UN GAY NEGLI SCOUT

Se un gay fa l'istruttore negli Scout.

UN GAY NEGLI SCOUT - fede scout - Gay.it
4 min. di lettura

Salve!

Sono un giovane ragazzo cattolico e omosessuale che sta vivendo un grande conflitto interiore. Già è stato veramente difficile per me conciliare questi due aspetti così diversi e contraddittori, e ancora non posso dire di essere arrivato ad una serena conciliazione tra il mio credo religioso e la mia indole sessuale. Ma il discorso non è propriamente questo: il fatto è che sono un educatore scout, un capo per l’esattezza, e qui nascono i problemi! Nessuno all’interno del mio gruppo sa della mia situazione, tanto meno il capo gruppo o l’assistente spirituale. Le mie paure sono diverse:

· Innanzi tutto un problema di coerenza: con quale coraggio io omosessuale faccio parte di un’associazione cattolica che per di più si occupa dell’educazione dei ragazzi?

· La paura di passare inconsciamente ai ragazzi delle mie idee personali attraverso i miei discorsi, comportamenti o atteggiamenti; anche se tengo a precisare che non affronto mai certi argomenti con loro, e comunque in ambito scout riporto solo il pensiero del vangelo e della chiesa; tanto meno assumo atteggiamenti ambigui, ma che so… magari senza accorgermene?

· L’idea che se venisse fuori la mia situazione il gruppo sarebbe praticamente rovinato: quale genitore manderebbe i propri figli adolescenti in un gruppo tra i cui capi c’è un omosessuale?

· E altro ancora…:

Poco tempo fa il colpo di grazia: in una riunione il nostro assistente spirituale ci ha riportato un fatto accaduto in un altro gruppo scout: due capi divorziano dai loro rispettivi matrimoni e si sposano in comune insieme. A quel punto il loro assistente spirituale li costringe ad abbandonare lo scoutismo perché come persone divorziate non possono assumere ruoli da educatori cattolici: avendo loro commesso un grave peccato evidentemente non possono essere d’esempio per i ragazzi che dovrebbero formare. Il nostro assistente condivideva a pieno la decisione di quel sacerdote. Questo mi ha fatto pensare che se io gli parlassi di me la sua reazione sarebbe la stessa. E forse è per questo che ho paura di confidargli la mia situazione;

Sarei davvero felice di avere una vostra opinione, se possibile anche quella di un sacerdote, magari vicino alla realtà scout.

Vi ringrazio sin d’ora!

Un capo scout

Caro amico,

che tu riesca o no a continuare la tua esperienza di capo scout (come io ti auguro di cuore) è certamente molto importante per te. Eppure, lasciamelo ancora ripertere una volta, la questione fondamentale è che tu riesca a vivere con vera pace interiore il fatto di essere omosessuale e di essere cristiano.

Queste due realtà in te possono coesistere felicemente e fecondamente, anche se talune “culture” laiche ed ecclesiastiche non cessano di tormentare le coscienze con le loro dogmatiche ufficiciali, ossessive, sessuofobiche.

Troppe persone fanno ancora dipendere la loro pace dal parere della gerarchia, come se essa fosse “la chiesa” o adirittura la eco o l’interprete della voce di Dio. La chiesa è ben altro dalla gerarchia e Dio è ancora “altro” dalle chiese. Sentiti ben accolto da Lui, vivi con Lui un dialogo affettuoso, riposa tra le Sue braccia.

Tu non sei un “pezzo” sbagliato della Sua creazione. Milioni e milioni di gay e lesbiche credenti finalmente si vivono il loro amore tranquillamente.

Pensa che gioia ho avuto poche settimane fa. Ho partecipato come prete alla “celebrazione della loro unione d’amore” di due donne lesbiche che ho accompagnato per lungo tempo verso questo loro sogno e questa loro scelta. Molti teologi e teologhe si muovono in questa prospettiva.

Veniamo ora al fatto che sei capo scout ed educatore. In sé la cosa non sarebbe per nulla problematica. Forse che tu come qualunque altra persona, non hai il diritto di viverti la tua identità? Io conosco degli omosesuali che sono ottimi educatori. La coerenza non sta nell’allinearsi, nell’uniformarsi alle maggioranze o alle consuetidini, ma nel coraggio di essere noi stessi, di esprimere i nostri pensieri, di vivere con responsabilità i nostri impegni e le nostre relazioni. Perché hai paura di passare ai ragazzi le tue idee personali? Non sono tanto valide come quelle di un eterosessuale? Sei forse un essere inferiore? Tu mi sembri una persona molto sensibile e per nulla banale e puoi rappresentare, con la tua esperienza, una sensibilità nuova in certi ambienti, un vero ampliamento d’orizzonte, una rottura salutare di clichés rigidi.

Ma… non vivo tra le nuvole. So bene che, proprio da certi ambienti vengono i problemi, le censure, le emarginazioni. Conosco però ambienti scout molto aperti su questi terreni. Sarei bugiardo se ti dicessi che sarà facile per te manifestarti ed essere davvero “accettato” per quello che sei.

