LA FEBBRE OMOEROTICA GIAPPONESE

Una rivista nata apposta. Un convegno previsto per il 26 novembre a Milano. E" esplosa la mania del fumetto giapponese omoerotico. Nel numero Zero di "Cut for G", la versione hard del manga Slam Dunk, un dossier su "Kizuna" e due romanzi illustrati a puntate. Ecco cosa dicono le due ideatrici.

LA FEBBRE OMOEROTICA GIAPPONESE - Pict0054 - Gay.it
4 min. di lettura

In occasione dell”annuale Comiconvetion , che si è tenuta a Milano lo scorso settembre , l”Associazione Culturale YSAL ( Yaoi Shounen Ai Lovers , ovvero “amanti dei fumetti giapponesi omoerotici” ) ha tenuto a battesimo una rivista semi professionale di tutto rispetto , che vuole essere un punto di riferimento per il crescente pubblico degli estimatori del genere omoerotico in Italia : “Cut for G” ( dove la “G” ha il triplice significato di “girls”,”gays” e “guys” e pone l”accento sullo spirito “aperto” dell”iniziativa ).

In questo numero “0” potete trovare due fumetti “made in Italy” ( uno con la versione hard del manga “Slam Dunk” e uno totalmente originale ) , un lungo e articolato dossier sul manga “Kizuna” ( che uscirà in Italia a partire da febbraio ) , un intervista al direttore della YAMATO VIDEO (che ha importato in Italia diverso materiale animato a tematica omoerotica ) , un servizio sulla situazione dei manga in Francia e le prime parti di due romanzi illustrati a puntate : “Il Veleno e l”Ambrosia” ( di ambientazione fantasy ) e “Jump Shot” ( ambientato nel mondo della pallacanestro )…Alla rivista è allegata la “Guida al mondo yaoi” : un minidizionario che illustra e spiega in maniera esaustiva la terminologia dell”immaginario omoerotico giapponese , con tanto di elenco delle venticinque testate “a tema” più vendute in Giappone.
Lo stile dei fumetti presentati è ancora acerbo , ma l”obbiettivo di presentare finalmente una rivista semi professionale che affronta a tutto tondo ( e senza censure ) il tema dell”immaginario omoerotico di stampo nipponico è pressochè raggiunto : a riprova del fatto che l”iniziativa è davvero “sentita” ed è il frutto di un impegno genuino , a differenza di tanta pornografia spicciola che mira unicamente ad alleggerire i portafogli del pubblico potenziale.
Abbiamo colto l”occasione per fare qualche domanda a Daniela Chiusa , fondatrice dell”YSAL , e ad Annamaria Baglioni , neo direttrice di “Cut for G”:
1) Ultimamente l”interesse e le iniziative che coinvolgono il mondo degli shounen-ai sembrano essere in crescita…

LA FEBBRE OMOEROTICA GIAPPONESE - cop - Gay.it

Daniela : “Senza dubbio. All”inizio , un anno fa , eravamo pochissimi , ma in tempi rapidissimi la nostra mailing-list ( e poi il sito ) ha attirato moltissima gente interessata che non sapeva a chi altro rivolgersi fino a quel momento : e infatti noi volevamo proprio aprire uno spiraglio…Per dare dignità e visibilità a questo immaginario.
Il problema di tanti era proprio uscire allo scoperto : sapere di non essere gli unici ha instaurato un “circolo virtuoso” e così siamo aumentati/e esponenzialmente”.
2) Il mondo gay spesso non offre prodotti così raffinati : secondo voi le opere di questo tipo devono essere considerate essenzialmente dei ” passatempi per ragazze ” o possono contribuire all”arricchimento dell”immaginario omoerotico in senso lato ?
Daniela : “I sentimenti e le passioni sono le stesse a prescindere dal rapporto ( omo o etero) , quanto al sesso il modo di sentirlo o viverlo varia da persona a persona , a prescindere dal partner che predilige , penso che all” arricchimento dell”immaginario omoerotico tutti possono offrire il loro contributo : i prodotti a contenuto omosessuale possono piacere e stimolare anche chi non è gay , anche se tanti si ostinano a negarlo…
Per citare Oscar Wilde : l”unica distinzione che si può fare è sulla qualità dell”opera e non sul suo contenuto”.

