubblica Sergio, assassinato da quella mafia che non vedeva di buon occhio l’ascesa siciliana della sinistra DC.

letizia battaglia fotografia
Letizia Battaglia

Sempre di Letizia è l’indimenticabile scatto della “bambina con il pallone”, fotografia magnifica rubata dalla realtà del quartiere palermitano della Cala.

Nei suoi scatti, Battaglia ha immortalato il racconto visivo di una cultura pervasiva, quella mafiosa, catturando nello sguardo dei vivi l’incredulo sussulto della vita al cospetto della ferocia e del sopruso.

Sempre negli anni ’80, Battaglia crea il “Laboratorio d’If”, polo creativo di formazione per fotografi e fotoreporter palermitani.

Famosa in tutto il mondo, nella sua carriera Battaglia ha esposto, oltreché in Italia, al Pompidou di Parigi, in Gran Bretagna, Stati Uniti, Svizzera, Canada, Brasile e nei paesi dell’Est Europa.

Nel 1979 è cofondatrice del Centro di Documentazione Giuseppe Impastato, nei primi anni ’90 è consigliera comunale a Palermo con i Verdi, quindi assessore comunale con la giunta Orlando. Nel 1991 è eletta deputata all’Assemblea della Regione Sicilia con il partito di Orlando, La Rete.

 

letizia battaglia bambina con pallone fotografia palermo mafia mattarella
Letizia Battaglia

 

Nel 1992, in seguito alla strage di Capaci in cui vengono uccisi il giudice Giovanni Falcone, il magistrato Francesca Morvillo, moglie di Falcone, e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, distrutta dalla violenza totale scatenata dai clan mafiosi, Letizia decide di allontanarsi da quella lotta.

Inizia così a fotografare persone, vite, corpi, scorci della sua Sicilia e non solo. Il suo sguardo in bianco e nero conquista il mondo e le sue bambine restano scolpite nella memoria di tutti.

Nel 2017 apre e dirige a Palermo il Centro Internazionale di Fotografia, una scuola di fotografia in parte anche museo e galleria. Nello stesso anno l’edizione palermitana di Manifesta inserisce in programma il suo monologo “Il trionfo della morte”, nel quale Battaglia si racconta ad Aurora, una bambina di 10 anni siciliana. Sempre nel 2017 Roma le dedica una personale al Maxxi, e Venezia la celebra con una monografica alla Casa dei Tre Coi.

Nei suoi scatti, Battaglia ha raccontato come pochi altri la vita al cospetto della ferocia.

Addio Letizia, per sempre con noi.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Marco Mengoni Marco Torino Greco Vacanza Pantelleria

Marco Mengoni “con il suo migliore amico” Marco Torino Greco secondo i media

Musica - Mandalina Di Biase 24.7.24
La nuova Forza Italia "liberal" voluta dai Berlusconi vuole dividere la comunità LGB da quella T?

Forza Italia vuole dividere la comunità LGBIAQ dalla comunità T, ma noi “Insieme siamo partite, insieme torneremo”

News - Giuliano Federico 22.7.24
Omofobia Marcon coppia gay vende appartamento parla avvocato

“Fr*c* di m*rda, vergognatevi”: coppia gay costretta a vendere casa, l’avvocata spiega tutto a Gay.it

News - Giuliano Federico 25.7.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Powell, Pascal e Kenworthy - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Powell, Pascal e Kenworthy

Corpi - Redazione 24.7.24
Vladimir Luxuria

Vladimir Luxuria ricoperta d’insulti per le foto in bikini: “Frustrati, io vivo la vita reale”. Poi rimprovera il governo

News - Emanuele Corbo 25.7.24
Tommaso Stanzani, primo bacio social all'amato Oreste Gaudio (VIDEO) - Tommaso Stanzani primo bacio social allamato Oreste Gaudio VIDEO - Gay.it

Tommaso Stanzani, primo bacio social all’amato Oreste Gaudio (VIDEO)

Culture - Redazione 24.7.24

Hai già letto
queste storie?

donne del 25 aprile

Le donne del 25 aprile: combattenti mai più dimenticate

Culture - Riccardo Conte 24.4.24
Foto: Matteo Gerbaudo

Giada Biaggi non si sente più in colpa: ‘Abbi l’audacia di un maschio bianco’, l’intervista

Culture - Riccardo Conte 18.3.24
Katharine Hepburn in Il Diavolo è Femmina (1933)

22 anni senza Katharine Hepburn, indimenticabile anti-diva queer di Hollywood

Cinema - Riccardo Conte 28.6.24
Milena Cannavacciuolo, chiuso il crowdfunding. Raccolti 61.717 euro. "Grazie per l'amore corrisposto" - Milena Cannavacciuolo - Gay.it

Milena Cannavacciuolo, chiuso il crowdfunding. Raccolti 61.717 euro. “Grazie per l’amore corrisposto”

News - Redazione 8.4.24
Giornata della Visibilità Lesbica: perché ricordarla

Giornata della Visibilità Lesbica: perché ricordarla

Culture - Riccardo Conte 26.4.24
Amber Glenn prima storica campionessa USA di pattinaggio artistico femminile dichiaratamente queer - Amber Glenn - Gay.it

Amber Glenn prima storica campionessa USA di pattinaggio artistico femminile dichiaratamente queer

Corpi - Redazione 30.1.24
whereupon-turmoil-allen-frame

Prima e dopo l’hiv, quegli anni tra fine ’70 e ’90 a New York: “Whereupon”, rivoluzione e tragedia negli scatti di Allen Frame

Culture - Francesca Di Feo 6.6.24
Arrusi Pigneto Luana Rigolli

San Valentino, a Roma spuntano i ritratti degli arrusi, gli omosessuali confinati dal fascismo alle Isole Tremiti

Culture - Redazione Milano 14.2.24