So bene che assistenti e sacerdoti in genere sono molto spesso pieni di pregiudizi e cose simili. Addirittura qualcuno condanna ancora (ed è incredibile) chi, vedendo perire irrimediabilmente il proprio matrimonio, passa a seconde nozze. Non lo sa questo assistente spirituale che molti vescovi non più d’accordo con queste pratiche emarginanti?

Nel tuo ambiente con c’è almeno qualcuno o qualcuna con cui tu possa intenderti, confidarti? Non c’è qualche persona, tra questi capi, che ragioni in maniera più seria su queste realtà e non sia condizionata dalle “dottrine ufficiali”’

Temo proprio che tu abbia ragione nel dirmi che se manifestassi questa tua identità all’assistente saresti “condannato”. Anche perché spesso i preti più giovani sono i più conservatori, i più dogmatici, hanno “il papa in testa” e lo recitano e non si lasciano sfiorare da nessun dubbio…

Cerca qualche persona che sia degna di questa tua confidenza anche fuori del gruppo scout perchè è importante potersi confrontare. Comunque cerca anche qualche “luogo” ecclesiale in cui tu possa sentirti a tuo agio perché anni di nascondimento, di occultamento, di paura di essere scoperto potrebbero ammalarti.

Intanto continua il tuo cammino di fede, di formazione biblico-teologica perché se sei più evangelicamente nutrito sarai meno esposto ai colpi delle persone “perbene”.

Se vuoi avere l’indicazione di libri e di articoli, non hai che da farmelo sapere chiedendo in redazione il mio indirizzo.

Datti pace e tempo e troverai il tuo sentiero di vita e lo spazio per essere te stesso o lì o altrove. Ma non rinuciare ad essere te stesso, non negarti.

Non stravolgere l’opera di Dio in te. Ringrazia Dio di essere gay e sappi che in questo’ora sta avvenendo nel mondo e nelle chiese una vera e propria rivoluzione posistiva di cui gay e lesbiche credenti sono autentici protagonisti.

Se verrai a Roma a luglio al Gay Pride, forse potremo incontrarci e pregare con tanti altri, amici e amiche omosessuali ed eterosessuali che cercano i sentieri dell‘amore e della vera libertà.

Ti abbraccio forte.

Don Franco Barbero

di Franco Barbero

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans - Bingham Cup 2024 a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans 5 - Gay.it

Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans

News - Redazione 29.5.24
Elezioni europee: "Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto", la campagna di Arcigay

Elezioni europee: “Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto”, la campagna di Arcigay

News - Gay.it 28.5.24
Culattone, checca, finocchio e gli altri: origine e storia degli insulti contro i gay - cover insulti - Gay.it

Culattone, checca, finocchio e gli altri: origine e storia degli insulti contro i gay

News - Redazione 28.5.24
Heartstopper 6, Alice Oseman ha una bozza dell'ultimo capitolo: "Almeno 18 mesi per disegnarlo" - Heartstopper - Gay.it

Heartstopper 6, Alice Oseman ha una bozza dell’ultimo capitolo: “Almeno 18 mesi per disegnarlo”

Serie Tv - Redazione 28.5.24
10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24
teramo-estorsione-uomini-gay-grindr

Reggio Calabria, uomo gay adescato tramite app picchiato, insultato e derubato da tre ragazzi

News - Redazione 28.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Positive+1, l'app di dating per persone sieropositive - Positive1 - Gay.it

Positive+1, l’app di dating per persone sieropositive

Corpi - Federico Boni 12.1.24
Josh Cavallo, il calciatore australiano sposa l'amato Leighton Morrell. La dolcissima proposta di nozze - Josh Cavallo - Gay.it

Josh Cavallo, il calciatore australiano sposa l’amato Leighton Morrell. La dolcissima proposta di nozze

Corpi - Redazione 14.3.24
Donatella Versace lotta con noi: sostegno a Milano Check Point nella lotta ad hiv e malattie a trasmissione sessuale - donatella versace alessandro zan milano check point 2 - Gay.it

Donatella Versace lotta con noi: sostegno a Milano Check Point nella lotta ad hiv e malattie a trasmissione sessuale

Corpi - Redazione Milano 1.12.23
Careggi Transgender Triptorelina affermazione di genere Gasparri

Triptorelina, la malafede ideologica del governo italiano che fa propaganda sulla vita delle persone: anticipati i risultati dell’ispezione al Careggi di Firenze, ma qualcosa non quadra

Corpi - Francesca Di Feo 8.4.24
Parigi 2024, le drag queen Minima Gesté, Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica - Parigi 2024 le drag Minima Geste Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica - Gay.it

Parigi 2024, le drag queen Minima Gesté, Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica

Corpi - Redazione 16.5.24
onu-persone-intersex

Intersex, storica risoluzione ONU: le procedure mediche forzate violano i diritti umani

Corpi - Francesca Di Feo 4.4.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24
Francesca Schiavone festeggia San Valentino con l’amata Sileni: “Sempre insieme” - Francesca Schiavone e Sileni 5 - Gay.it

Francesca Schiavone festeggia San Valentino con l’amata Sileni: “Sempre insieme”

Corpi - Redazione 15.2.24