VOCAZIONE AL SACERDOZIO PER UN GAY

Sentire dentro di sé la missione di realizzare una vita dedicata al sacerdozio, ma non riuscire a conciliarla con la propria omosessualità.

VOCAZIONE AL SACERDOZIO PER UN GAY - fede vocazione - Gay.it
3 min. di lettura

Sono in un momento delicatissimo della mia esistenza e vi tendo la mano; aiutatemi. Sono omosessuale e credente e da un pò di tempo sento (e mi è stato confermato dal mio direttore spirituale) che il Signore mi chiama al sacerdozio. Fin qui niente di strano il problema è che sento la mia omosessualità come un qualcosa che si frappone fra me e Dio, insomma mi sento non adatto al sacerdozio perchè gay. Ma ho capito che quella è la mia strada, ma non posso seguirla. Così, credetemi sto passando un periodo tremendo; aiutatemi a fare chiarezza sul mio futuro. Fiduciosamente attendo il vostro parere,

Tullio

N.B.:il mio direttore spirituale non sa che sono omosessuale

Caro Tullio,

la tua lettera è molto breve, ma il tentativo di riflettere vicino a te con questa risposta deve partire dalle questioni di fondo.

1)Ancora una volta devo prendere atto che anche tu vivi la tua omosessualità "come un qualcosa che si frappone fra te e Dio". Questo significa che tu ancora non hai superato l’idea che tra fede cristiana ed omosessualità esista necessariamente inconciliabilità, opposizione, contraddizione. Finchè non scioglierai limpidamente e radicalmente questo nodo, come potrai essere prima di tutto una persona serena e psicologicamente equilibrata?

Si tratta di un’idea che ci è stata inculcata fin dall’infanzia, di una ideologia sessuofobica, di posizioni purtroppo molto presenti ancora oggi a livello di pronunciamenti ufficiali in alcune chiese cristiane (come la nostra), ma solidamente confutabile a livello teologico. Oggi, per dono di Dio, l’elaborazione biblica e teologica ha compiuto al riguardo scelte decisive delle quali ho dato precisi riferimenti e ampia documentazione nei miei scritti degli ultimi 25 anni. Oggi lesbiche e gay possono davvero congedarsi dalla prigione ideologica che ne aveva fatto dei malati, dei peccatori. Il punto ormai acquisito è che occorre accogliere la propria omosessualità come una condizione assolutamente naturale e ringraziare Dio per questo dono.

Credimi, caro Tullio, oggi possiamo benedire Dio perché milioni di lesbiche e di gay possono finalmente vivere la propria vita, i loro affetti e i loro amori sotto lo sguardo sorridente di Dio.

2)Vengo ora alla seconda questione che, in verità, ne comprende due.

Ovviamente è comprensibile che tu non abbia detto al tuo direttore spirituale che sei omosessuale. Probabilmente, conoscendo un po’ bene l’aria che tira tra i preti, hai dubitato di poter essere capito ed "accettato". Del resto se il tuo "direttore spirituale" è uno dei preti che vanno per la maggiore, fai molto bene, a mio avviso, a non confidarti con lui. Potrebbe, con le migliori intenzioni del mondo, scaricarti addosso tutti i "pregiudizi" della teologia cattolica ufficiale.

Devi essere molto attento nella scelta del consigliere spirituale. Piuttosto di uno che ti ripete i soliti luoghi comuni, che ti consola o ti dimostra "compassione" per il tuo "problema"…, è decisamente meglio farne a meno. Tanto più che spess oc’è chi crede di "dirigere" la coscienza e la vita di altri e prende alla lettere la impropria definizione di "direttore" spirituale. Un buon consigliere deve essere una persona che ama la vita, che è colta sul piano biblico e teologico, equilibrata sul piano psicologico ed affettivo e, soprattutto, dotata di una lunga esperienza pastorale con lesbiche e gay.