LA FEBBRE OMOEROTICA GIAPPONESE - Pict0051 - Gay.it

Annamaria : “La vera sfida è proprio quella di non ghettizzare il genere…Per esempio : le donne e i gay hanno in comune l”oggetto del desiderio ( oltre che un passato di emarginazione e ingiustizia ) ed è sbagliato dare troppo peso alle generalizzazioni ( questo è per le donne , questo per i gay , ecc…)”!.
3) L”YSAL è nato come mailing-list , poi è diventato un associazione a tutti gli effetti , avete aperto un sito e varato “Cut for G” : quali sono i vostri progetti futuri e i vostri obbiettivi?
Daniela : “Presto apriremo un negozio on-line che offrira materiale omoerotico italiano e ne importerà direttamente dal Giappone. Per gli associati , inoltre , offriremo servizi e consulenze ( per esempio a chi volesse visitare il paese del sol levante ). Inoltre promuoviamo incontri e meeting fra appassionati : Annamaria ne sta organizzando uno proprio per novembre…”
Annamaria : “Se tutto va bene domenica 26 novembre alle ore 17,30 , presso la Libreria Babele in Via Nicolao 10 a Milano , si terrà una manifestazione dal titolo “Slash e Shounen Ai , l”amore tra uomini visto dalle donne” con una breve conferenza alla quale saranno presenti professionisti/e del settore fumettistico e sarà possibile sfogliare il materiale messo a disposizione per l”occasione, inoltre nella mattinata dello stesso giorno verrà inaugurata una mostra di tavole originali , che proseguirà fino a data da destinarsi”.
Titolo : “Cut for G”
Numero recensito : 0
A cura dell”Associazione Culturale YSAL
e-mail : cutforg@ysal.it
Costo : £13900
La periodicità è trimestrale.
E” possibile trovare la rivista nelle migliori fumetterie e nelle librerie Babele

Per maggiori informazioni potete consultare il sito www.ysal.it

Novità in libreria: Shonen-Ai Lo strano immaginario erotico delle ragazze nipponiche di Sabucco Veruska. Edizioni Castelvecchi, 160 pagine, L. 16.000.

di Valeriano Elfodiluce

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Roberto Vannacci accusato di istigazione all'odio e difeso dalla Lega di Salvini

“Vannacci ha istigato all’odio razziale” l’accusa, la Lega di Salvini lo difende

News - Redazione Milano 26.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24

Leggere fa bene

graphic novel lgbtqi

5 graphic novel LGBTQI+, oltre le paure e oltre i silenzi

Culture - Federico Colombo 28.8.23
Echo, la regista Sydney Freeland spiega come il suo essere donna trans l'abbia aiutata a girare la serie Disney Marvel - Echo foto - Gay.it

Echo, la regista Sydney Freeland spiega come il suo essere donna trans l’abbia aiutata a girare la serie Disney Marvel

Serie Tv - Redazione 11.1.24
Tommy Dorfman alla regia del live action di Laura Dean continua a lasciarmi, graphic novel queer - Laura Dean continua a lasciarmi - Gay.it

Tommy Dorfman alla regia del live action di Laura Dean continua a lasciarmi, graphic novel queer

Cinema - Redazione 13.12.23
Transformers Nicoz Balboa fumetti queer

“Transformer” di Nicoz Balboa, è queer il fumetto dell’anno a Lucca Comics 2023: intervista

Culture - Chiara Zanini 10.11.23
Supereroe gay Northstar Marvel

Il primo supereroe gay, quando nel 1983 Northstar incontrò un suo ex

Culture - Francesca Di Feo 19.10.23