Se tu fossi in difficoltà nel trovare la persona "giusta", potrei, se credi, darti un aiuto nel cercarla. In tal caso non hai che da farti vivo.

3) Se Dio ti chiama al ministero, abbraccia con tutto il cuore questa strada.

Hai davanti a te anni per riflettere, studiare, pregare, consigliarti…, ma ti assicuro che dedicare la vita alla predicazione della Parola di Dio è un dono meraviglioso, che ti riempirà il cuore di gioia, di affanni, di speranza.

Il bello poi è qui: il ministero ora è tutto da " inventare". Non ci sono modelli validi per ogni tempo. Essere prete oggi è "impresa creativa" nel senso che ci si trova immersi in un realtà in forte cambiamento. L’importante sta proprio nel valorizzare tutte le testimonianze positive senza però rinchiuderci in un modello. In qualche modo bisogna inventare ogni giorno il proprio ministero, il modo di essere prete.

Se nel tuo cuore la chiamata di Dio continuerà a farsi sentire attraverso il desiderio ardente di svolgere un servizio di animazione nella comunità cristiana, sappi che l’attuale cammino ecumenico ti offre molte possibilità e che ci sono porte aperte per un ministero anche in altre chiese cristiane. Riponi la tua fiducia in Dio. Non avere fretta e non lasciarti deprimere. Anche perché il cammino da compiere sarà lungo.

Alimenta la tua umanità, la tua cultura e la tua fede anche con solide letture. Sul terreno di "fede e omosessualità" esiste ormai una bibliografia immensa di opere che lasciano intravvedere un tempo migliore.

Se tu lo vorrai, sarò lieto di poterti aiutare a realizzare il tuo sogno nei limiti delle mie possibilità.

Ti abbraccio

don Franco Barbero

di Franco Barbero

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Sandokan, c'è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi - Sandokan - Gay.it

Sandokan, c’è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi

Serie Tv - Redazione 18.4.24
FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d'uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant - Feud Capote vs. The Swans - Gay.it

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d’uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant

Serie Tv - Redazione 19.4.24
Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente - close to you 01 - Gay.it

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente

Cinema - Federico Boni 19.4.24
free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24

Hai già letto
queste storie?

Roman Volley

Roman Caput Mundi 2024, al via il torneo internazionale di Volley LGBT

Corpi - Redazione 16.4.24
aborto-antiabortisti-nei-consultori

L’interruzione di gravidanza torna ad essere oggetto di discussione in parlamento: dovevamo svegliarci prima?

Corpi - Francesca Di Feo 19.4.24
dieta-vegana-livelli-di-libido

I vegani lo fanno meglio: uno studio rivela che una dieta plant-based incrementa i livelli di libido

Corpi - Francesca Di Feo 12.1.24
Josh Cavallo: "Infinite minacce di morte perché calciatore omosessuale" - Josh Cavallo - Gay.it

Josh Cavallo: “Infinite minacce di morte perché calciatore omosessuale”

Corpi - Federico Boni 27.11.23
acet-team-persone-trans-non-binarie

ACETeam, la prima squadra di calcio a 5 in Italia composta solo da persone trans e non binarie – INTERVISTA

Corpi - Francesca Di Feo 16.11.23
Tom Daley torna in acqua dopo due anni e vince subito un oro. È pronto per le Olimpiadi di Parigi - Tom Daley oro - Gay.it

Tom Daley torna in acqua dopo due anni e vince subito un oro. È pronto per le Olimpiadi di Parigi

Corpi - Redazione 20.12.23
Transgender triptorelina

Giovani trans* e gender diverse: la scienza difende l’impiego di triptorelina: “Basta disinformazione”

Corpi - Francesca Di Feo 31.1.24
Russia LGBT - terapia riparativa

Russia: “curare le persone LGBTI”, smascherati 12 enti che operano indisturbati tra abusi fisici, sessuali e psicologici

Corpi - Francesca Di Feo 5.3.24